QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Volley, SuperLega UnipolSai: l’Energy Diatec Trentino espugna Perugia al tie break

domenica, 26 ottobre 2014

Perugia – La ENERGY T.I. Diatec Trentino supera il primo esame di maturità stagionale propostole dal calendario di SuperLega UnipolSai 2014/15 già alla seconda giornata. Sul sempre difficile campo dei vice-campioni d’Italia della Sir Safety Perugia, i gialloblù questa sera si sono infatti splendidamente imposti per 3-2 nel big match della giornata trasmesso in diretta tv da RAI Sport 1.trento trentino volley Prima foto di squadra stagionale

Risultato prestigioso e assolutamente meritato, arrivato al termine di una partita in cui la rinnovata formazione di Stoytchev ha confermato quanto di buono sin qui fatto nell’ultimo mese specialmente sotto l’aspetto della tenuta mentale. L’affermazione al tie break in rimonta (da 0-2 a 3-2) al PalaEvangelisti contro una delle principali favorite del campionato non offre solo i due – comunque preziosissimi – punti per la classifica (che continua a vedere la Trentino Volley ai piani alti col quarto posto) ma anche un’ulteriore iniezione di fiducia ed entusiasmo a tutto l’ambiente gialloblù. Per risalire la china in maniera così importante dopo un doppio svantaggio serviva carattere e determinazione ancora prima del gioco: l’ENERGY T.I. ha dimostrato di averlo, sciorinando nella seconda parte del match una pallavolo convincente, priva di particolari sbavature (un solo errore in attacco in tutto il match) e che ha saputo esaltare anche le prove dei singoli oltre che quella di squadra (muro e difesa super). Ai fini del successo fondamentali i 25 punti di Kaziyski (col 57%), i 13 di Solé (con 4 muri) ma anche la grande tenuta di Lanza in tutti i fondamentali, quella di Colaci in seconda linea e l’ottimo innesto di Burgsthaler, decisivo nella rimonta partita nel terzo set ma anche nel tie break. Tutta sostanza anche la prova di Nemec (4 muri e 3 ace), che non ha per nulla sfigurato al cospetto di un Atanasijevic sempre incisivo ma lasciato un po’ troppo solo nei momenti importanti.

La cronaca della gara. Lo starting six della ENERGY T.I. Diatec Trentino non presenta sostanziali novità: Zygadlo in regia, Nemec opposto, Kaziyski-Lanza in posto 4, Birarelli-Solé al centro e Colaci libero; Nikola Grbic, alla prima partita casalinga da allenatore, propone inizialmente una Sir Safety con De Cecco alzatore, Atanasijevic opposto, Fromm e Maruotti schiacciatori, Buti e Beretta al centro, Fanuli libero. L’impatto migliore sul match lo hanno i locali, che con Fromm pungono in attacco e al servizio (due ace per il 4-6 prima e 9-12); Trento rimane a ruota grazie agli errori al servizio degli umbri ma fatica in attacco. Dopo il time out tecnico Atanasijevic si scatena e inanella break point in serie: la Sir Safety scappa (12-17, 13-19) costringendo Stoytchev ad interrompere il gioco. La musica però non cambia: l’opposto serbo è ispiratissimo, il muro trentino soffre (15-22) e solo un paio di acuti di Kaziyski (18-22, 21-24) limitano il parziale del primo set che si conclude sul 21-25.

La seconda frazione vive sul filo dell’equilibrio grazie ad un cambiopalla che nella metà campo della ENERGY T.I. Diatec Trentino funziona meglio (6-6, 10-10); Birarelli col muro offre uno spunto importante (13-11) fermando Atanasijevic. Il margine rimane intatto sino al 18-16, quando poi si scatenano De Cecco (muro su Kaziyski per il 18-18) e Maruotti che firma l’allungo col servizio (20-22). Stoytchev puntella la ricezione con Thei, spende anche un time out sul 21-23 ma le sue mosse non invertono la tendenza: chiude Atanasijevic sul 22-25.

Trento accusa il colpo e paga dazio in attacco, dove Buti ferma più volte Kaziyski portando i suoi subito avanti di tre (4-7). Stoytchev chiama time out e trova la risposta che desiderava: Solé mura e firma tre attacchi che valgono il sorpasso (12-10, tempo per Grbic). Il centrale argentino diventa assoluto protagonista spingendo i gialloblù (in cui Burgsthaler trova spazio al posto di Birarelli) al pesante allungo (16-13, 19-14). E’ lo spunto decisivo, perché poi Zygadlo gestisce ben il vantaggio servendo bene i suoi (22-16); il punto che porta le squadre al quarto set è di Kaziyski (25-19).

Il cambio di campo non fa perdere il ritmo alla ENERGY T.I. Diatec Trentino, in cui Stoytchev ripropone Birarelli fra i titolari; proprio un muro del capitano apre la forbice (6-4), allargata poi da un ace di Kaziyski (8-5). Grbic prova a correre ai ripari interrompendo il gioco ma è lo stesso Matey a firmare il +4 (mani out) che vale l’ulteriore accelerazione (12-8); il nuovo tecnico umbro allora chiama in causa anche Vujevic e Paolucci, ma la sua squadra non riesce a ritrovarsi e perde sempre più contatto (19-12, 21-15). Anche in questo caso Trento è brava a gestire il cospicui vantaggio: il tie break viene raggiunto sul 25-18 con Stoytchev che nel finale getta nella mischia anche Giannelli, Burgsthaler e Thei per far rifiatare i suoi. A garantire punti c’è sempre Kaziyski.
Il quinto set vede Perugia scappare via sul 3-5 (tetto fischiato da Pasquali a Zygadlo) e poi sul 6-9; i gialloblù risalgono sino al 10-10 col muro di Nemec (su Sunder) e grazie ad un errore di Atanasijevic. L’ace fortunoso dell’opposto slovacco permette ai suoi di mettere la freccia (13-12), poi Burgsthaler (muro su Sunder) fa il +2. Atanasijevic pareggia i conti (14-14), nulla può poi sull’errore di Buti che consegna il definitivo 17-15 ed il 3-2 alla Trentino Volley.

“Sono contento per una vittoria raccolta con carattere, spirito, gioco e tanta determinazione – ha commentato a fine gara Radostin Stoytchev – . Dobbiamo migliorare molto dal punto di vista tecnico-tattico ma stasera mi tengo stretta soprattutto la reazione che sullo 0-2 è stata davvero splendida. Non abbiamo mai mollato, nemmeno nei momenti più difficili, e questo è un segnale importante che diamo soprattutto a noi stessi. Siamo partiti con percentuali in attacco basse, poi poco a poco siamo saliti trovandoci sempre meglio anche in tutti gli altri fondamentali. Come sempre Burgsthaler si è rivelato preziosissimo, ma anche Kaziyski ha fatto cose che non gli vedevo compiere da un po’. Per noi inizia un tour de force molto delicato, ma è sicuramente meglio aprirlo così. Voglio dedicare questa vittoria a Edo Benedetti e Alberto Ciurletti”.

Il prossimo appuntamento in campionato per la ENERGY T.I. Diatec Trentino, che rientrerà a Trento nella notte, è fissato già per mercoledì 29 ottobre al PalaTrento quando a far visita arriverà la Exprivia Neldiritto Molfetta nel turno infrasettimanale di regular season.

Di seguito il tabellino della gara della seconda giornata di regular season di SuperLega UnipolSai giocata questa sera al PalaEvangelisti di Perugia.

Sir Safety Perugia-ENERGY T.I. Diatec Trentino 2-3
(25-21, 25-22, 19-25, 18-25, 15-17)
SIR SAFETY: Buti 8, De Cecco 3, Maruotti 8, Beretta 9, Atanasijevic 28, Fromm 6, Beretta 9, Fanuli (L); Sunder 12, Vujevic, Paolucci. N.e. Giovi, Barone, Tziuomakas. All. Nikola Grbic.
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Kaziyski 25, Birarelli 9, Zygadlo 2, Lanza 11, Solé 13, Nemec 15, Colaci (L); Thei, Mazzone, Giannelli, Burgsthaler 3. N.e. Fedrizzi. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Pasquali di Venarotta (Ascoli Piceno) e Gnani di Ferrara.
DURATA SET: 25’, 30’, 28’, 26’, 21’; tot 2h e 10’.
NOTE: 3.300 spettatori; incasso non comunicato. Sir Safety: 5 muri, 4 ace, 19 errori in battuta, 10 errore azione, 45% in attacco, 53% (33%) in ricezione. ENERGY T.I. Diatec Trentino: 14 muri, 4 ace, 18 errori in battuta, 1 errore azione, 50% in attacco, 55% (42%) in ricezione. Cartellino giallo a Lanza sul 4-2 del quinto set. Mvp Atanasijevic.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136