QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Antibracconaggio, sequestro di armi illecite in Val di Pejo

venerdì, 21 febbraio 2014

Pejo – Operazione antibracconaggio congiunta tra Corpo Forestale trentino e Carabinieri in Valle di Sole. Nella serata di mercoledì scorso la stazione forestale di Ossana e la stazione Carabinieri di Cogolo hanno eseguito una serie di verifiche su armi regolarmente denunciate in alta Val di Sole.antibracconaggio2

Nel corso del controllo nell’abitazione di un residente nel Comune di Peio, gli agenti ed i militari si sono insospettiti per alcune evidenze sulla parte terminale della canna di una carabina 5.6×50 basculante. L’immediata perquisizione nell’abitazione portava al rinvenimento di un silenziatore a baionetta, di fattura artigianale con fissaggio a vite, perfettamente compatibile con il fucile in questione. Il silenziatore, oltre tutto, emanava un inequivocabile ed intenso odore di polvere da sparo, a dimostrazione del suo utilizzo.

La carabina, il silenziatore e le munizioni sono state quindi sequestrate e il proprietario, attualmente non in possesso di licenza di caccia, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per i reati connessi alla detenzione ed alterazione di armi. L’arma sequestrata, associata ad un silenziatore di tal genere, risulta particolarmente efficace nel bracconaggio, sia per la facilità di occultamento che per la forte silenziabilità degli spari.

Il risultato delle operazioni mette in evidenza il valore di prevenzione del bracconaggio insito nelle attività congiunte e nella collaborazione tra Corpo Forestale Trentino e Arma dei Carabinieri.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136