QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Cles: all’ospedale della Val di Non assegnati ginecologo, anestesista e pediatra

domenica, 16 ottobre 2016

Cles – Le preoccupazioni sul punto nascita dell’ospedale di Cles (Trento) sono state superate. Infatti sono stati assegnati ginecologo, anestesista e pediatra 24 ore su 24.Ospedale cles00

Nei giorni scorsi si è completata la dotazione di professionisti nell’area materno infantile dell’ospedale Valli del Noce di Cles, consentendo il rispetto degli standard di qualità e sicurezza del punto nascita previsti dalle indicazioni ministeriali.

La struttura ospedaliera di Cles può disporre ora di una presenza attiva sulle 24 ore del medico anestesista, ginecologo e pediatra oltre alla necessaria dotazione di altri professionisti sanitari, quali ostetriche e infermieri, e di personale di supporto.

L’incremento nella dotazione organica degli anestesisti rappresenta, altresì, una garanzia di sviluppo quali-quantitativo dell’attività chirurgica e della consulenza intraospedaliera, in regime ordinario e in urgenza, per tutto l’ospedale.

La piena operatività in sicurezza del punto nascita di Cles, che da qualche anno si attesta su un numero di circa cinquecento parti e presenta i migliori indicatori per quanto riguarda il tasso di parti cesarei e l’adozione delle procedure di analgesia nel parto, consente, inoltre, di supportare l’ospedale di Trento per il fabbisogno della popolazione residente nel Distretto ovest.

Il completamento della dotazione organica è un decisivo passo avanti sia per quanto riguarda l’assetto complessivo della rete materno infantile provinciale sia per la riqualificazione e lo sviluppo della struttura ospedaliera di Cles.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136