QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Alcol e droga: operazioni dei carabinieri di Cles. Ritirate quattro patenti

venerdì, 3 aprile 2015

Cles – Che “sballo e divertimento” stia diventando pratica diffusa tra i giovani di oggi possono affermarlo i Carabinieri della Compagnia di Cles i quali, nell’ultima settimana, hanno ritirato la patente di guida a quattro automobilisti ubriachi e segnalato al Commissariato del Governo di Trento altrettanti assuntori di hashish.CARABINIERI LARGE

Quanto detto trova conferma nel fatto che il remunerativo risultato in termini di prevenzione e repressione del fenomeno della guida in stato di ebbrezza e di quello del consumo di droghe sia stato in maggioranza ottenuto nel corso di ordinari accertamenti eseguiti proprio in orario notturno. Tutte le patenti di guida sono state infatti ritirate nella fascia oraria compresa tra l’1 e le 5 del mattino, circostanza che peraltro aggrava le conseguenze della condotta in termini sanzionatori. E, come detto, per l’ennesima volta a “rimetterci” sono stati giovani del luogo di età compresa tra i 19 ed i 23 anni, uno dei quali, alla verifica con etilometro, ha palesato un tasso di alcolemia quattro volte più alti di quello minimo tollerato di 0,5 grammi/litro.

Anche tre delle quattro segnalazioni all’autorità di governo in materia di uso personale di droghe sono state rilevate in occasione di controlli eseguiti in occasione di festeggiamenti e nelle adiacenze di locali che, normalmente, richiamano un folto numero di giovani. I militari hanno sequestrato alcuni “spinelli” e trovato addosso ai consumatori modeste quantità di stupefacente della stessa natura.

L’ultima “segnalazione” ha riguardato un minore, studente di un istituto superiore di Cles, il quale martedì mattina, nei pressi della scuola, poco prima di intraprendere le lezioni, è stato colto nell’atto di fumare hashish.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136