QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Volley, Trento risponde alla Lube in SuperLega: il perentorio 3-0 casalingo su Piacenza conferma il secondo posto

domenica, 8 gennaio 2017

Trento – Il cammino casalingo nel 2017 inizia con una brillante vittoria per la Diatec Trentino. Nella classica sfida con Piacenza, che il calendario di regular season SuperLega UnipolSai 2016/17 proponeva per il diciottesimo turno, la formazione gialloblù ha infatti superato per 3-0 lo storico avversario, confermando l’inviolabilità del PalaTrento.

jan-stokrIl nono successo stagionale di fronte al proprio pubblico (su nove incontri giocati) ha oltretutto permesso a Lanza e compagni di rispondere alla Lube (tornata a sole tre lunghezze di vantaggio dopo che per quasi 48 ore ne aveva avute sei grazie al successo 3-0 su Milano nell’anticipo di venerdì) e di aprire nel miglior modo possibile sette giorni, in cui sono previsti due incontri per motivi differenti decisamente importanti: mercoledì con Monza (quarti di finale di Coppa Italia), domenica prossima a Perugia nello scontro fra seconda e terza.

La Diatec Trentino arriverà a questi due appuntamenti forte di una crescente condizione di forma e di un gioco sempre più convincente; stasera la Lpr è stata messa all’angolo sin dal primo set, dominato anche grazie ad un approccio magistrale al match, e poi è stata abilmente controllata in quelli successivi, quando ha provato ad opporre più resistenza con Hernandez. L’attacco, diretto in maniera ottimale da Giannelli, ed il sistema muro-difesa hanno concesso pochissimo agli ospiti; Stokr (terzo titolo di mvp consecutivo in campionato) con 16 punti, di cui due a muro ed uno in battuta, ed il 68% a rete è stato l’assoluto protagonista, ben spalleggiato in corso d’opera prima da Van de Voorde (88%) e Solé (67%) e poi da Lanza (50%) ed Urnaut (54%), a segno sempre in momenti importanti della gara.

La cronaca del match. Nonostante Nelli e Daniele Mazzone siano in ripresa e figurino fra i giocatori a referto per la sfida, Angelo Lorenzetti decide di confermare lo starting six visto in campo nelle precedenti esibizioni: Giannelli in regia, Stokr opposto, Lanza e Urnaut schiacciatori, Solé e Van de Voorde centrali, Colaci libero. La Lpr Piacenza si presenta in campo invece con Hierrezuelo al palleggio, Hernandez opposto, Clevenot e Parodi in posto 4, Alletti e Yosifov al centro, Manià libero. L’avvio di partita di Trento è arrembante; con difesa e primo tempo immediatamente efficaci, i padroni di casa scattano bene dai blocchi di partenza, guadagnando tre punti di vantaggio già sul 6-3. Van de Voorde, ispiratissimo, affonda il colpo per il 9-5, costringendo Giuliani (che ha già speso un time out) ad avvicendare Parodi con Zlatanov. La mossa frutta gli effetti desiderati, perché il capitano emiliano va subito a segno e suona la carica per la sua squadra, che con un contrattacco di Clevenot e un muro di Hierrezuelo su Lanza risalgono sino al meno uno (12-11). L’interruzione del gioco operata da Lorenzetti è provvidenziale, perché alla ripresa Stokr scalda il braccio e fa ripartire la macchina da break point gialloblù (15-12 e 17-13). Quando Giannelli mura a uno Hernandez (20-13) il set per la Diatec Trentino è in ghiacciaia; bastano pochi cambiopalla e altri due break point (attacco di Jan e ace di Urnaut) per cambiare campo sull’1-0 (25-17).

Poco dissimile il copione della prima parte del secondo parziale; Trento parte a spron battuto con servizio (altri due ace di Urnaut) e difesa, proiettandosi velocemente sul 7-2 (time out di Giuliani). Hernandez mura prima Lanza e poi Urnaut, riportando in auge i suoi (11-9) e costringendo Lorenzetti a richiamare vicino alla panchina la squadra. La parte centrale del periodo regala equilibrio e cambiopalla in serie (13-11, 15-13, 17-15), almeno fino a quando Piacenza non recupera un ulteriore break (errore a rete di Urnaut per il 17-16). Il rush finale è quindi tiratissimo e caratterizzato da una ricostruita vincente di Stokr da posto 4 (22-20) e da attacchi in fase di ricezione di Lanza e dello stesso Jan per il 25-23.

Molto combattuto anche il terzo set, in cui la Lpr prova a mettere il naso avanti (3-4), prima di ritrovarsi di nuovo subito sotto per mano del solito Stokr (7-5). Hernandez con un ace riporta in parità il punteggio (10-10), poi Piacenza mette di nuovo la freccia con un muro di Alletti su Solé. Sul 12-13 Lorenzetti chiama time out e alla ripresa Lanza mura lo stesso cubano, che poi sbaglia anche il successivo attacco da seconda linea (15-13). La Diatec Trentino capisce che è il momento di alzare il ritmo e con l’opposto ceco (ace) e Van de Voorde (muro) prende il largo (19-14); il treno in corsa è lanciato e vola verso il 3-0 (25-20): nono successo stagionale casalingo su nove incontri giocati.

La settimana che ci stiamo mettendo alle spalle è stata importante e l’abbiamo affrontata con lo spirito giusto. La chiudiamo con un successo autoritario su Piacenza, in cui abbiamo fatto tutto piuttosto bene ad eccezione della difesa, fondamentale in cui dobbiamo ancora crescere – ha dichiarato nel post partita l’allenatore della Diatec Trentino Angelo Lorenzetti – . Adesso ci attendono due gare ancora più difficili in cui speriamo di poter contare sull’appoggio dei nostri tifosi, perché possono fare la differenza come accaduto spesso in queste partite casalinghe”.
Fra tre giorni, mercoledì 11 gennaio, il prossimo impegno – sempre di fronte al proprio pubblico: alle 20.30 al PalaTrento sarà di scena la Gi Group Monza per il quarto di finale (gara unica) di Del Monte Coppa Italia: match compreso in abbonamento. In SuperLega invece l’incontro più vicino in calendario è quello di domenica 15 gennaio al PalaEvangelisti di Perugia contro la Sir Safety Conad.

Di seguito il tabellino della gara della diciottesima giornata di regular season SuperLega UnipolSai 2016/17, giocata stasera al PalaTrento.

Diatec Trentino-Lpr Piacenza 3-0
(25-17, 25-23, 25-20)
DIATEC TRENTINO: Lanza 12, Van de Voorde 8, Giannelli 8, Urnaut 10, Solé 7, Stokr 16, Colaci (L); N.e. Nelli, Burgsthaler, Antonov, Mazzone T., Blasi, Chiappa, Mazzone D.. All. Angelo Lorenzetti.
LPR: Clevenot 8, Yosifov 3, Hernandez 17, Parodi 3, Alletti 2, Hierrezuelo 3, Manià (L); Zlatanov 1, Cottarelli, Tzioumakas. N.e. Papi, Marshall, Tencati. All. Alberto Giuliani.
ARBITRI: Cesare di Roma e Boris di Pavia.
DURATA SET: 24’, 36’, 23’; tot 1h e 23’.
NOTE: 3.429 spettatori per un incasso di 25.108 euro. Diatec Trentino: 7 muri, 5 ace, 16 errori in battuta, 5 errori azione, 64% in attacco, 66% (38%) in ricezione. Lpr: 5 muri, 3 ace, 9 errori in battuta, 5 errori azione, 46% in attacco, 51% (32%) in ricezione. Mvp Stokr.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136