QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Ciclopedonale Fondo-Mendola: al via i lavori del secondo lotto

domenica, 15 ottobre 2017

Fondo – Il Servizio Opere Stradali e Ferroviarie della Provincia effettuerà alle ditte incaricate la consegna dei lavori di realizzazione del 2° lotto, da Waldheim al passo della Mendola, della nuova pista ciclopedonale Fondo – Mendola. La costruzione del nuovo percorso, che una volta completato sarà lungo quasi 16 km, è prevista all’interno dei lavori del patto territoriale dell’Alta valle di Non e costituisce l’estensione dell’anello ciclopedonale dell’Alta val di Non, lungo 32 km ed inaugurato il 15 giugno 2012. ciclCon il completamento del prossimo lotto da Fondo al Waldheim l’offerta turistica di piste ciclabili in Alta Val di Non raggiungerà un’estensione di 48 km, di cui 41 asfaltati e 7 sterrati.

“La ciclopedonale Fondo – Mendola – spiega l’assessore ai lavori pubblici e ai trasporti Mauro Gilmozzi – è stata ideata per offrire ai turisti provenienti dalla zona di Bolzano e del Lago di Caldaro la possibilità di scendere in Alta Valle di Non. Inoltre costituirà un tassello importante per l’anello ciclabile del monte Roen, già molto praticato dal ciclista sportivo che va dal Passo Mendola a Dermulo, a Mezzocorona, ad Appiano e nuovamente al Passo Mendola. Non va infine trascurata anche la ricaduta sulla mobilità sostenibile, in quanto permetterà agli abitanti di Ruffrè e della Mendola di avere un collegamento ciclopedonale protetto e sicuro con l’altopiano dell’Alta Val di Non”.

DESCRIZIONE DELL’OPERA

L’opera consiste nella realizzazione di un nuovo itinerario ciclopedonale lungo quasi 16 km che collegherà in sicurezza l’abitato di Fondo con quelli di Malosco, Ronzone, Ruffrè e Mendola. Sarà costituito da tratti promiscui urbani lunghi 5,4 km, da tratti promiscui extraurbani per 0,9 km e da tratti di piste ciclopedonali larghe 2,7 m per un’estensione di circa 9,5 km.

L’opera è divisa in 2 stralci funzionali. Lo stralcio 2, oggetto di consegna all’impresa esecutrice, va dalla località Waldheim nel comune di Sarnonico (1242 m slm) alla stazione di arrivo della cremagliera di Appiano (BZ) del Passo della Mendola (1.368 m slm) per una lunghezza di 5,290 km ed un dislivello di 168 m. È compreso anche un tratto a “sbalzo” che collega il tracciato con i parcheggi e le strutture ricettive – commerciali in prossimità della SS 42.

PRINCIPALI DATI TECNICO – AMMINISTRATIVI.

Lunghezza complessiva dell’itinerario ciclopedonale: 5.290 m.

Larghezza complessiva bitumata della nuova pista ciclopedonale in sede propria: 2.70 m.

Numero corsie: 2 di larghezza da 1,35 m ciascuna

Larghezza banchine in terra: 0,5 m per lato.

Il progetto prevede la realizzazione di alcune opere d’arte fra le quali 6 opere di sostegno realizzate con massi da scogliera e 3 muri di sostegno in cemento armato.

Progettista: ing. Sergio Deromedis e geom. Francesco Weber del Servizio Opere Stradali e Ferroviarie della Provincia Autonoma di Trento.

Direttore lavori: ing. Sergio Deromedis del Servizio Opere Stradali e Ferroviarie della Provincia Autonoma di Trento.

Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione: ing. Fabrizio Zanoni di Campodenno (Tn).

Appaltatore: Associazione Temporanea di Imprese tra Crimaldi srl ed Edilpavimentazioni con sede legale in fr. Lover, via Luc N. 10, Campodenno (TN).

Aggiudicazione: in economia con il sistema del cottimo fiduciario (art. 52 della L.P. 26/93 e s.m.) e offerta prezzi unitari.

Tempo di esecuzione: 210 giorni naturali e consecutivi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136