QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

A Trentino Trasporti la premiazione del “Progetto pensiline”: hanno aderito cinque istituti da Cles a Rovereto

mercoledì, 12 ottobre 2016

Trento – Si è tenuta presso la sede di Trentino Trasporti la premiazione del concorso di idee per la progettazione di tipologie innovative di pensiline del servizio di trasporto pubblico extraurbano, rivolto agli Istituti scolastici professionali di secondo grado della Provincia di Trento. Due i progetti vincitori “ex aequo”. Dai giovani, è stato detto, sono arrivate tante proposte interessanti che denotano l’attenzione al tema del trasporto pubblico e al suo valore sociale ed ambientale.prem

Il concorso di idee è stato indetto lo scorso 21 gennaio da Trentino trasporti S.p.A., su iniziativa dell’allora vice presidente, l’ingegner Ezio Facchin, per la progettazione di tipologie innovative di pensiline del servizio di trasporto pubblico extraurbano, rivolto agli istituti scolastici professionali di secondo grado della Provincia di Trento.
L’iniziativa aveva l’obiettivo di rendere attivamente partecipi al mondo del trasporto gli studenti, che rappresentano una quota considerevole dei fruitori del servizio, con lo scopo, non secondario, di sensibilizzare ed educare i giovani al rispetto del bene pubblico.
Hanno aderito cinque istituti scolastici:
1. Istituto di Istruzione delle Arti “F. Depero” – Rovereto
2. Istituto di Istruzione “Lorenzo Guetti” – Tione
3. Istituto di Istruzione “La Rosa Bianca” – Cavalese
4. Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “C. A. Pilati” – Cles
5. Istituto di Istruzione delle Arti “A. Vittoria” – Trento
Sono pervenuti complessivamente 57 progetti, sia individuali che di gruppo, che sono stati valutati da una commissione appositamente designata e così costituita:
- presidente:
ing. Ezio Facchin – ex vice presidente di Trentino Trasporti
- Membri:
prof. Antonio Frattari – Università di Trento – Facoltà di Ingegneria
prof.ssa Michela Dalprà – – Università di Trento – Facoltà di Ingegneria
geom. Luca Valandro – Servizio Trasporti della Provincia autonoma di Trento
geom. Pamela Peretti – segretaria della Commissione
Il lavoro della commissione, i cui componenti hanno messo a disposizione, gratuitamente, il loro tempo e le loro professionalità, ha portato ad una valutazione esaustiva dei progetti, tenendo in considerazione aspetti ambientali, funzionali e tecnici.
La commissione ha espresso un giudizio sintetico complessivo del lavoro di tutti i partecipanti, ha poi individuato i progetti di maggior rilievo per ogni istituto scolastico ed infine tra questi, ha designato i due progetti vincitori “ex aequo”, premiati con gli stage messi a disposizione da Trentino trasporti, in accordo con la scuola e gli studenti vincitori.
I due progetti vincitori, che sono stati premiati oggi alla presenza dell’assessore provinciale alle infrastrutture e all’ambiente Mauro Gilmozzi, sono:
1) Gruppo composto da Alberto Paoli – Federico Bella – Fabiola Dell’Eva della classe 4CA dell’Istituto di Istruzione “Lorenzo Guetti” di Tione, con la seguente motivazione:
Proposta valida ed efficace che coniuga i molteplici aspetti ambientali, funzionali e tecnici richiesti dal bando, proponendo una soluzione che si contraddistingue per la sua funzionalità, per l’impiego di materiali caratterizzati da durata e affidabilità, per la capacità di produrre ed accumulare energia per quando serve e per eventualmente creare valore, per la presenza di integrate dotazioni tecnologiche innovative che possono trasformare l’attesa del mezzo pubblico in momenti utili e di comunicazione digitale relativa sia al servizio di trasporto che ad altre informazioni del territorio.
2) Marco Ignaccolo della classe 4C dell’Istituto di Istruzione delle Arti “Fortunato Depero” di Rovereto, con la seguente motivazione:
Proposta originale che si contraddistingue per aver collegato alla struttura un forte segno identificativo ottenuto da un accostamento di segni alfabetici associati alle parole Trentino Trasporti e dalla combinazione dei colori dei segni grafici presenti nel logo dell’Azienda. L’idea presentata risponde non solo ai criteri di riconoscibilità e caratterizzazione e rappresentanza richiesti dal bando, ma anche ai principali criteri funzionali proponendo una soluzione modulabile, che offre protezione e riparo sia all’interno che all’esterno della struttura.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136