QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Volley Under 17: l’Itas Btb Trentino batte Segrate e conquista il tricolore

domenica, 9 giugno 2013

Trento – L’Itas Btb Volley Trentino Under 17 è campione d’Italia. Ha battuto in mattinata Segrate 1978 con un perentorio 3-0. A poco meno di un mese dallo Scudetto conquistato al PalaTrento in gara 5 contro Piacenza, la Trentino Volley può celebrare una nuova splendida domenica tricolore. A regalare la gioia per la vittoria di un altro titolo italiano questa volta è stata l’Itas Btb Under 17, capace di chiudere al primo posto le Finali Nazionali di categoria giocate fra giovedì ed oggi a Policoro (Matera) e di firmare quindi uno storico tris.

Quello conquistato stamattina è infatti il terzo scudetto consecutivo per il gruppo gialloblu di mister Francesco Conci, che già nelle due precedenti stagioni si era laureato Campione d’Italia in Under 16. La splendida conferma anche nella categoria superiore è arrivata al termine di una rassegna in cui i giovani trentini (classe 1996 e 1997) non Tomasi, Giannelli, Cavuto e Cristofaletti durante la premiazione anno perso alcun colpo, vincendo tutte le sei partite giocate e lasciando agli avversari appena due set, quelli concessi in semifinale a Treviso. Dopo le belle prestazioni sfoderate nei giorni scorsi contro le varie Castellana Grotte, Ravenna, Padova, Cuneo e, appunto, Treviso, il sigillo su un torneo perfetto è stato quindi messo grazie al 3-0 imposto nella finale sul Volley Segrate 1978, formazione sfidata e battuta anche due settimane prima a Bolzano nella gara che assegnava l’Euregio Cup 2013. Ancora una volta quindi l’Itas Btb Trentino Volley Under 17 ha offerto prova di tutta la propria compattezza e maturità, chiudendo nel migliore dei modi una stagione costellata di soddisfazioni, che l’ha vista trionfare pure in prestigiosi tornei internazionali di categoria come il Memorial Foroni di Miane, il Memorial Serenelli-Cardinali di Loreto, il VolleyStars di Malnate  e chiudere la Serie C regionale al terzo posto assoluto.

A Policoro il gruppo perfettamente amalgamato dalla coppia Conci-Albergati – per otto undicesimi lo stesso che si impose già a Pomezia nel 2012 in Under 16 – non ha quindi tradito le attese e ha nuovamente dimostrato a tutta Italia le qualità di una rosa che può contare sulla grande eccletticità di Giannelli (palleggiatore in Under 20, schiacciatore in Under 17, premiato come mvp), la lucida regia di Bosetti, l’efficacia al centro della rete di Massaccesi e Codarin, la grande continuità di Cavuto e Cristofaletti (miglior battitore) a rete, l’attenzione in seconda linea di De Angelis e la validità del progetto disegnato tre stagioni fa, in cui un ruolo importante l’hanno avuto anche i vari Tomasi, Galassi, Dalla Torre e Hueller, spesso protagonisti in campo durante le finali e tutta la stagione.

La cronaca della Finale Scudetto Under 17. Mister Francesco Conci si affida al consueto starting players, che prevede Bosetti in regia, Cristofaletti opposto, Giannelli e Cavuto in posto 4, Codarin e Massaccesi al centro, capitan De Angelis libero. I gialloblù partono alla grande, approfittando della buona vena al servizio di Cavuto (subito un ace) e di qualche sbavatura avversaria. Eccheli, allenatore del Segrate, sul 5-2 per i gialloblù è quindi costretto a spendere già un time out. La forbice aumenta ancora quando Codarin si scatena in primo tempo (7-3) ben innescato da Bosetti. I lombardi provano a reagire con Sbertoli (10-7), ma è solo un attimo perché Giannelli e Cristofaletti tornano a suonare la carica firmando in attacco il +5 (13-8) e poi il +7 (15-8). Segrate stacca la spina, accusando un evidente calo mentale e l’Itas Btb ne approfitta per chiudere senza particolari problemi (18-10, 23-11) il primo parziale e andare sul cambio di campo sull’1-0 (25-11).
Più equilibrato l’avvio di secondo parziale, in cui Segrate trova anche il primo vantaggio della partita sul 2-3. Sbertoli, principale terminale offensivo avversario, viene marcato attentamente dal muro trentino e in questa maniera i gialloblù ritrovano immediatamente il comando delle operazioni (6-3). Eccheli chiama tempo, la sua squadra diventa più efficace in fase di cambio palla ma non riesce ad avvicinarsi agli avversari perché Bosetti distribuisce bene il gioco senza concedere occasioni di break (10-7). Sul 12-10, dopo un attacco di Sbertoli, è Conci ad interrompere il gioco e a chiarire le idee a Giannelli e compagni che ripartono come se nulla fosse proprio con un paio di attacchi dell’universale bolzanino (14-10). Sul 18-14 c’è spazio anche per la diagonale palleggiatore-opposto di riserva Hueller-Galassi; Segrate resta però in scia sino al 22-20 poi col rientro di Bosetti e Cristofaletti in campo deve cedere 25-22 con l’opposto trentino che firma proprio il punto che porta le due squadre al cambio di campo sul 2-0.
L’Itas Btb sente vicino il terzo tricolore consecutivo e nel terzo set parte a spron battuto (4-0) approfittando dell’ottimo turno al servizio di Cavuto, condito anche da un ace diretto. Segrate ha il merito di non disunirsi e con il muro e gli attacchi di Sbertoli e Pedretti si riavvicina ai gialloblu (7-6). Ancora con la battuta ma pure con la correlazione muro-difesa, i gialloblu trovano un nuovo spunto in fase di break point allungando ancora (12-9 e poi 15-9). Gli avversari non hanno più energie per replicare (18-13, 20-14); la Trentino Volley vola in fretta verso lo Scudetto di categoria che arriva sul definitivo 25-19 grazie ad un errore in battuta di Kely.
“Il nostro scudetto lo abbiamo iniziato a vincere già ieri, spuntandola in una semifinale durissima ed estenuante contro Treviso in cui i ragazzi hanno davvero dimostrato quello che sono da tre anni a questo parte: un gruppo quanto mai unito, determinato e completo – ha dichiarato l’allenatore Francesco Conci al termine della manifestazione – . Superando quello scoglio abbiamo preso ancora più coscienza dei nostri mezzi, completando l’opera nella finale contro Segrate. Avevo chiesto alla vigilia alla squadra di non abbassare la concentrazione dopo la battaglia di ieri; il 25-11 ottenuto nel primo set di oggi è stata la miglior risposta che mi poteva arrivare, poi siamo stati bravissimi a controllare sempre le operazioni. Questa vittoria corona un ciclo splendido, che è iniziato tre anni fa quando nessuno immaginava che potessimo oggettivamente ottenere tre scudetti di fila. Sono felicissimo, voglio ringraziare la Società, tutto lo staff tecnico ma soprattutto gli atleti ed in particolar modo quelli che sono spesso partiti dalla panchina perché il loro contributo è stato davvero determinante”.
Per la Trentino Volley si tratta del quinto scudetto raccolto col settore giovanile, l’ottavo titolo italiano di sempre tenendo conto anche dei tre vinti dalla prima squadra. Risultati che dimostrano ancora una volta di più la grande qualità dell’attività portata avanti non solo dalla squadra di Serie A1 (Si alza il trofeoquattro volte Campione del Mondo in carica) ma anche da quelle più giovani. La possibilità di migliorare ulteriormente il proprio palmares potrà avvenire, fra l’altro, già nel prossimo weekend, quando l’Under 13 prenderà parte alle Finali Nazionali 3×3 di Assisi chiudendo una stagione che per la quarta volta nella sua storia ha visto la Società di via Trener centrare tutte le fasi conclusive delle quattro categorie giovanili.

 

 

Itas Btb Trentino Volley – Volley Segrate 1978 3-0

(25-11, 25-22, 25-19)
ITAS BTB TRENTINO VOLLEY: Cavuto 9, Codarin 8, Bosetti, Giannelli 18, Massaccesi 9, Cristofaletti 10, De Angelis (L); Galassi, Tomasi, Hueller, Dalla Torre. All. Francesco Conci.
VOLLEY SEGRATE 1978: Puylaert 1, Pietroni 4, Colella 9, Roncoroni 2, Sbertoli 6, Pedretti 5, Piccinelli (L); Villa, Monella, Kely, Daveronico. N.e. Gherardi. All. Massimo Eccheli.
ARBITRI: Mattei di Macerata e Grosso di Campobasso.
DURATA SET:
 19’, 27’, 25’; tot. 1h e 11’.
NOTE: Itas Btb Trentino Volley: 12 muri, 4 ace, 11 errori in battuta, 9 errori azioni, 42% in ricezione, 54% in attacco. Volley Segrate 1978: 5 muri, 1 ace, 11 errori in battuta, 10 errori azione, 48% in ricezione, 30% in attacco. Mvp Giannelli

Questa la rosa dell’Itas Btb Trentino Volley Under 17 Campione d’Italia 2013: Mattia Bosetti e Andrea Hueller (palleggiatori); Mirco Cristofaletti (opposto); Oreste Cavuto, Davide Dalla Torre, Simone Giannelli (schiacciatori); Lorenzo Codarin, Luca Massaccesi e Gianluca Galassi (centrali); Carlo De Angelis (libero). Allenatore Francesco Conci, vice allenatore Antonio Albergati, dirigente Florian Kushi, fisioterapista Maciej Palka, aiuto allenatore scoutman Mattia Castello.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136