Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


L’ambasciatore americano Eisenberg fa tappa in Trentino Alto Adige

venerdì, 22 marzo 2019

Trento – L’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia Lewis Eisenberg in visita in Trentino Alto Adige.

L’ambasciatore americano Eisenberg in visita da Kompatscher

Il presidente Arno Kompatscher ha ricevuto l’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia, Lewis Eisenberg. Lewis M. Eisenberg è dal 2017 ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia. Oggi (22 marzo) il diplomatico ha fatto visita, a Palazzo Widmann, al presidente Arno Kompatscher. Durante il colloquio il Landeshauptmann ha fatto ad Eisenberg una breve panoramica della storia dell’Alto Adige, dell’autonomia e delle misure per la tutela delle minoranze. “Come una piccola Europa nell’Europa vogliamo preservare la varietà culturale e le nostre tradizioni, rimanendo però aperti al nuovo”, ha detto Kompatscher.

Nel corso della visita si è parlato anche degli sviluppi politici a livello nazionale, europeo ed internazionale, così come dei rapporti commerciali ed economici tra Alto Adige e Stati Uniti. Originario della Florida, Eisenberg è un investitore ed esponente del mondo della finanza statunitense. Si è laureato al Dartmouth College e ha conseguito un master presso la Cornell Johnson School of Business.

Stamani l’incontro con il presidente Fugatti e l’assessore Spinelli
Gradita visita in Trentino dell’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia Lewis Eisenberg, accompagnato dalla console generale degli Stati Uniti a Milano, Elizabeth Lee Martinez. Stamani, nel Palazzo della Provincia, l’ambasciatore ha incontrato il presidente Maurizio Fugatti e l’assessore allo sviluppo economico Achille Spinelli, assieme al direttore generale Paolo Nicoletti e al dirigente del Servizio attività internazionali Raffaele Farella. “Siamo felici e onorati della sua visita – ha detto Fugatti del dare il benvenuto all’ospite – e ci auguriamo che essa possa contribuire a rafforzare i rapporti già solidi esistenti fra il nostro territorio e il suo paese, in particolare sui versanti dell’interscambio economico e della cooperazione scientifica e universitaria”.

L’ambasciatore Eisenberg si è congratulato con il presidente Fugatti per le nuove responsabilità che sta rivestendo e si è detto colpito dalla bellezza del Trentino, così come dai livelli di sviluppo e di benessere raggiunti dal territorio.

Nel corso del cordiale incontro sono stati toccati i temi dell’Autonomia speciale del Trentino, nel contesto italiano ed europeo, e delle tendenze che si stanno delineando nel panorama economico internazionale, con i loro possibili effetti sull’Italia e anche sul sistema locale.

Fugatti ha sottolineato i molteplici legami industriali e commerciali fra il Trentino e gli Usa, ricordato che gli Stati Uniti sono il secondo mercato di riferimento per l’export provinciale dopo quello della Germania. “La nostra intenzione – ha aggiunto – è di mantenere questi legami e di rafforzarli”.

Un intento condiviso dall’ambasciatore Eisenberg, che a sua volta ha confermato la sua volontà di favorire una crescita delle relazioni, anche con l’aiuto della console Lee Martinez, nel quadro del contributo degli Stati Uniti alla crescita dell’Italia nel suo complesso.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136