QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Volley: Trento supera 3-0 Milano e sale al terzo posto nella classifica di SuperLega

domenica, 6 novembre 2016

Trento - Nella giornata, l’ottava assoluta, che metteva di fronte tutte le altre quattro dirette concorrenti per le zone alte, la Diatec Trentino approfitta dell’occasione per cogliere un netto successo su Milano e compiere un bel balzo in avanti nella classifica di SuperLega UnipolSai 2016/17.

volley-trento-diatec-pallavoloGrazie al 3-0 ottenuto stasera al PalaTrento ai danni della Revivre e alla contemporanea sconfitta di Verona a Modena, la formazione gialloblù è infatti salita al terzo posto in graduatoria, scavalcando gli scaligeri alla vigilia dello scontro diretto di mercoledì e tenendo il ritmo di Modena, distante tre punti, e Civitanova che però hanno giocato una partita in più.

Il settimo successo in altrettante partite di campionato è stato in discussione solo nel primo parziale, quando la Revivre ha messo in campo determinazione ed un ottimo servizio facendo vacillare i padroni di casa. Sul 16-21 e poi anche sul 22-24, la Diatec Trentino ha rischiato seriamente di andare sotto 0-1 prima di riprendersi e diventare assoluta padrona del campo imponendosi ai vantaggi per 29-27. Il cambio di ritmo è stato firmato da Urnaut (alla fine mvp con 15 punti ed il 61%), Stokr (appena subentrato a Nelli ed efficacissimo in fase di break) e dalla solita brillante regia di Giannelli. Vinto il primo parziale, per la squadra trentina in seguito è stato tutto più semplice, anche perché Lanza (71% in attacco) e Daniele Mazzone (64% in primo tempo con due muri) hanno contribuito fattivamente alle vittorie piuttosto nette di secondo e terzo set.

La cronaca del match. Nello starting six Angelo Lorenzetti propone Giannelli in diagonale a Nelli, Lanza e Urnaut in posto 4, Solé e Daniele Mazzone al centro, Colaci libero. Milano risponde con Sbertoli di nuovo titolare in regia, Dennis opposto, Hoag e Marretta schiacciatori, Tondo e Galassi al centro, Cortina libero. L’avvio di gara è tutto in salita per la Diatec Trentino, che fatica in ricezione e non trova sbocchi in attacco; Milano ne approfitta, servendo subito molto bene e scappando via prima sul +2 (2-4) e poi sul +3 (4-7), quando Galassi trova un ace diretto su Colaci. Il distacco rimane invariato a lungo (10-13, 14-17), perché Dennis passa con regolarità non permettendo ai padroni di casa, molto imprecisi anche a rete, di riavvicinarsi. Milano ha un altro spunto, quando Hoag trova un ace con l’aiuto del nastro (14-18) e poi quando Marretta ferma Nelli (15-20). Lorenzetti corre allora ai ripari, inserendo Stokr e i gialloblù provano a rifarsi sotto, approfittando dei primi errori meneghini (20-22), ma per pareggiare i conti serve un doppio miracolo difensivo e un break point di Urnaut (24-24). Ai vantaggi la Diatec Trentino mette la freccia con Lanza che mura a uno Hoag e poi chiude alla terza opportunità (29-27) con un altro block vincente, stavolta del neoentrato Van de Voorde su Galassi.

Nel secondo set Lorenzetti conferma in campo Stokr, ma è il suo compagno di diagonale Giannelli a indicare la strada verso la fuga (8-4) con un positivissimo turno al servizio, condito anche da un ace diretto. I gialloblù difendono un’enormità di palloni e ciò consente di avere più e più occasioni di ricostruita, che Stokr e Solé capitalizzano per il 12-6. Milano prova a scuotersi coi servizi di Sbertoli (12-10, time out Lorenzetti), ma poi Trento riparte immediatamente coi muri di Urnaut e Stokr (15-10). E’ lo spunto decisivo per assegnare il parziale, perché in seguito i lombardi pur trovando qualche break point non riescono ad essere più continui e la squadra di casa prende definitivamente il largo col nuovo muro di Stokr e l’ace di Lanza (22-16). Il 2-0 arriva quindi già sul 25-19, con un errore al servizio degli ospiti.

Speculare il terzo periodo, in cui la parità resiste solo sino al 5-5, prima che la Diatec Trentino col muro e col servizio prenda in mano le operazioni e scappi via sul 9-6. Trento è davvero padrona del campo, guidata in regia da un Giannelli superbo, che fa correre spesso il muro avversario a vuoto; Milano prova a rispondere come può ma perde sempre più terreno (15-10) e così nel finale Lorenzetti può concedere la passerella al suo palleggiatore titolare inserendo Blasi. Il 3-0 viene confezionato già sul 25-19, con Lanza in bella evidenza a muro ed in contrattacco.

Siamo stati bravi a recuperare una situazione difficile nel primo set e ai ragazzi va ascritto sicuramente questo merito, però non dobbiamo dimenticarci il motivo per cui ci siamo trovati sotto di così tanti punti – ha commentato l’allenatore della Diatec Trentino Angelo Lorenzetti al termine della partita - . Non siamo ancora sciolti e spesso ci capita di essere troppo contratti in avvio di partita, fra battuta ed attacco. Il nostro miglior gioco è ancora lontano, però nel frattempo era importante vincere in tre set anche una partita come questa, in cui avevamo tutti i favori del pronostico e quindi maggiore pressione”.

Per la Diatec Trentino il prossimo impegno è già in calendario per mercoledì 9 novembre nel tradizionale derby dell’Adige con Verona, che si giocherà in Veneto a partire dalle ore 20.30 (diretta su Radio Dolomiti e www.sportube.tv). L’appuntamento verrà preparato già a partire da lunedì sera con un allenamento in sala pesi al PalaTrento. Di seguito il tabellino dell’ottava giornata di regular season di SuperLega UnipolSai 2016/17 giocata questa sera al PalaTrento.

TABELLINO
Diatec Trentino-Revivre Milano 3-0
(29-27, 25-19, 25-19)
DIATEC TRENTINO: Solé 5, Nelli 2, Urnaut 15, Mazzone D. 9, Giannelli 4, Lanza 14, Colaci (L); Stokr 8, Antonov, Van de Voorde 1, Blasi. N.e. Burgsthaler, Mazzone T., Chiappa. All. Angelo Lorenzetti.
REVIVRE: Hoag 11, Tondo 4, Dennis 7, Marretta 6, Galassi 4, Sbertoli 5, Cortina (L). N.e. Galaverna, Skrimov, Nielsen, Rudi, De Togni, Boninfante, Starovic. All. Luca Monti.
ARBITRI: Vagni di Perugia e Santi di Città di Castello (Perugia).
DURATA SET: 33’, 24’, 21’; tot. 1h e 18’.
NOTE: 3.016 spettatori, per un incasso di 19.189 euro. Diatec Trentino: 9 muri, 3 ace, 20 errori in battuta, 7 errori azione, 59% in attacco, 45% (22%) in ricezione. Revivre Milano: 3 muri, 5 ace, 16 errori in battuta, 4 errori azione, 40% in attacco, 61% (35%) in ricezione. Mvp Urnaut.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136