QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, SuperLega UnipolSai: l’Energy Diatec Trentino passa a San Sepolcro. Battuto l’Altotevere Città di Castello: è terza in classifica

domenica, 14 dicembre 2014

Sansepolcro – In Toscana l’ENERGY T.I. Diatec Trentino si riprende immediatamente quello che il turno di riposo di SuperLega, osservato nel precedente weekend, le aveva tolto. Grazie al successo odierno sul campo dell’Altotevere Città di Castello i gialloblù hanno infatti ritrovato il terzo posto in classifica, scavalcando nuovamente la Sir Safety Perugia – caduta ieri sera a Macerata contro la Lube.Emanuele BIRARELLI, attacco

La netta affermazione per 3-0 sulla compagine umbra consente allo stesso tempo alla squadra di Stoytchev di inaugurare nel miglior modo il tour de force che l’attende da qui a fine dicembre dovendo fare i conti con altri quattro impegni ufficiali (tre di campionato ed uno, il più vicino, di Coppa CEV). Per avere ragione dei padroni di casa Birarelli e compagni hanno alzato sin dal primo punto un muro di straordinaria fattura per capacità di lettura nel gioco di Corvetta e posizionamento: i 9 block vincenti del primo parziale (6 solo di Nemec) hanno immediatamente intimorito i padroni di casa, che hanno faticato a riprendersi anche nella frazione successiva, giocando di fatto alla pari solo la terza. Trento è stata brava a gestire la situazione nei primi due parziali anche grazie ad un Zygadlo molto efficace a distribuire il gioco su tutto il fronte d’attacco e poi nell’ultima ha mostrato il carattere da grande squadra trasformando un 17-20 in un 25-21 per mezzo dei servizi di Kaziyski e degli attacchi di Lanza.

Sugli scudi, su tutti, proprio Martin Nemec (best scorer con 15 punti personali) ma anche lo stesso Pippo (13 palloni vincenti al rientro col 50% a rete, un muro e un ace) e capitan Birarelli (9 con 4 block ed il 71% in primo tempo) hanno detto la loro sino in fondo. Città di Castello si è affidata quasi solo a Baroti (17) venendo meno nei momenti decisivi del terzo set che potevano forse riaprire la gara.

La cronaca della gara. Lo starting six della ENERGY T.I. Diatec Trentino torna ad essere quello tipo dopo che negli ultimi due match ufficiali Stoytchev aveva effettuato diverse modifiche:

Zygadlo agisce in regia, Nemec opposto, Kaziyski-Lanza in posto 4, Birarelli-Solé al centro e Colaci libero; Paolo Montagnani, tecnico di Città di Castello, propone inizialmente un’Altotevere con Corvetta alzatore, Baroti opposto, l’ex Della Lunga e Randazzo schiacciatori, Aganits e Mazzone al centro, Tosi libero. L’inizio di match è nel segno dei muri di Nemec: lo slovacco ne firma cinque quasi consecutivamente consentendo ai gialloblù di allungare subito dal 6-6 al 12-7 con apparente facilità. Nel singolo fondamentale si mette poi in luce anche Birarelli (due) che spinge Trento sino al 18-11; Città di Castello prova a rialzare la testa con Randazzo (attacco e ace per il 19-14) ma è solo un breve sussulto perché poi Nemec, ancora lui, torna a fare la voce grossa e conduce sino al 25-16 finale la propria squadra. Chiude un ace di Lanza.

Nel secondo set l’equilibrio resiste sino al 9-9 poi è ancora una volta il muro, stavolta con Zygadlo, ad offrire un’accelerazione importante (12-9). Birarelli non vuole essere da meno e, fermando Mazzone al centro, firma il 14-10 (time out Montagnani). Ci pensa poi Kaziyski (ace e pipe) a siglare il +6 (17-11). L’ENERGY T.I. Diatec Trentino viaggia in scioltezza verso il 2-0 che arriva sul 25-17 grazie ad un paio di spunti anche di Lanza e ad un altro muro vincente del capitano, bravo a mettere la museruola anche a Baroti (l’unico a passare con una certa continuità).

Città di Castello, con Franceschini e Dolfo in campo al posto di Aganits e Della Lunga, prova a reagire in avvio di terzo periodo, spinta da un positivo Randazzo (4-6, 5-9). Nel momento di massimo vantaggio i padroni di casa iniziano a commettere qualche errore di troppo con gli stessi Franceschini e Randazzo consentendo agli ospiti di risalire la china sino al 10-11. Baroti picchia forte e ricostruisce un piccolo margine (14-17), Kaziyski col servizio ricuce lo strappo (19-20) con l’attacco e poi con i suoi ace permette ai gialloblù di mettere la freccia (22-20). Ci pensa Lanza a chiudere la contesa sul 25-21.

“Abbiamo iniziato il match col piglio giusto specialmente a muro ed in particolar modo con Nemec, che in questo fondamentale ha fatto qualcosa di strepitoso nel primo set – ha commentato a fine gara Radostin Stoytchev – . Grazie ai suoi spunti tutto è stato piuttosto semplice e abbiamo sfruttato questa condizione mentale anche nel secondo parziale per portarci, in una condizione di controllo, sul 2-0. Nel terzo set Città di Castello ha rischiato il tutto per tutto ma siamo stati bravi ad essere lucidi nel recuperare la situazione e chiudere il match sul 3-0; sono contento perché riusciamo a chiudere partite come queste sfruttando più armi a nostra disposizione nell’arco dello stesso incontro. Tatticamente avevamo impostato bene la gara e questi sono stati i frutti. Adesso pensiamo già alla prossima partita da giocare in trasferta per la Coppa CEV, un viaggio che non ci fa sicuramente comodo prima del match con Modena ma che accettiamo senza cercare alibi come abbiamo sempre fatto”.

Per l’ENERGY T.I. Diatec Trentino la trasferta iniziata ieri proseguirà sino a giovedì toccando Tel Aviv (Israele), dove mercoledì sera si giocherà la gara di ritorno degli ottavi di finale di 2015 CEV Cup sul campo del Maccabi. In campionato, invece, il prossimo impegno è previsto per domenica 21 dicembre al PalaTrento contro Modena (ore 17, prevendite attive nuovamente da lunedì presso il Trentino Volley Point).

Di seguito il tabellino della gara della decima giornata di regular season di SuperLega UnipolSai giocata questa sera al Palasport di San Sepolcro.

Altotevere Città di Castello-ENERGY T.I. Diatec Trentino 0-3 (16-25, 17-25, 21-25)
ALTOTEVERE: Corvetta 1, Della Lunga 5, Aganits, Baroti 17, Randazzo 9, Mazzone 3, Tosi (L); Dolfo 3, Maric 1, Franceschini. N.e. Teppan, Lensi, Daldello. All. Paolo Montagnani.
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Lanza 13, Solé 4, Nemec 15, Kaziyski 10, Birarelli 9, Zygadlo 2, Colaci (L); Fedrizzi, Giannelli. N.e. Nelli, Thei, Mazzone e Burgsthaler. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Boris di Vigevano (Pavia) e Pasquali di Venarotta (Ascoli Piceno).
DURATA SET: 23’, 22’, 26’; tot 1h e 11’.
NOTE: 1.211 spettatori per un incasso di 4.376 euro. Altotevere: 4 muri, 1 ace, 11 errori in battuta, 7 errori azione, 41% in attacco, 48% (21%) in ricezione. ENERGY T.I. Diatec Trentino: 14 muri, 5 ace, 6 errori in battuta, 5 errori azione, 47% in attacco, 58% (36%) in ricezione. Mvp Nemec.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136