QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Volley, Serie A2 femminile: Trento sconfitta dal Club Italia Crai

sabato, 10 febbraio 2018

Trento – Volley Serie A2 femminile: un grande Club Italia CRAI ferma la corsa di Trento. Nell’anticipo della settima giornata di Serie A2 la squadra della Federazione Italiana Pallavolo supera al tie break la Delta Informatica Trentino, cogliendo la sua settima vittoria nelle ultime 8 gare di campionato. L’andamento della partita rischiava di alimentare i rimpianti delle azzurre, che si erano viste annullare un set point nel primo parziale (chiuso sul 24-26) e non avevano sfruttato un ampio vantaggio (21-17) nel quarto; il tie break però è stato una prova di forza della formazione di casa, che a cavallo del cambio di campo ha piazzato la fuga decisiva del 12-6 per poi chiudere 15-9.

Grande prestazione da parte di tutte le azzurre, che hanno approcciato la gara in grande stile in attacco e ricezione, ma a partita in corso hanno trovato grandi risposte anche dal muro (12 punti) e dalla difesa; praticamente perfetto il tie break, con un solo errore in tabellino. Ancora una volta sopra le righe Sylvia Nwakalor con 25 punti e il 58% in attacco; prova eccellente anche per Rachele Morello in regia e Chiara De Bortoli in seconda linea. Decisivo, nel quinto set, il turno di servizio del capitano Marina Lubian. La Delta Informatica, che ha avuto in Bernadett Dekany la sua miglior realizzatrice (21 punti), è stata trascinata fino all’ultimo anche da Silvia Fondriest, protagonista con l’85% in attacco.

Grazie a questo successo il Club Italia CRAI si porta provvisoriamente al nono posto in classifica, in attesa delle partite di domenica. Dopo la pausa per le finali di Coppa Italia, le azzurre torneranno in campo mercoledì 21 febbraio, sempre al Centro Pavesi, contro la LPM Bam Mondovì.

La cronaca:
Buon pubblico al Centro Pavesi con una rappresentanza di tifosi anche da Trento. Il Club Italia CRAI conferma la formazione scesa in campo a San Giovanni in Marignano: in posto 4 ci sono Omoruyi e Pietrini, al centro Fahr e Lubian. La Delta recupera tra le titolari Dekany, in diagonal e con Michieletto.

Avvio di gara all’insegna dell’equilibrio: Trento è la prima a staccarsi sul 4-6, ma il Club Italia pareggia subito e piazza il break del 10-7 sul servizio di Lubian. Il muro di Kiosi riporta le ospiti in parità sul 14-14 e si torna a lottare punto a punto: Fondriest ferma Lubian per il 16-17, ma Pietrini e l’errore di Kiosi regalano il 20-18 che costringe Negro al time out. Nuovo pareggio trentino con Dekany (21-21) e finale allo sprint: sul 23-23 è Lubian a procurarsi il primo set point, ma Dekany lo annulla e ne guadagna a sua volta uno, che Kiosi trasforma con l’appoggio vincente del 24-26.

La reazione del Club Italia non si fa attendere: in apertura di secondo set le padrone di casa volano subito sul 4-0 e poi sul 6-1 con Fahr. Nwakalor a muro sigla il 12-6, Trento si gioca i due time out e prova a rientrare (15-12) ma viene respinta da Omoruyi per il 18-13. Il servizio di Moncada procura ancora un brivido alle azzurre (20-17), che però restano saldamente avanti con Pietrini e si conquistano il set point sul 24-19 con un muro di Lubian: è ancora Pietrini a chiudere riportando in parità il conto dei set.

Il Club Italia parte fortissimo anche nel terzo set, portandosi sul 5-1 con Fahr e Pietrini; Trento inserisce Fucka per Moretto, ma una Nwakalor in grande spolvero trascina le azzurre fino all’8-2. La Delta accorcia le distanze con Dekany, prima sul 9-6 e poi sul 10-8, ma Fahr a muro scava di nuovo il break del 13-8. Dal 16-11, siglato ancora da Fahr in collaborazione con Pietrini, Trento riesce a riportarsi sul 16-14 con il servizio di Michieletto; Bellano ferma il gioco, ma al rientro Dekany e Michieletto completano la rimonta per il 16-16. Entra Mangani per Omoruyi, è però Dekany a regalare il break alle ospiti (17-19); ci pensa Pietrini a raddrizzare la situazione. Le due squadre arrivano in perfetta parità sul 22-22, poi Omoruyi e Nwakalor si procurano due set point e, dopo il time out chiamato dalla Delta, Kiosi spedisce out l’attacco del 25-22.

Come i set precedenti, anche il quarto si apre con un break azzurro: Fahr è protagonista per il 5-2 e Morello piazza il muro vincente del 9-5. Nelle file di Trento entra Fiesoli per Michieletto e proprio l’ex azzurra riporta sotto le ospiti (11-10), ma un gran muro di Nwakalor riporta avanti il Club Italia (14-11) che allunga ancora con l’ace di Fahr: 16-12. Pietrini (18-15) conserva il prezioso vantaggio delle azzurre, che con Fahr e Nwakalor si portano sul 21-17; da qui però le ospiti recuperano ancora con Fondriest, fino a completare la rincorsa sul 22-22 con un ace di Carraro. Sul 23-23 è nuovamente Fondriest a conquistare il set point, annullato da un muro di Lubian. Ai vantaggi però la Delta si procura altre due chance e sfrutta la seconda grazie all’errore di Omoruyi: 25-27.

Nel tie break Trento, che conferma Fiesoli tra le titolari, scatta meglio dai blocchi con la scatenata Fondriest: 2-4. Il Club Italia però recupera subito con Pietrini e, trascinato da De Bortoli e Lubian, si stacca a sua volta sul 7-5; dopo il cambio di campo, un devastante turno di servizio di Lubian (che firma anche un ace) consente alle azzurre di allungare fino al 12-6. La Delta non riesce più a rientrare e al secondo match point l’errore in battuta di Moro chiude la contesa: 15-9.

I commenti:
Massimo Bellano (all. Club Italia CRAI): “Sono molto contento di quello che abbiamo fatto dal secondo set in poi, peccato per il primo che abbiamo un po’ regalato. Rispetto alle altre partite abbiamo fatto molto bene anche in battuta, mentre a muro abbiamo preso le misure in corsa soprattutto a Dekany, che all’inizio ci aveva messo in difficoltà. Già da qualche tempo la squadra è più stabile: sbagliamo meno e quindi costringiamo gli avversari ad aspettare meno i nostri errori e prendere più iniziative, questo è il primo step che volevamo raggiungere. Dobbiamo però diventare ancora più solidi e quadrati e chiudere prima queste partite”.
Rachele Morello (Club Italia CRAI): “Siamo davvero soddisfatte, volevamo riscattare la sconfitta dell’andata e l’abbiamo fatto, anche se con fatica. Anche oggi ci siamo fatte scappare qualche errore che si poteva evitare, però Trento è stata brava ad alzare il ritmo in battuta e metterci sotto pressione”.

Club Italia CRAI-Delta Informatica Trentino 3-2 (24-26, 25-19, 25-22, 25-27, 15-9)
Club Italia CRAI: Fucka T. ne, Malual, Morello 2, Lubian 11, Cortella, Pietrini 17, Omoruyi 7, De Bortoli (L), Tonello (L) ne, Turco ne, Fahr 14, Nwakalor 25, Mangani 1, Bulovic ne. All. Bellano.
Delta Informatica Trentino: Carraro 1, Michieletto 9, Fondriest 12, Moro, Fucka R. 1, Kiosi 15, Zardo (L), Moncada 5, Dekany 21, Antonucci ne, Fiesoli 3, Moretto 3. All. Negro.
Arbitri: Guarneri e Cavicchi.
Note: Spettatori 300 circa. Club Italia: battute vincenti 2, battute sbagliate 12, attacco 44%, ricezione 61%-45%, muri 12, errori 33. Trento: battute vincenti 7, battute sbagliate 16, attacco 40%, ricezione 62%-39%, muri 7, errori 37.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136