Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Castel Valer e le sue stufe, il 6 aprile convegno internazionale

domenica, 10 marzo 2019

 Ville d’Anaunia - Castel Valer e le sue stufe. L’Associazione Antiche Fornaci di Sfruz, con la piena condivisione del Conte Ulrico Spaur, ha realizzato un’altra delle sue importanti iniziative, che si affianca al prestigioso 3° convegno internazionale sulle stufe a olle di Sfruz: il volume sarà intitolato “Castel Valer e le sue stufe” il cui testo, curato da Alessandro Battisti e Andrea Biasi, narra le vicende della famiglia Spaur e di Castel Valer attraverso la bellezza delle monumentali stufe conservate al suo interno.

Castel Valer è certamente uno dei castelli più caratteristici del Trentino. Nell’audace mastio duecentesco, nei preziosi affreschi rinascimentali e nei fastosi saloni si custodiscono le memorie di una famiglia, gli Spaur, e di un pezzo di storia locale. Tra i raffinati arredi che adornano le stanze del Castello spiccano inoltre esemplari notevoli di una delle eccellenze dell’artigianato artistico locale: le stufe ad olle di Sfruz. In quel piccolo borgo, nel corso di alcuni secoli, furono prodotte e distribuite nei territori mitteleuropei migliaia di stufe. Attraverso la storia del castello e della famiglia Spaur, si tratterà anche la storia del territorio che ha prodotto le stufe ad olle e che ancora le conserva. Il tutto è corredato dalle bellissime immagini realizzate dal fotografo Gianni Zotta.

Soddisfatto il Presidente dell’Associazione Antiche Fornaci di Sfruz Benito Cavini. “Questo – afferma Cavini – è un periodo ricco di soddisfazioni; iniziato con il 3° Convegno Internazionale, lo si concluderà con questa pubblicazione su Castel Valer. Lo stesso conte Spaur, nell’introduzione del testo, definisce questo libro “un lavoro molto attento ed accurato che mai era stato fatto in precedenza; nella prima parte illustra con dovizia di particolari sia la storia plurisecolare della mia Famiglia, che la descrizione del mio castello e delle 16 grandi stufe a olle che arredano altrettante stanze del maniero”. Da parte mia non posso che ringraziare il Conte per averci aperto le porte della sua bellissima dimora e i due autori per aver messo per iscritto quanto espresso visivamente dalle bellissime foto di Gianni Zotta. Grazie anche a tutte le autorità che hanno voluto arricchire con il loro saluto il testo e in particolare al dottor Franco Marzatico, Soprintendente per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento”.

Soddisfatti anche i due autori Alessandro Battisti e Andrea Biasi che hanno scritto questo libro a quattro mani. “Un ringraziamento – affermano gli autori – va fatto a quanti ci hanno sostenuto, alle persone che hanno voluto con i loro scritti rendere ancora più pregevole quest’opera. In particolare, un grazie all’onorevole Emanuela Rossini che ha realizzato la prefazione del testo e a Marco Benvenuti che ha impreziosito il testo con una parte descrittiva sul Comune di Ville d’Anaunia”.

Il volume nella sua prima edizione verrà stampato in 1000 copie, con la sicura fiducia che in seguito sarà necessario produrne almeno altrettante, considerata la qualità dei testi e delle immagini e la volontà del conte Ulrico Spaur di valorizzarlo anche nel corso delle numerose visite guidate al suo meraviglioso castello, nel quale avrà luogo il giorno di sabato 6 aprile, alle 17, la presentazione del volume, al termine della quale agli ospiti sarà offerto un rinfresco in una delle splendide sale del castello.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136