QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Volley, SuperLega UnipolSai: Trento cede alla Lube Treia solo al tie break

domenica, 1 marzo 2015

Civitanova Marche – Il Palasport di Civitanova Marche, nuova casa della Lube, ed i suoi oltre 4.200 spettatori respingono solo dopo cinque set ed oltre due ore di gioco il primo tentativo di assalto da parte dell’ENERGY T.I. Diatec Trentino. La formazione gialloblù questo pomeriggio è infatti uscita sconfitta solo al tie break nel big match del ventunesimo turno di regular season SuperLega UnipolSai contro Treia cedendo al tempo stesso anche il primato in classifica a Modena (vittoriosa in casa con Ravenna e ora avanti di uno) proprio alla vigilia del turno di riposo.Muro a tre gialloblu contro Kurek

Il terzo stop stagionale in campionato non intacca comunque quanto di buono sin qui fatto da Birarelli e compagni in campionato; il prezioso punto conquistato consentirà infatti di tenere a debita distanza la stessa Lube anche dopo aver osservato il turno di riposo in regular season nel prossimo weekend.

La trasferta nella Marche può essere archiviata quindi positivamente perché nel corso della gara la squadra di Stoytchev ha dato dimostrazione di non essere salita a caso tanto in alto in classifica; con una grandissima forza di volontà e capacità di adattamento alle varie situazioni che la partita ha creato, i gialloblù sono stati in grado di portarsi due volte avanti, vincendo primo e terzo parziale prima di subire la rimonta dei padroni di casa, guidati dai redivivi Fei (in campo fin dal primo set al posto di Sabbi ed mvp con 21 punti ed il 57% a rete) e Podrascanin. L’allenatore bulgaro nel corso del match ha alternato diversi effettivi trovando ottime risposte in particolar modo da Giannelli, titolare in pianta stabile da metà del secondo parziale ed autore di una prova efficace in cabina di regia al posto di Zygadlo, e Nelli (4 punti). Alla giovane diagonale palleggiatore-opposto non sono tremate le mani nel momento più difficile, ma pur poggiandosi sui loro spunti, Trento a gioco lungo ha dovuto inchinarsi all’efficacia a rete di Kurek e alla giornata a corrente alternata degli attaccanti di posto 4 Kaziyski e Lanza (comunque decisivi nei due set vinti). Best scorer dell’ENERGY T.I. Diatec Trentino l’opposto Martin Nemec con 18 punti (di cui 3 a muro e uno al servizio) ed autore di una prova pressoché perfetta nei primi tre parziali.

La cronaca della gara. Gli starting six non offro particolari novità rispetto a quanto preventivato alla vigilia: Radostin Stoytchev sceglie la consueta formazione titolare per la sua ENERGY T.I. Diatec Trentino schierando Zygadlo in regia, Nemec opposto, Kaziyski e Lanza schiacciatori, Birarelli e Solé al centro, Colaci libero; la Cucine Lube Banca Marche presentata da Alberto Giuliani prevede invece Baranowicz al palleggio, Sabbi opposto, Kurek e Parodi in posto 4, Podrascanin e Stankovic centrali, Henno libero. L’avvio di partita è tutta nel segno degli ospiti che approfittano di una Lube molto fallosa a rete (tre errori fra Kurek e Sabbi) per scappare sul 7-4.

Giuliani interrompe subito il gioco ma alla ripresa è ancora Trento con due break point di Kaziyski ad allungare ulteriormente sull’11-7. Il tecnico dei cucinieri allora inserisce Fei per un Sabbi fuori giri, ma la musica non cambia perché Trento concede poco agli avversari (15-12, 18-14) grazie ad una buona continuità nella propria fase di cambiopalla. Un errore di Lanza sembra poter riportare nel match i locali (22-20); i gialloblù fiutano il pericolo e ripartono con Birarelli (attacco e muro su Podrascanin per il 24-20), chiudendo poi sul 25-21.

Il buon momento trentino continua anche nel secondo set: Nemec e gli errori della Lube spingono l’ENERGY T.I. Diatec Trentino sul 4-1 prima e poi sull’8-4 dopo che Parodi da solo in attacco aveva provvisoriamente ricomposto lo strappo sul 4-4. Giuliani corre nuovamente ai ripari inserendo Kovar per lo stesso Parodi, incappato in due errori consecutivi a rete, ma Trento è un treno lanciato e con lo slovacco in attacco vola sino al +5 (12-7). Dopo il time out tecnico arriva la reazione della Lube, guidata da Kurek che proietta i suoi sino al 14-12; Stoytchev ferma tutto per riordinare le idee ma la tendenza del parziale è cambiata. I padroni di casa impattano infatti con Fei sul 14-14 e poi scappano via approfittando dei problemi in ricezione di Kaziyski e Lanza (14-18). L’allenatore bulgaro allora avvicenda Giannelli a Zygadlo e poi successivamente Fedrizzi a Kaziyski senza ottenere i risultati sperati (18-22): Treia non lascia più nulla e trascinata da Kurek si porta in parità sull’1-1 col 19-25 chiuso proprio dal polacco.

Nel terzo set in cabina di regia per l’ENERGY T.I. Diatec Trentino c’è ancora Giannelli, confermato in campo da Stoytchev: la mossa dà i suoi frutti, visto che i gialloblù scattano dai blocchi di partenza con un ottimo piglio (4-1, 8-6, 12-9), sorretti da una buona fase in cambiopalla e da un muro in cui Birarelli torna a fare la voce grossa. Il bolzanino trova in Nemec e Kaziyski due punti fermi per l’attacco, tant’è vero che grazie al duo di palla alta Trento scappa via sul +4 (19-15); la Lube prova a replicare con Fei (22-20, time out Stoytchev). A Giannelli però non tremano le mani, trova anche un ace per il 24-20, che poi Lanza trasforma in 25-21.

L’avvio di quarto set vede Trento ancora molto attiva in fase di break point (4-2), ma la Lube opera il controsorpasso ben prima del time out tecnico (5-9, 10-12) anche approfittando di un piccolo infortunio alla mano sinistra di Lanza (sostituito per un paio di scambi da Fedrizzi). Quando Pippo rientra però i gialloblù tornano subito a ridosso degli avversari (11-12); è solo un attimo però perché poi a muro si scatena Podrascanin che riapre il margine (11-16). Il time out di Stoytchev sortisce qualche effetto (15-18, due punti di Lanza), poi l’allenatore bulgaro inserisce Mazzone, Nelli e Burgsthaler e la squadra lotta come un leone sino al punto del pareggio (22-22), propiziato da un ottimo turno al servizio di Nelli (condito anche da un ace diretto). Allo sprint è però ancora Podrascanin (6 block vincenti solo nel quarto periodo) a mandare le squadre al tie break (23-25).

Nel quinto set Nelli resta in campo al posto di Nemec e si carica la squadra sulle spalle sino al 6-8, poi entra lo slovacco; i gialloblù tengono botta sino al 9-9 e successivamente cedono sui colpi di Podrascanin (12-15).
“Abbiamo perso una partita che potevamo anche vincere – ha dichiarato a fine gara Radostin Stoytchev – , brava la Lube ad approfittarne ma il nostro rammarico sta tutto nel non aver gestito bene alcune occasioni nel tie break. In generale è stata una gara nervosa, non bellissima dal punto di vista tecnico, che ci ha visto giocare una fase di cambiopalla costantemente al di sotto delle nostre possibilità. Siamo stati bravi a non trovare troppi errori diretti col servizio ma al tempo stesso non siamo riusciti ad essere incisivi con questo fondamentale. E’ presto per dire se il punto sarà fondamentale per la nostra classifica, ci sono davanti ancora tante partite e tante situazioni possono ancora modificarsi in un verso o nell’altro”.

L’ENERGY T.I. Diatec Trentino rientrerà a Trento nella serata odierna e prima di tornare ad allenarsi al PalaTrento godrà di un giorno di riposo. Martedì mattina la squadra inizierà a preparare il prossimo appuntamento; dopo una pausa di un mese e mezzo giovedì 5 marzo sarà di nuovo il momento di misurarsi in campo europeo con la formazione gialloblù che ospiterà i belgi del Knack Roeselare nell’andata del Challenge Round di 2015 CEV Cup. Per rivedere in campo Birarelli e compagni in SuperLega UnipolSai bisognerà invece attendere due settimane (domenica 15 marzo, match casalingo con Città di Castello): durante il prossimo weekend di regular season la Trentino Volley osserverà il turno di riposo del girone di ritorno.

Di seguito il tabellino della gara della ventunesima giornata di regular season di SuperLega UnipolSai giocata questo pomeriggio al Palasport di Civitanova Marche.

Cucine Lube Banca Marche Treia-ENERGY T.I. Diatec Trentino 3-2 (21-25, 25-19, 21-25, 25-23, 15-12)
CUCINE LUBE BANCA MARCHE: Podrascanin 13, Baranowicz 5, Kurek 23, Stankovic 10, Sabbi 2, Parodi 4, Henno (L); Paparoni (L), Fei 21, Kovar 10, Monopoli. N.e. Bonacic e Shumov. All. Alberto Giuliani.
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Zygadlo, Lanza 9, Solé 8, Nemec 18, Kaziyski 15, Birarelli 5, Colaci (L) ; Giannelli 4, Fedrizzi, Mazzone 1, Nelli 4, Burgsthaler. N.e. Thei,. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Cesare di Roma e Bartolini di Signa (Firenze).
DURATA SET: 25’, 25’, 28’, 32’, 18’; tot 2h e 8’.
NOTE: 3.920 spettatori per un incasso di 27.330 euro. Cucine Lube Banca Marche: 10 muri, 2 ace, 23 errori in battuta, 15 errori azione, 52% in attacco, 62% (35%) in ricezione. ENERGY T.I. Diatec Trentino: 8 muri, 5 ace, 16 errori in battuta, 4 errori azione, 46% in attacco, 58% (40%) in ricezione. Mvp Fei.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136