QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Volley, SuperLega: la Diatec Trentino espugna Molfetta e chiude l’andata al secondo posto

domenica, 4 dicembre 2016

Molfetta - La Diatec Trentino si tiene stretto il secondo posto in classifica al termine del girone d’andata di SuperLega UnipoSal. Il successo ottenuto stasera al PalaPoli di Molfetta, dove aveva perso tre degli ultimi quattro precedenti, ha infatti consentito alla formazione gialloblù di arrivare al giro di boa della regular season con il ruolo di vice-capolista, alle spalle solo della Cucine Lube Citivanova (oggi sconfitta a sua volta al tie break). Nel tabellone di Del Monte® Coppa Italia 2017 sarà quindi la testa di serie numero 2 e nei quarti di finale del massimo trofeo nazionale l’11 gennaio 2017 affronterà al PalaTrento la vincente dell’ottavo fra Monza (7^) e Ravenna (10^).diatec-trentino-molfetta-1

LA GARA
Per interrompere la tradizione sfavorevole in terra pugliese del 2016, la squadra di Angelo Lorenzetti ha dovuto attingere a tutte le proprie energie mentali e fisiche. Sotto 1-2, dopo aver vinto il primo parziale e perso i due successivi, e indietro 3-9 nel quarto set, i gialloblù hanno trovato la forza per invertire la tendenza e portarsi a casa i due punti che le hanno permesso di proteggere il secondo posto dall’assalto di Modena.

Ai fini del successo, che in Puglia mancava da quasi un anno, determinanti le prove dei posti 4 Urnaut (mvp con 19 punti ed il 59% a rete con l’ace che ha deciso la gara) e Lanza (17 col 48%), ma anche la grande prestazione al centro della rete di Solé (76%) e di Giannelli, a segno con 7 block personali e lucido sino alla fine in regia. Quello che serviva per contrastare un avversario che, come tradizione, ha spinto al massimo col servizio e ha lottato sino all’ultimo con le proprie principali bocche da fuoco Sabbi (28) e Joao Rafael (23).

La cronaca della gara. Lo starting six della Diatec Trentino in terra pugliese ricalca per sette settimi quello utilizzato per la maggior parte del match di sette giorni prima con Monza: le diagonali scelte da Angelo Lorenzetti sono Giannelli-Stokr, Lanza-Urnaut, Solé-Mazzone, con Colaci libero. Gulinelli propone Tiaguinho al palleggio, Sabbi opposto, Olteanu e Joao Rafael schiacciatori, Vitelli e l’ex Polo al centro, De Pandis libero. L’inizio di match è nel segno degli ace dei padroni di casa, che dalla linea dei nove metri trovano subito quattro punti diretti con Tiaguinho, Joao Rafael e Sabbi (2) volando sul 5-8 e poi sul 7-11 quando Lanza viene murato da Polo. Trento prova ad entrare in partita sfruttando gli errori dei locali (10-12) e ci riesce definitivamente poi capitalizzando l’ottima rotazione dai nove metri di capitan Lanza che firma anche un punto e propizia lo slash di Stokr che valgono il 14-13. Nel finale Urnaut offre un altro spunto sul 21-19 grazie ad una strepitosa pipe, poi ci pensa direttamente Giannelli in battuta a costruire il divario (24-19) che di fatto scrive la parola fine sul primo parziale (25-21).

L’onda lunga del finale positivo del primo parziale spinge avanti la Diatec Trentino anche nel secondo set: Lanza serve e Solé schiaccia per il 4-1 iniziale, immediatamente ricomposto però dai padroni di casa che con Joao Rafael cambiano marcia sul 9-7, siglando un parziale di 0-4 (9-11). In ricezione i gialloblù faticano e perdono contatto (13-17) quando dalla linea dei nove metri si propone Joao Rafael; Giannelli a muro ricompone quasi da solo lo strappo (16-17) ma poi ci pensa Sabbi a riallargare la forbice sul 18-22. Due errori consecutivi in attacco di Lanza fanno definitivamente rialzare la testa agli ospiti (19-24 e poi 19-25 con l’ace di Polo).

La Diatec Trentino, che ora schiera in campo Nelli per Stokr, continua a faticare in ricezione anche in apertura del terzo; Polo realizza due ace diretti che consentono ai pugliesi di scappare già sul 5-9 (time out Lorenzetti). I muri di Giannelli e Mazzone riportano in linea di galleggiamento i gialloblù (8-9). Nella fase centrale si lotta quindi punto a punto; Trento mette la freccia sul 17-16 con Giannelli che mura Joao Rafael. Le due squadre si alternano al comando senza mai dare l’idea di poter riuscire a scappare via; sul 22-20 per Trento si scatena Sabbi che sigla quasi da solo un parziale di 0-3. Si va ai vantaggi dove gli ospiti non sfruttano due palle set (26-26) e poi cadono per mano dello stesso Sabbi alla quinta occasione consecutiva per Molfetta (29-31).

Nel quarto set l’Exprivia aggredisce la Diatec Trentino sin dai primi scambi; i gialloblù si innervosiscono in attacco e sbagliano tanto, permettendo ai pugliesi di scappare sul +6 (3-9). Lorenzetti ha già speso i due time out discrezionali a sua disposizione, ma evidentemente le sue indicazioni ricaricano i suoi, perché alla ripresa del gioco i muri (di Van de Voorde e Solé) e gli ace di Urnaut riportano in auge gli ospiti che giungono la parità sul 15-15. Il rush finale mette in luce Urnaut e Stokr che con gli attacchi in fase di break consegnano un vantaggio (18-16, 22-19) che Lanza e compagni tengono sino al termine per 25-21 che manda le squadre al tie break.

Il quinto set è sempre in bilico (3-4, 6-7), la Diatec Trentino si affida a Lanza per tornare avanti 9-8. Allo sprint decide un ace di Urnaut (15-13). “Il secondo posto al termine del girone d’andata di regular season è un risultato di alto livello che ovviamente mi soddisfa, come mi soddisfa il successo ottenuto in rimonta stasera a Molfetta – ha ammesso Angelo Lorenzetti al termine del match – . Abbiamo messo in mostra una grande reazione di squadra e dobbiamo quindi essere contenti, l’analisi sulle difficoltà che abbiamo evidenziato in fase di cambiopalla in alcuni momenti del match la faremo durante la prossima settimana; ora godiamoci questo grande risultato. Stasera mi preme evidenziare la determinazione della squadra che è riuscita a risalire in una situazione di punteggio non semplice nel quarto set. Non sempre siamo stati brillanti in attacco ma abbiamo tenuto, come avevo chiesto alla vigilia, una linea guida nel fondamentale del servizio”.

Il girone di ritorno di regular season prenderà il via già domenica prossima, con la Diatec Trentino che sarà nuovamente impegnata in una lunga trasferta; l’11 dicembre, in diretta RAI Sport 1 e Radio Dolomiti, i gialloblù saranno infatti di scena a Vibo Valentia, sul campo della Tonno Callipo Calabria. L’appuntamento verrà preparato a partire da martedì pomeriggio; il rientro a Trento dalla Puglia è invece previsto già nella tarda notte di oggi.

IL TABELLINO 

Exprivia Molfetta-Diatec Trentino 2-3 
(21-25, 25-19, 31-29, 21-25, 13-15)
EXPRIVIA: Polo 9, Tiaguinho 1, Joao Rafael 23, Vitelli 10, Sabbi 28, Olteanu 12, De Pandis (L); Del Vecchio, Partenio. N.e. Jimenez, Porcelli e Hendriks. All. Flavio Gulinelli.
DIATEC TRENTINO: Mazzone D. 6, Giannelli 9, Lanza 17, Solé 14, Stokr 8, Urnaut 19, Colaci (L); Nelli, Antonov, Blasi, Van de Voorde 4. N.e. Burgsthaler, Mazzone T.. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Gnani di Ferrara e Vagni di Perugia.
DURATA SET: 28’, 27’, 38’, 24’, 21’; tot 2h e 18’.
NOTE: 1.972 spettatori per un incasso di 11.135 euro. Exprivia: 11 muri, 6 ace, 16 errori in battuta, 10 errori azione, 47% in attacco, 29% (16%) in ricezione. Diatec Trentino: 11 muri, 6 ace, 16 errori in battuta, 7 errori azione, 53% in attacco, 45% (33%) in ricezione. Mvp Urnaut.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136