QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Malè: incontro con Maria Romana De Gasperi. Rossi: “Messaggio attuale dello statista”

domenica, 20 marzo 2016

Malé – Un momento importante per la comunità solandra è stata la cerimonia in onore di Maria Romana De Gasperi, figlia dello statista trentino, che si è tenuta a Malé (Trento).  Si è parlato di Europa, del suo futuro e non è mancato uno sguardo alle autonomie locali.

Malé de gasperi

Presenti il Governatore del Trentino, Ugo Rossi,  l’assessore della Comunità della Val di Sole, Luciana Pedergnana, gli amministratori della località della Val di Sole, quindi il Coro del Noce che ha accompagnato la serata.

“Questa – ha sottolineato il Governatore Ugo Rossi – è una giornata particolare che ho iniziato a Pergine con i giovani dell’Euregio, poi ho abbiamo ricordato i 25 anni dalla morte di Bruno Kessler e infine questa serata. C’è un filo conduttore. Ricordando il passato possiamo parlare di futuro, anche per l’Europa, realtà a cui non c’è alternativa”.

Maria Romana De Gasperi ha tracciato un toccante ritratto della sua vita familiare e del rapporto col padre.
“Imparammo da lui il significato delle parole dignità e libertà, – ha detto. – Se ne andò serenamente, sapendo di aver fatto il suo dovere e di avere amato il suo popolo”. “Grazie al suo racconto – ha aggiunto il governatore Rossi – abbiamo conosciuto di più la figura di Alcide De Gasperi. Sentendo la sua storia mi sono chiesto come reagirebbe ai problemi di oggi. Credo che non rinuncerebbe alla speranza”.

L’incontro è stato introdotto dal giornalista Paolo Magagnotti che ha ripercorso le date principali della vita di Alcide De Gasperi e della figlia, che ha lavorato molto a fianco del padre e dopo la sua morte ne ha mantenuti vivi la memoria e gli ideali.

“Oggi c’è disaffezione per l’Europa – ha evidenziato Magagnotti, – ma basta ricordare quanti anni di pace ha assicurato la nascita dell’Unione Europea”.

La risposta attuale al fenomeno dell’immigrazione, i rapporti tra gli stati europei e tra gli organi dell’Unione, i valori dei padri fondatori dell’Europa, l’accordo De Gasperi-Gruber, l’Euro, l’allargamento ad est, il rapporto tra Gran Bretagna e Unione, le tensioni emergenti: sono stati tanti i temi affrontati dai relatori.

“Quanto sono attuali – ha proseguito il presidente Rossi – le idee di De Gasperi sull’importanza di una politica comune di difesa, sulla necessità dello studio delle lingue e sul rispetto per il contributo che ognuno può dare, anche la persona più umile”.

Durante l’incontro pubblico, che si è tenuto presso la sala riunioni della Comunità Valle di Sole, sono state proiettate fotografie e un video sulla vita personale e politica di Alcide De Gasperi, mentre Giuseppe Zorzi, responsabile per la Provincia autonoma di Trento dei rapporti con l’Euregio, ha ricordato “La sua politica era tecnica ma anche visione e onestà”. Il concerto del Coro del Noce ha accompagnato la serata.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136