QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Autobrennero e Polizia Stradale, un patto nel segno della sicurezza

mercoledì, 26 ottobre 2016

Trento - La Commissione paritetica si è riunita presso la sede dell’Autobrennero, che è costituita dai vertici di A22 e i dirigenti dei Compartimenti di Polizia Stradale per Trentino Alto Adige-Belluno, Veneto, Emilia Romagna e Lombardia.

Il Presidente Andrea Girardi ha sottolineato come la realizzazione e il buon esito dei progetti della Società siano direttamente collegati ad una costante ed efficace collaborazione, consolidata negli anni, tra Autostrada del Brennero e Polizia Stradale.

autobrennero-1

Esodo estivo e provvedimenti alla Barriera di Brennero
Il Direttore Tecnico Generale Carlo Costa ha illustrato i dati di traffico in A22 che al 30 settembre segna un +3,7% rispetto lo scorso anno, con un aumento del traffico leggero del 3,2% e del pesante del 5,2%.

Riferisce quindi che «nonostante il traffico medio nei mesi di luglio e agosto sia aumentato rispettivamente del 7,4% e dello 0,8%, e nel mese di settembre del 6%, all’aumento del traffico non è corrisposto un aumento delle code. «In carreggiata nord sono diminuiti sia il numero che la durata delle code: 13 ore, contro le 30 registrate nel 2015; meno della metà dunque. In direzione sud, invece, sono risultati in linea con quelle dello scorso anno».

Un risultato indubbiamente positivo e reso possibile anche grazie ai provvedimenti adottati da Autostrada del Brennero. Per fluidificare i passaggi l’A22 ha installato alla barriera di Brennero un’apposita segnaletica, «prepara il pedaggio» con indicato l’importo da corrispondere se si è entrati ad Affi, o a una delle stazioni di maggiore provenienza per coloro che escono al Brennero. La Società ha inoltre portato da due a tre corsie, il tratto autostradale che arriva al piazzale della barriera incrementando i deflussi e offrendo una risposta concreta alle code, utilizzando le piste in modo reversibile.

Numeri di passaggi così significativi, non potevano non creare qualche disagio, con l’inevitabile conseguenza del formarsi di code nei momenti di traffico più intenso, considerando anche che la barriera di Vipiteno, nel 2016, ha visto un incremento di passaggi rispetto lo scorso anno di oltre il 4,6 per cento.

I dati forniti da Autostrada del Brennero dimostrano anche un miglioramento dei tempi di percorrenza: nel 2016, un viaggio effettuato da Affi al Brennero nelle ore centrali della giornata, è durato 20 minuti in meno rispetto lo scorso anno; quello in direzione sud, Brennero – Affi, addirittura 45 minuti in meno.

Mezzi pesanti e rapporto con gli Autotrasportatori
I rapporti tra Autostrada del Brennero e le Associazioni di categoria degli autotrasportatoti si sono intensificati soprattutto a seguito di un tavolo di lavoro riunitosi lo scorso giugno.

Sono già in corso i lavori per l’installazione di un sistema di controllo degli accessi presso l’autoporto Sadobre, le aree di sosta di Campogalliano ovest e Rovereto sud che permetterà di comunicare agli autotrasportatori il numero di stalli liberi nei rispettivi parcheggi. Un sistema sarà installato anche al Brennero, a Bolzano sud, dove sarà riconfigurato tutto il parcheggio e anche presso le aree di servizio. Nelle piazzole di sosta è prevista, inoltre, a livello sperimentale, l’installazione di un sistema di allert che rileva l’eventuale sosta dei veicoli in modo da poter controllare i tempi di sosta dei conducenti.

Carlo Costa ha infine comunicato che è intenzione della Società installare pese dinamiche su piste di svincolo strategiche; a tale proposito è già stata progettata una stazione di controllo da collocarsi alla stazione di Mantova Nord che sarà utilizzata dalla Polizia Stradale.

L’Amministratore Delegato ha ricordato che sarà presto realizzata anche la stazione fissa di controllo dei mezzi pesanti a Vipiteno; progetto per cui si sta ora attendendo l’approvazione dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Walter Pardatscher ha ricordato inoltre che la Società ha già redatto un piano generale di riqualificazione delle proprie aree di servizio volto a migliorare la ricettività delle strutture, potenziare l’offerta dei servizi ed accrescere la conoscenza del territorio che si attraversa. In quest’ambito è previsto anche un importante potenziamento del numero degli stalli riservati ai mezzi pesanti che passeranno, a lavori ultimati, da 413 a 631.

I vertici di Autostrada del Brennero hanno precisato che in questo periodo si intensificheranno i rapporti con gli autotrasportatori e verrà fatta una campagna informativa loro dedicata su carta stampata, sito internet e anche AppA22.

Sistema contromano
Autostrada del Brennero ha installato sulle aree di servizio un sistema sonoro e luminoso capace di generare un allarme presso la centrale operativa della Società (C.A.U.) in presenza di un veicolo in contromano. Sistema affinato per essere installato sugli svincoli di stazione attraverso una cartellonistica ad hoc di grandi dimensioni e ad altissima rifrangenza. «Grazie all’attivazione di tale sistema – ha precisato il Direttore Tecnico Carlo Costa – siamo riusciti, quest’anno, ad intervenire e bloccare quattro veicoli in contromano.»

Mancati pagamenti
L’Amministratore delegato Walter Pardatscher ha presentato infine il Protocollo d’intesa siglato recentemente dal Presidente AISCAT Fabrizio Palenzona e dal Direttore Centrale delle Specialità Roberto Sgalla relativo alla «Sperimentazione per il piano nazionale di attività istruttoria e sanzionatoria in caso di pedaggio autostradale non corrisposto all’atto di uscita dall’autostrada».

Esso fissa una procedura ad hoc, predisposta congiuntamente da Polizia Stradale ed AISCAT, che le concessionarie dovranno recepire, per l’accertamento e la contestazione della violazione di mancato pagamento.

ABC – progetto di sicurezza stradale nelle scuole
Proseguirà anche quest’anno l’impegno di Autostrada del Brennero e Polizia Stradale per l’educazione stradale nelle scuole con la terza edizione del progetto ABC – L’Autostrada del Brennero in città. Si tratta di un progetto di educazione stradale e autostradale che mira a coinvolgere e sensibilizzare gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori sui problemi della guida, nella convinzione che «formare i giovani di oggi significhi avere guidatori attenti e responsabili sulle strade di domani».

Anche quest’anno, come per la passata edizione, sono state fissate date nelle scuole dei principali Comuni lungo l’asse Brennero – Modena e il momento di riflessione e dibattito sarà costruito attorno alla proiezione del film «Young Europe», prodotto dalla Polizia di Stato e cofinanziato dalla Commissione Europea.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136