QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Calcio, ritiro del Cagliari in Val di Pejo: Borriello firma il rinnovo. Programma e amichevole col Vicenza

martedì, 18 luglio 2017

Pejo – Si apre con una bella notizia l’undicesimo giorno di ritiro del Cagliari in Val di Pejo. Marco Borriello, ha infatti deciso di proseguire la sua avventura con la maglia rossoblù. Il centravanti ha firmato il nuovo contratto che lo lega alla società sarda per la prossima stagione sportiva 2017-18, con opzione per quella successiva.

Borriello è stato senza dubbio tra i protagonisti del campionato appena concluso: 16 gol, realizzati in 36 gare, gli sono valsi l’ottavo posto assoluto nella classifica cannonieri, quarto tra gli italiani. Marco ha segnato di sinistro, il piede prediletto, ma anche di destro e di testa, altra specialità della casa. Tra le reti più significative, la doppietta all’Atalanta nella prima vittoria stagionale, il gol messo a segno nel match di andata contro il Sassuolo – che aprì la strada alla clamorosa rimonta – le prodezze nelle sfide salvezza contro Crotone e Palermo. A queste 16 marcature vanno aggiunte le 4 realizzate contro la Spal in TIM Cup, al debutto assoluto in maglia rossoblù. Un pokerissimo che, oltre ad avere rappresentato un eloquente biglietto da visita, gli ha consentito di conquistare – pur disputando una solo partita nella competizione – la classifica marcatori della Tim Cup, insieme a Dybala e Pandev. «Era quello che volevo – ha commentato il giocatore di origini napoletane -. L’anno scorso si è creato un rapporto bellissimo con i compagni, l’allenatore e i tifosi. Non avevo motivo per cambiare, è stata una decisione presa quasi in modo naturale».

Una firma per un biennale che sigilla il prolungamento del rapporto con il Cagliari: Marco Borriello è un uomo felice. Una stagione con tanti obiettivi per il bomber rossoblù: «Innanzitutto la salvezza del Cagliari: sarebbe come inserire un altro mattoncino nelle fondamenta per far crescere questo Club. Poi, dal punto di vista personale, il raggiungimento del traguardo dei 100 gol, me ne mancano ancora 5, spero di superare quota 100. Infine, se dovessi giocare una stagione come quella appena trascorsa, c’è il sogno Mondiale, perché no: sarà difficile ma ci voglio provare, ce la metterò tutta. In fondo, a parte Immobile e Belotti, vedo che negli altri ruoli dell’attacco c’è molta alternanza e Ventura ha speso parole lusinghiere sul mio conto».

Nel pomeriggio di riposo avventura in rafting

Una folta rappresentanza della squadra ha approfittato del pomeriggio di riposo per cimentarsi in discese col rafting, avvalendosi della preziosa guida degli istruttori del Rafting Center Val di Sole. Incantevole lo scenario, nella natura selvaggia intorno al corso del Noce, un fiume che nasce a oltre 3.000 metri nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio nell’Ortles Cevedale (Val di Pejo) e si estende per più di 100 km nella provincia di Trento.

Appena arrivati al center, i rossoblù, con in testa il Ds Giovanni Rossi e il tecnico Massimo Rastelli hanno ricevuto in dotazione l’attrezzatura: muta, giacca scaccia acqua, caschetto d’ordinanza e, naturalmente, la pagaia. Un’avventura dinamica ed entusiasmante, con la pagaia tra le mani, sui saliscendi e sulle cascatelle proposte dal corso del fiume: il segreto del rafting è remare tutti contemporaneamente dalla stessa parte, sotto la direzione di un “capo equipaggio”. Una situazione che esalta e fortifica lo spirito di gruppo. In un certo senso è stata anche l’occasione per lavorare sotto il profilo fisico, poiché pagaiare cavalcando le onde per un’ora e mezzo, la durata del percorso, richiede un notevole dispendio di energie.

Un’esperienza divertente e coinvolgente per tutti: ad arrivare primo l’equipaggio formato dai tre brasiliani Joao Pedro, Rafael e Farias, con Andreolli, Ionita e Antonini.

Mercoledì la partita contro il Real Vicenza

Questa mattina in ritiro è arrivata la visita del Responsabile del Settore giovanile Mario Beretta e del Responsabile dell’Attività di Base Oscar Erriu, che dopo aver salutato il DS Rossi, lo staff tecnico e la squadra, hanno seguito le attività del Cagliari 1920 Summer Camp a Pejo. Mercoledì 19 luglio la seconda amichevole stagionale contro il Real Vicenza (campo di Celledizzo di Pejo, ore 17.30).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136