QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Volley, SuperLega UnipolSai: Diatec Trentino campione d’inverno grazie al 3-0 su Piacenza. La rivincita nei quarti di Coppa Italia

domenica, 28 dicembre 2014

Trento – Il 2014 ed il girone d’andata di regular season SuperLega UnipolSai si chiudono nel miglior modo possibile per l’ENERGY T.I. Diatec Trentino. Superando stasera per 3-0 la storica rivale Copra Piacenza nel tredicesimo turno di campionato, l’ultimo della fase ascendente, la formazione trentina ha infatti conquistato, complice la sconfitta di Modena a Macerata, il titolo d’inverno della regular season di SuperLega UnipolSai 2014/15.

Il primo posto in classifica con 30 punti ed appena una sconfitta in dodici partite permetterà alla squadra di Radostin Stoytchev di essere la principale testa di serie del tabellone dei quarti di finale di Coppa Italia 2015.

Il 6 gennaio, sempre al PalaTrento, i gialloblù se la vedranno proprio con Piacenza, scivolata all’ottavo posto a causa del ko, nella gara secca che garantisce alla vincente l’accesso alla Final Four di Bologna nel successivo weekend.

Per staccare il successo numero 400 di sempre nella storia della Trentino Volley, Birarelli e compagni hanno offerto ancora una volta una prova convincente in ogni settore del campo dimostrando di avere dalla loro anche grande carattere, utile a risalire la china in un primo set iniziato malissimo e poi a chiudere i conti nel terzo, quando Piacenza l’aveva costretta ai vantaggi dopo una bella rimonta. Sugli scudi nuovamente il fondamentale dell’attacco (53% di squadra con appena 4 errori diretti) ed in particolar modo Martin Nemec; l’opposto slovacco ha confermato il suo magic moment firmando 17 punti con 4 ace ed il 57% a rete e vincendo giustamente per il quarto match consecutivo il titolo di mvp del match. Assieme a lui ottima la prova anche di Lanza (16 col 58% e due muri) e della coppia Colaci-Zygadlo, bravissimi rispettivamente a tenere in gioco tanti palloni e a distribuirli in maniera molto lucida su tutto l’arco della rete. Per la Trentino Volley si tratta del quinto (platonico) titolo di Campione d’inverno della propria storia, dopo quelli precedentemente ottenuti a metà stagione 2003/04, 2009/10, 2010/11 e 2011/12.

La cronaca della gara. Stoytchev non apporta modifiche allo starting six della sua ENERGY T.I. Diatec: Zygadlo agisce in regia con Nemec in diagonale, Kaziyski e Lanza ricoprono i due posti di schiacciatori ricevitori, Solé e Birarelli al centro della rete, con Colaci libero; Andrea Radici schiera Piacenza con Vermiglio alzatore, Poey opposto, Massari e Zlatanov laterali Alletti e Ostapenko al centro, Mario Junior libero. L’inizio della gara è tutto di marca ospite: Ostapenko mura Solé poi Massari colpisce due volte in ricostruita e il russo trova successivamente pure due ace per l’1-7. Stoytchev spende subito un time out e i gialloblù provano a riavvicinarsi con Kaziyski e Nemec (battuta punto) sul 4-7; servono anche due break di Lanza per portare a i padroni di casa a stretto contatto (9-10). Prima del time out tecnico l’ENERGY T.I. Diatec Trentino mette la freccia con Solé (11-10) e poi subito dopo allunga sul +2 con Kaziyski (15-13). Nemec col servizio e l’attacco produce un altro strappo significativo (dal 18-16 al 23-16) realizzando anche tre ace: Radici chiama time out e getta nella mischia Papi ma il primo set finisce in fretta fra le mani dei trentini, con Lanza che mura Poey e manda le squadre al cambio di campo sul 25-17.

Nel secondo set Trento prende immediatamente le redini del gioco in mano con Lanza (4-2 e 6-4) ma Piacenza non molla e grazie a Poey agguanta la parità già sul 7-7. Birarelli con un primo tempo su ricostruita riapre la forbice (10-8) che poi Nemec da seconda linea rende nuovamente più ampia (12-9). Zlatanov tira out la pipe e i gialloblù volano al massimo vantaggio (+4, 15-11). La parte finale della frazione è quindi in assoluto controllo (18-14, 22-16) con Kaziyski che mette a terra palloni a ripetizione, ben spalleggiato da Nemec. Chiude di nuovo Lanza, ancora sul 25-17 e ancora con un muro su Poey.

Proseguendo sull’onda lunga dell’entusiasmo della chiusure del precedente set, l’ENERGY T.I. Diatec Trentino viaggia a vele spiegate anche nel terzo periodo (4-1, 8-5, 10-6) grazie ad un Nemec sempre in palla ed ad uno Zygadlo che toglie punti di riferimenti al muro avversario. Radici alterna Papi con Massari ma il copione non cambia: Trento spinge col servizio, Piacenza fatica a starle a ruota pur trovando un paio di spunti individuali di valore di Poey (muro su Lanza) e Alletti per il 16-14. Un parziale di 4-6 targato Copra con ancora l’opposto cubano sugli scudi riapre diametralmente il set: gli emiliani impattano sul 20-20. Si va ai vantaggi (23-23, 24-24), dove i gialloblù hanno più sangue freddo. Chiude ancora Lanza in contrattacco (27-25).

“Aver ritrovato la testa della classifica proprio al termine del girone d’andata non deve cambiare il nostro modo di approcciarci a questo campionato – ha commentato a fine gara l’allenatore della ENERGY T.I. Diatec Trentino Radostin Stoytchev – . Ci fa ovviamente piacere essere davanti e testimonia quanto la squadra stia lavorando bene in palestra ma dobbiamo tenere i piedi per terra perché continuo a credere in quanto avevo affermato ad inizio stagione: ci sono almeno quattro squadre sulla carta più forti di noi e con questo spirito dovremo affrontare anche il quarto di finale di Coppa perché pensare di essere più forti degli altri potrebbe davvero essere deleterio. Stasera abbiamo iniziato la partita con scarsa concentrazione e Piacenza ha provato a punirci subito; siamo stati bravi a risalire in fretta grazie ad una buona fase di break point la china e ad indirizzare la partita sui binari desiderati”.
Per l’ENERGY T.I. Diatec Trentino un giorno e mezzo di riposo prima di riprendere l’attività in palestra verso il prossimo appuntamento, programmato per sabato 3 gennaio a Padova contro la Tonazzo nel primo match del 2015 e del girone di ritorno.

Di seguito il tabellino della gara della tredicesima giornata di regular season di SuperLega UnipolSai giocata questa sera al PalaTrento.

ENERGY T.I. Diatec Trentino-Copra Piacenza 3-0
(25-17, 25-17, 27-25)
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Lanza 16, Solé 4, Nemec 17, Kaziyski 12, Birarelli 5, Zygadlo 1, Colaci (L); Fedrizzi, Giannelli. N.e. Nelli, Thei, Mazzone, Burgsthaler. All. Radostin Stoytchev.
COPRA: Vermiglio, Massari 6, Ostapenko 7, Poey 14, Zlatanov 9, Alletti 9, Marra (L); Papi 3, Rodrigues Tavares, Tencati. N.e. Page, Ter Horst. All. Andrea Radici.
ARBITRI: Rapisarda di Pagnacco (Udine) e Sobrero di Carcare (Savona).
DURATA SET: 29’, 24’, 31’; tot 1h e 24’.
NOTE: 2.814 spettatori per un incasso di 27.989 euro. ENERGY T.I. Diatec Trentino: 5 muri, 4 ace, 7 errori in battuta, 4 errore azione, 53% in attacco, 52% (30%) in ricezione. Copra Piacenza: 6 muri, 5 ace, 11 errori in battuta, 11 errore azione, 39% in attacco, 43% (26%) in ricezione. Cartellino giallo a Radici sul 25-24 del terzo set. Mvp Nemec.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136