Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Alto Adige: impianti di risalita, nel 2018 operativi 361 impianti

venerdì, 8 novembre 2019

Bolzano – Impianti di risalita: nel 2018 operativi in Alto Adige 361 impianti. Sono stati pubblicati i dati aggiornati riguardanti gli impianti funiviari dell’Alto Adige nel 2018. La pubblicazione offre informazioni e raffronti con le regioni limitrofe.

cabinovie - alto adige 1“Impianti a fune in Alto Adige 2018” è questo il titolo di una pubblicazione edita in questi giorni dall’Istituto provinciale di statistica e dall’Ufficio Funivie. La portata complessiva dei 361 impianti operativi in Alto Adige nel 2018 è stata di 531.810 persone/ora raggiungendo 1.473 persone/ora per impianto.

“Gli impianti di risalita sono comodi ed sostenibili e quindi svolgono un ruolo fondamentale per una sana mobilità alpina del futuro. Questi impianti dovranno quindi divenire in futuro un elemento importante della nostra mobilità quotidiana anche al di là del loro utilizzo per il tempo libero e lo sport ed essere utilizzati anche per gli spostamenti dei pendolari e degli studenti” afferma l’assessore provinciale alla mobilità, Daniel Alfreider. Con un fatturato complessivo annuo di 334 milioni di euro (dati del 2017) il settore degli impianti a fune non svolge solo un ruolo d’impulso per l’economia bensì anche per la creazione di posti di lavoro. ”Investiamo costantemente nel miglioramento degli impianti a fune e per mantenere l’Alto Adige sempre più concorrenziale nel settore del turismo” aggiunge Alfreider.

Negli ultimi dieci anni la portata complessiva degli impianti a fune altoatesini è incrementata del 7,1%. La portata oraria media per impianto, rispetto a dieci anni fa, è aumentata dell’11,3%. Nel 2018 le funivie ad ammorsamento automatico registrano la portata oraria più elevata pari a 340.433 persone/ora (64,0% sul totale), seguite dalle seggiovie e cestovie con una portata oraria di 94.884 persone/ ora (17,8%) e dalle sciovie con 81.545 persone/ora (15,3%).

In Austria l’offerta funiviaria si concentra prevalentemente in tre regioni alpine: Tirolo, Salisburgo e Vorarlberg. Il Tirolo dimostra la sua vocazione per il trasporto funiviario, collocandosi in prima posizione sia per il numero degli impianti (1.020) che per la portata oraria (1.482.207 persone/ora). Al secondo posto il Land Salisburgo con 542 impianti ed una portata di 797.770 persone all’ora. L’Alto Adige occupa il 3° posto con 361 impianti ed una portata oraria di 531.810 persone. Nel Trentino gli impianti sono complessivamente 229 ed hanno una portata complessiva di 354.955 persone/ora.

Mettendo in relazione il numero di impianti con la superficie territoriale, emerge il risultato del Vorarlberg, nettamente al comando (118 impianti per 1.000 km²), seguito dal Tirolo (81) e da Salisburgo (76). In coda la regione Valle d’Aosta e la provincia di Trento, con rispettivamente 35 e 37 impianti per 1.000 km². Considerando invece la lunghezza media degli impianti, il Cantone dei Grigioni risulta il primo in classifica, seguito dalla Valle d’Aosta, dall’Alto Adige e dal Trentino; solo gli impianti dei Bundesländer austriaci hanno una lunghezza media per impianto inferiore al chilometro.

 



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136