QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Trento, il presidente Rossi saluta il direttore della succursale della Banca d’Italia, Ciucci

mercoledì, 31 agosto 2016

Trento – Incontro con il direttore uscente della succursale di Trento della Banca d’Italia, il presidente Ugo Rossi saluta Paolo Ciucci Il presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi e il Direttore Generale della PAT Paolo Nicoletti hanno incontrato nel primo pomeriggio Paolo Ciucci, Direttore della filiale di Trento della Banca d’Italia, che si appresta a lasciare il capoluogo trentino per dirigere la succursale della stessa banca a Venezia. Un saluto di commiato che è stata un’occasione per ricordare l’ottima collaborazione intrapresa nei due anni della permanenza di Ciucci a Trento ed esaminare quanto emerso dal rapporto “Economie regionali.

Rossi Ciucci

L’economia delle Province autonome di Trento e Bolzano”, pubblicazione edita a cura della Banca d’Italia su dinamiche congiunturali e aspetti strutturali delle due province”. Paolo Ciucci era accompagnato da Pier Luigi Ruggiero, attualmente vicedirettore, che avrà la reggenza della filiale in attesa della nomina del nuovo responsabile. Rossi ha espresso l’apprezzamento personale e della Giunta Provinciale, che aveva incontrato Ciucci il luglio scorso, per il contributo che la collaborazione con la Banca d’Italia negli ultimi due anni ha dato alle politiche di governo trentine, fortemente orientate a favorire la ripresa economica, in una difficile fase congiunturale come quella attuale.

Ciucci ha spiegato che buona parte delle analisi illustrate nella pubblicazione traggono contributo da proficui incontri avuti con l’attuale amministrazione di governo del territorio. “La Banca d’Italia, ha proseguito Ciucci, “è oggetto di forte cambiamento, nell’ottica di maggiore servizi al territorio e nell’impegno nell’informazione finanziaria, con presenza nelle scuole, nell’università della terza età, nelle associazioni”. Infine, con il presidente Rossi, ha convenuto la necessità di puntare su investimenti soprattutto immateriali, come le competenze dei giovani, a partire dalla conoscenza delle lingue e le ore obbligatorie di tirocinio in alternanza con la formazione tradizionale. La nuova destinazione, Venezia, rappresenta un ritorno per Paolo Ciucci: nato a Bolzano nel 1956, laureato in Economia e Commercio, è stato infatti dal 2011 al 2014 vicedirettore della succursale della Banca d’Italia del capoluogo veneto. Dal 1° settembre 2014 ha ricoperto il ruolo di direttore della succursale di Trento. Assunto in Banca d’Italia nel 1986 e assegnato alla succursale di Bolzano, Ciucci è stato successivamente a Siracusa, Francoforte e Verona.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136