QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Volley, SuperLega: Trento vince a mani basse al PalaYamamay di Busto Arsizio e riconquista il secondo posto solitario

domenica, 5 febbraio 2017

Busto Arsizio – La Diatec Trentino chiude positivamente la settimana successiva alla Final Four di Coppa Italia, portandosi a casa la seconda vittoria in trasferta degli ultimi quattro giorni. Dopo essere passati a Sastamala, avvicinando la qualificazione ai quarti di 2017 CEV Cup, i gialloblù hanno ottenuto l’intera posta in palio anche al PalaYamamay, regolando sempre per 3-0 il fanalino di coda Revivre Milano. Il successo da tre punti consente alla squadra di Lorenzetti di rafforzare il proprio secondo posto, ora detenuto in solitario con tre lunghezze su Perugia, e aumentare il vantaggio (+5) sulla quarta piazza grazie alla contemporanea sconfitta di Modena a Verona.Giannelli e Sole volley diatec

Per assicurarsi la seconda vittoria in tre set nel giro di tre giorni, la formazione di Angelo Lorenzetti non ha dovuto soffrire troppo; la evidente differenza di qualità in attacco ed al servizio ha infatti consentito ai gialloblù di controllare sempre senza particolari problemi il punteggio, scappando via in ogni singolo parziale come e quando hanno voluto. Giannelli (acclamatissimo dal pubblico lombardo) ha fatto attaccare col 58% la propria squadra, in cui sono apparsi particolarmente ispirati Lanza (mvp con 13 punti ed il 67% a rete, condito anche da un ace), Urnaut e Stokr, a segno entrambi col 64%. Positivo anche l’apporto di Solé e il contributo della battuta, che ha visto andare a segno sei giocatori trentini differenti.

La cronaca del match. In un PalaYamamay stipato di tifosi arrivati per seguire la Diatec Trentino (oltre 3.300 i biglietti staccati), Angelo Lorenzetti inserisce nello starting six Giannelli al palleggio, Stokr opposto, Urnaut e Lanza schiacciatori, Solé e Daniele Mazzone centrali, Colaci libero. La Revivre Milano si propone con Sbertoli in regia, Adamajtis opposto, Marretta e Skrimov in banda, De Togni e Galassi in posto 3, Cortina libero. Nelle prime battute della gara Milano forza il servizio e guadagna subito due punti di vantaggio (4-6); Trento non perde la calma e con la stessa arma, il servizio, prima pareggia i conti (ace di Lanza) e poi allunga con i punti diretti di Giannelli e Urnaut (12-9). Monti, tecnico dei locali, interrompe il gioco ma alla ripresa un errore di Adamajtis consente ai gialloblù di allungare ancora (15-11). La parte finale del set è quindi assolutamente controllata dalla squadra ospite, che si affida sovente al braccio di Stokr e Lanza per portare a casa velocemente l’1-0 (19-15, 22-17 e 25-19) senza mai davvero soffrire.

La Revivre prova a rialzarsi in avvio del secondo periodo, affidandosi spesso ad Adamajtis, che trova un paio di buone conclusioni, producendo il +2 casalingo (7-9). Quattro errori a rete quasi consecutivi di Skrimov riportano la Diatec Trentino prima in parità già sul 12-12 e poi avanti 14-12. Stokr va a segno direttamente col servizio e allarga la forbice (17-14), poi ci pensano Urnaut e Giannelli a garantire spettacolo e break point (22-16). Il 2-0 arriva quindi in fretta e sull’identico punteggio del primo parziale (25-19) con Milano che si conferma piuttosto nervosa a rete.

Senza particolare storia il terzo set, in cui Trento sfrutta bene la vena di Giannelli e del servizio dell’intera squadra per guadagnare immediatamente diversi punti di vantaggio (8-4, 10-15, 14-7) e volare veloce verso il 3-0 che vale il secondo posto solitario. Lorenzetti nel finale offre la ribalta anche a Burgsthaler, Chiappa, Nelli e Blasi, che dimostrano di meritare la fiducia facendo appieno la propria parte: 25-17 e 3-0 in un’ora e tredici minuti.

Non volevamo concederci distrazioni anche in un appuntamento come questo che presentava una differenza marcata fra le due formazioni – ha dichiarato l’allenatore Angelo Lorenzetti al termine del match – . Siamo riusciti a metterla in evidenza sul campo e siamo contenti perché in passato non sempre siamo riusciti ad avere questa mentalità, così cinica ed attenta. Adesso ci attende una serie di partite molto belle da affrontare e giocare; vogliamo dimostrare di essere cresciuti rispetto a qualche mese fa anche grazie all’esperienza maturata giocando la recente Final Four di Coppa Italia. Vogliamo continuare ad esprimerci ad alto livello e a restare nelle zone alte della classifica, ma è chiaro che non dipende solo da noi”.

Per la Diatec Trentino la settimana che si aprirà domani sarà caratterizzata da due impegni particolarmente importanti: mercoledì 8 febbraio alle ore 20.30 il PalaTrento ospiterà il tradizionale derby dell’Adige con Verona valevole per il 22° turno di SuperLega (biglietti in vendita cliccando http://www.vivaticket.it/ita/event/trento-vs-verona/94337), mentre domenica 12 febbraio i gialloblù saranno di scena a Civitanova nel remake della recente Finale di Coppa Italia 2017.

Di seguito il tabellino della gara della ventunesima giornata di regular season di SuperLega UnipolSai 2016/17 giocata questa sera al PalaEvangelisti di Perugia.

TABELLINO
Revivre Milano-Diatec Trentino 0-3
(19-25, 19-25, 17-25)
REVIVRE: De Togni 2, Adamajtis 9, Skrimov 4, Galassi 5, Sbertoli 1, Marretta 6, Cortina (L); Hoag 4, Galaverna 2. N.e. Tondo, Rudi, Boninfante. All. Luca Monti.
DIATEC TRENTINO: Mazzone D. 2, Giannelli 2, Urnaut 12, Solé 6, Stokr 10, Lanza 13, Colaci (L); Nelli 2, Van de Voorde, Burgsthaler 1, Chiappa (L), Blasi. N.e. Antonov, Mazzone T.. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: 
Canessa di Bari e Sobrero di Carcare (Savona).
DURATA SET: 25’, 27’, 21’; tot. 1h e 13’.
NOTE: 3.361 spettatori, incasso non comunicato. Revivre Milano: 3 muri, 3 ace, 15 errori in battuta, 11 errori azione, 38% in attacco, 38% (21%) in ricezione. Diatec Trentino: 4 muri, 6 ace, 15 errori in battuta, 4 errori azione, 58% in attacco, 64% (33%) in ricezione. Mvp Lanza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136