QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Volley, SuperLega: lo scontro diretto sorride alla Sir Safety Conad. Diatec sconfitta 3-0

domenica, 15 gennaio 2017

Perugia - Lo scontro diretto d’alta classifica del diciannovesimo turno di regular season SuperLega UnipolSai 2016/17 sorride alla Sir Safety Conad Perugia. La Diatec Trentino nel primo e secondo set del big match ha sperato di poter dare alla partita una piega differente a quella che la gara stava prendendo, ma alla fine ha dovuto arrendersi alla legge del fattore campo, che ha sempre regnato negli ultimi sei confronti fra le due formazioni.volley-diatec

Grazie al 3-0 finale, gli umbri sottraggono il secondo posto in classifica ai gialloblù, ora distante due lunghezze dalla stessa Perugia e cinque dalla vetta. Lanza e compagni avranno modo e tempo per provare a riacciuffarlo nelle sette partite che mancano al termine della regular season, facendo tesoro delle indicazioni emerse dal match, che è apparso sin dal via sempre in salita per i colori gialloblù.

Con un servizio sempre affilato ed un sistema muro-difesa che, ad eccezione del primo set, ha contenuto l’attacco trentino con grande efficacia, Perugia ha tenuto costantemente in mano le redini del gioco anche in occasioni dei parziali più combattuti, come quello d’apertura ed il terzo. Nel secondo periodo, invece, una positivissima rotazione al servizio di Berger (poi giudicato mvp per l’impatto avuto sulla partita partendo dalla panchina) ha scavato un solco profondo fra le due formazioni. Per la Diatec Trentino di buono restano comunque i 12 punti di Stokr (col 50% a rete e 2 muri) e la capacità di aver saputo lottare punto a punto in buona parte del match, nonostante una serata difficile in ricezione e su buona parte dell’arco della rete.

La cronaca del big match. Di fronte ad un PalaEvangelisti completamente gremito di spettatori (oltre 4.000 i biglietti staccati), Angelo Lorenzetti conferma lo schieramento della Diatec Trentino visto in campo con maggior frequenza nell’ultimo periodo: Giannelli al palleggio, Stokr opposto, Urnaut e Lanza schiacciatori, Solé e Van de Voorde centrali, Colaci libero. Lorenzo Bernardi risponde presentando la Sir Safety Conad con De Cecco in regia, Atanasijevic opposto, Russell e Zaytsev in banda, Buti e Podrascanin in posto 3, Tosi libero; tutti in panchina i tre ex gialloblù (Bari, Birarelli e Della Lunga). L’inizio di match è molto equilibrato, con le formazioni che si alternano al comando (3-2, 6-7), poi Zaytsev col servizio (ace ed errore in attacco di Lanza) segna il primo strappo (6-9, time out Trento). Un contrattacco di Urnaut e un muro di Solé su Buti pareggiano subito i conti a quota 10; Podrascanin allora ferma Stokr e Atanasijevic passa in fase di break riaprono la forbice (13-16). Il rush finale è contraddistinto da un errore di Zaytsev a rete (20-21), ma anche dall’ace di De Cecco su Lanza (20-23); la Diatec Trentino risale sino al 23-24 ma poi cede per via di un errore al servizio di Lanza.

I gialloblù rientrano in campo nel secondo set scarichi, offrendo subito il fianco agli umbri che con Atanasijevic affondano subito il colpo (0-3, 2-7). Lorenzetti chiama time out e al rientro con una buona rotazione al servizio di Solé, condita da un ace e due break point di Giannelli e Stokr (muro), riporta i trentini sotto (9-10). L’opposto della Sir Safety Conad picchia ancora forte e crea un altro break (10-13); gli ospiti si innervosiscono e commettono qualche errore di troppo (11-16) e lasciano spazio all’assolo dei padroni di casa, che con Berger al servizio volano sino al 12-23, chiudendo poi lo 0-2 già sul 15-25.

Nel terzo set la battaglia torna sul filo dell’equilibrio, col cambiopalla della Diatec Trentino che regge bene il confronto (5-5, 9-8 e 11-11) sfruttando adeguatamente il buon momento di Stokr. La parte centrale della frazione mette in evidenza gli attacchi di Berger e quelli di Solé. La parità non si sblocca (12-12, 17-17) e allora si va allo sprint e anche in questo caso vince Perugia, più fredda ed incisiva al servizio: 25-22 e 3-0.

“Non è stata una bella serata per noi– ha ammesso l’allenatore Angelo Lorenzetti al termine del match – . Per due set ci è mancata personalità, mentre nell’altro è venuta meno la tecnica. Nel primo non abbiamo sfruttato tre importanti occasioni punto e lo abbiamo pagato a caro prezzo, perché contro squadre come Perugia non te lo puoi permettere. Il terzo parziale, che poteva riaprire la gara, non lo abbiamo affrontato con lo spirito giusto, soprattutto col fondamentale del muro. Per competere a certi livelli dobbiamo fare un salto di qualità nella mentalità oltre che nel modo di giocare. In occasioni del genere bisogna ricordarsi chi siamo e dove vogliamo arrivare”.

Per la Diatec Trentino la settimana che si aprirà domani sarà caratterizzata da due impegni casalinghi: mercoledì 18 gennaio alle ore 20.30 il PalaTrento ospiterà il ritorno dei sedicesimi di finale di 2017 CEV Cup con i finlandesi dell’Hurrikaani Loimaa (si parte dal 3-0 dell’andata), mentre sabato 21 gennaio sempre alle 20.30 è in programma l’anticipo del ventesimo turno di SuperLega UnipolSai contro Ravenna. Prevendite biglietti già attive, anche su http://www.vivaticket.it/ita/category/sport/pallavolo.

IL TABELLINO 

Sir Safety Conad Perugia-Diatec Trentino 3-0
(25-23, 25-15, 25-22)
SIR SAFETY CONAD: Zaytsev 9, Podrascanin 6, Atanasijevic 16, Russell 2, Buti 3, De Cecco 3, Tosi (L), Birarelli, Berger 5. N.e. Chernokozhev, Franceschini, Della Lunga, Mitic, Bari. All. Lorenzo Bernardi.
DIATEC TRENTINO: Stokr 12, Lanza 7, Van de Voorde 3, Giannelli 2, Urnaut 4, Solé 7, Colaci (L); Nelli 2, Antonov 1, Blasi. N.e. Burgsthaler, Mazzone T., Chiappa, Mazzone D.. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Gnani di Ferrara e Puecher di Padova.
DURATA SET: 31’, 25’, 28’; tot. 1h e 24’.
NOTE: 3.987 spettatori, incasso non comunicato. Sir Safety Conad: 8 muri, 2 ace, 15 errori in battuta, 4 errori azione, 54% in attacco, 58% (30%) in ricezione. Diatec Trentino: 4 muri, 1 ace, 18 errori in battuta, 10 errori azione, 37% in attacco, 37% (20%) in ricezione. Mvp Berger.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136