Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Campionati di sci della Protezione civile a Pejo: il bilancio dell’Alto Adige con 13 medaglie

mercoledì, 17 gennaio 2018

Pejo – Decine di partecipanti, nei giorni scorsi, ai campionati italiani di sci della Protezione civile svoltosi a Pejo e conclusisi, alla presenza dell’assessore Tiziano Mellarini e del capo della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli, con il passaggio di consegne alla Provincia di Bolzano, che il prossimo anno organizzerà i campionati. In questa edizione, l’Alto Adige era rappresentato da 27 atleti, e i risultati positivi non sono mancati: con le 13 medaglie conquistate, infatti, la Provincia di Bolzano è passata dal sesto posto del 2016 al terzo del 2017 per quanto riguarda il medagliere complessivo su un totale di 14 regioni partecipanti (foto @USP).

aadTra i vincitori spiccano Florian Augschöll (categoria E), Paul Perkmann (categoria D) e Thomas Mair (categoria C) nello slalom gigante, Pierpaolo Macconi nello sci alpinismo over 40 e Paul Egger nello sci nordico. Medaglie d’argento per Wilfried Obex (categoria D), Roland Pflug (categoria C) e Simon Schrott (categoria B) nello slalom gigante e per Pierpaolo Macconi nello sci di fondo, bronzo per Manfred Kruselburger nello slalom gigante, nonchè per Daniel Macrì nello snowboard e per Andreas Kofler ed Herbert Thaler nello sci alpinismo over 40. Soddisfatti per i risultati raggiunti il direttore dell’Agenzia provinciale per la protezione civile, Rudolf Pollinger, e il direttore di Dipartimento Klaus Unterweger, intervenuto alla cerimonia di chiusura di Pejo in rappresentanza dell’assessore Arnold Schuler.

Infowww.protezionecivile.tn.it/organizzazione/CampionatoSci2018/


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136