QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Cavizzana, fugge a un posto di blocco e abbandona il furgone dopo l’inseguimento

mercoledì, 18 giugno 2014

Cles - Alle prime ore di ieri un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cles, nell’eseguire un controllo alla circolazione stradale in Cavizzana, ha intimato l’alt al conducente un’autovettura modello Fiat Fiorino. Questi, come comunemente ha acceso l’indicatore di direzione ed ha fatto per fermarsi. Le sue intenzioni erano però ben altre e l’equipaggio l’ha capito quando ha visto il veicolo fuggire a gran velocità in direzione della strada statale 42.Carabinieri Darfo Boario

La fuga non è però durata molto: il vantaggio che l’uomo si era garantito con la sua “astuta” manovra è stato ridotto, per via dello scarso traffico e della maggiore abilità del carabiniere, nel giro di qualche chilometro. Il fuggiasco, così, vistosi alle strette, ha pensato di abbandonare il veicolo nel bel mezzo della strada e di darsi alla fuga nelle adiacenti campagne, prima, nella boscaglia poi.

I successivi accertamenti hanno permesso di arrivare al proprietario del furgone: un’impresa di Trento. Il mezzo era in uso al rappresentante legale dell’azienda, che la sera prima l’aveva parcheggiato presso la sua residenza in Villa Agnedo, dove era stato asportato di lì a qualche ora.

I carabinieri, che per diverse ore hanno battuto la zona alla ricerca del fuggiasco senza tuttavia reperirlo, sono in questo modo riusciti a recuperare un veicolo di recente immatricolazione e quanto in esso contenutovi (attrezzi da lavoro ovvero trapani, avvitatori, altra utensileria), merce che nell’insieme raggiunge un valore di circa 20 mila euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136