QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Il Gran Consiglio dei Grigioni in visita alla Provincia di Bolzano. Confronto su collegamenti ferroviari

martedì, 12 aprile 2016

Bolzsano - Il Gran Consiglio dei Grigioni in visita a Bolzano. Confronto con Presidenza e capigruppo sui Comuni, la tutela delle lingue e i collegamenti ferroviari. Gli ospiti dai Grigioni con l’Ufficio di Presidenza e i capigruppo.

Una delegazione del Gran Consiglio dei Grigioni, guidata dal presidente Vitus Dermont e composta dai “presidenti delle frazioni” – questo il nome ufficiale – rappresentate nell’assemblea, è stata accolta oggi in Consiglio provinciale dal presidente Thomas Widmann e dal vicepresidente Roberto Bizzo insieme ai segretari questori Maria Hochgruber Kuenzer, Roland Tinkhauser e Helmuth Renzler e ai capigruppo Dieter Steger, Pius Leitner, Sven Knoll e Andreas Pöder.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il gruppo guidato dal presidente Vitus Dermont e dal vicepresidente Michael Pfäffli, che ha visitato tra l’altro una serie di strutture innovative della provincia (Centro per l’idrogeno, Safety park, Laimburg, IDM-Innovation Development Marketing, funivia del Renon), ha posto ai consiglieri altoatesini alcune domande su temi di interesse condiviso, in primo luogo il numero dei Comuni, la loro eventuale riduzione e il loro finanziamento, nonché il mantenimento dei servizi nelle aree periferiche.

Anche la tutela delle lingue autoctone è stato oggetto delle domande degli ospiti dai Grigioni, dove si parla tedesco, italiano e romancio, lingua retoromanza come il ladino: il presidente Demont appartiene a questo terzo gruppo linguistico, come il 14% dei cittadini (contro il 68% di lingua tedesca e il 10% di lingua italiana) e ha segnalato che il 50% dei componenti del Gran Consiglio capisce questa lingua, tutelata da una recente legge. È stato quindi affrontato il tema della gestione del traffico di transito e delle possibilità di collegamento ferroviario tra Alto Adige e Grigioni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136