QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Centenario Grande Guerra in Trentino: presentato il marchio e Fondazione museo storico al lavoro

mercoledì, 27 maggio 2015

Trento – Ufficializzato il marchio, la gestione è affidata alla Fondazione museo storico del Trentino. Si è svolta una riunione del comitato Trentino per le commemorazioni del centenario Grande Guerra.

Prima riunione, del Comitato trentino per le commemorazioni del Centenario del Primo conflitto mondiale, presieduto dall’assessore provinciale alla cultura Tiziano Mellarini. Presso la sede dell’Assessorato vi erano il presidente del Consiglio provinciale Bruno Dorigatti, il generale Stefano Basset del Museo storico nazionale degliLogoCentenario in Trentino alpini e Anna Grazia Giannuzzi in rappresentanza del commissario Francesco Squarcina, oltre a Sergio Bettotti, dirigente generale del Dipartimento cultura, turismo, promozione e sport e Claudio Martinelli, dirigente del Servizio attività culturali. Il primo atto è stato l’ufficializzazione del marchio che accompagna le iniziative e i progetti messi in campo per ricordare i cento anni dal Primo conflitto mondiale.

Il logo è una scritta rossa su fondo bianco “Trentino ’14-’18 dalla guerra alla pace” in tre lingue con una grande esse che disegna quello che un tempo era il fronte di guerra. La gestione del è stata affidata alla Fondazione museo storico del Trentino.

Come ha spiegato l’assessore provinciale alla cultura, Tiziano Mellarini:”Il logo ricorda le peculiarità del nostro territorio, dove la guerra è iniziata nel 1914, ma soprattutto pone l’accento sulla drammaticità del conflitto: sui luoghi dove un tempo si è combattuto dobbiamo sempre più costruire iniziative di pace e percorsi di collaborazione”. La gestione del marchio è stata affidata alla Fondazione museo storico del Trentino, esso verrà assegnato ai soggetti terzi che ne faranno richiesta per iniziative che siano coerenti con gli obiettivi fissati dal Comitato trentino per le celebrazioni.

L’assessore Mellarini (nella foto al centro durante l’incontro) ha quindi ricordato i prossimi appuntamenti, evidenziando la necessità di creare un coordinamento di ampio respiro fra tutti i soggetti coinvolti, anche in vista di importaIncontro sui FORTI in Trentinonti appuntamenti futuri come la commemorazione per Cesare Battisti del 2016 e l’adunata nazionale degli alpini.

Il Comitato per le celebrazioni, composto dall’assessore alla cultura, dal commissario del Governo per la Provincia di Trento, dal presidente del Consiglio Provinciale, dal presidente del Consiglio delle Autonomie e da un rappresentante del Comando delle Forze armate e uno per le Onoranze e Caduti di Trento, ha fra i suoi compiti proprio quello di coordinare tutte le attività e le iniziative degli altri servizi della Provincia coinvolti, nonché di definire i rapporti operativi con lo Stato, l’Europa, le altre regioni e gli enti locali.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136