QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Trento, servizi sanitari: approvata la convenzione con il Veneto

giovedì, 29 dicembre 2016

Trento - Oggi la Giunta provinciale, su proposta dell’assessore Luca Zeni, ha approvata la convenzione con il Veneto sui servizi sanitari. Proseguono i rapporti di collaborazione e sinergia fra i servizi sanitari della Provincia autonoma di Trento e della Regione Veneto: la Giunta provinciale ha approvato lo schema di convenzione per il triennio 2017-2019, che fissa in 620mila euro all’anno l’intervento aggiuntivo della Provincia di Trento in favore dell’Azienda Ulss n. 1 Dolomiti. La convenzione regola le prestazioni specialistiche e gli altri servizi sanitari forniti alla popolazione del Primiero tramite il presidio di Feltre.

poliambulatorio

Rispetto alla precedente convenzione sono state convenute alcune modifiche al fine di adeguarne i contenuti ai livelli di assistenza garantiti dal Servizio sanitario provinciale nonché dall’attuale assetto normativo e tariffario provinciale.

Queste le principali novità: presso il Distretto del Primiero saranno garantite anche le prestazioni pre e post intervento correlate a interventi programmati/eseguiti presso le strutture dell’Ulss Dolomiti e le modalità prescrittive di queste prestazioni terranno conto della loro gratuità per l’utenza, in quanto già remunerate dalla tariffa dell’intervento; l’assistenza a favore dei malati terminali (cure palliative e antalgiche) presso i presidi dell’Ulss Dolomiti, in quanto non addebitabile attraverso i flussi di mobilità, sarà remunerata attraverso l’intervento aggiuntivo della Provincia autonoma di Trento; l’Ulss Dolomiti non incasserà dai cittadini del Primiero la quota fissa a ricetta di 10 euro, bensi la quota di 3 euro di partecipazione introdotta dalla Giunta provinciale sulla ricetta di assistenza specialistica ambulatoriale, di diagnostica per immagini e di laboratorio; la differenza di 7 euro verrà riconosciuta nell’ambito della compensazione sulla mobilità interregionale; al fine di riconoscere ai cittadini del Primiero alcune esenzioni valide sul territorio della provincia di Trento, con particolare riferimento all’esenzione dal ticket per il terzo figlio e successivi e all’esenzione per disoccupati, l’Ulss Dolomiti addebiterà all’Azienda sanitaria la quota ticket prevista a carico dell’utente, mediante compensazione della mobilità sanitaria interregionale; le parti si impegnano a individuare e condividere le modalità tecniche e operative per consentire, dal 1 luglio 2017, la visibilità dei referti delle attività di degenza e di specialistica erogate dall’ospedale di Feltre presso le strutture sanitarie e i medici di medicina generale del Primiero.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136