QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Serie A1: la Diatec Trentino supera ancora Perugia per 3-1. Il baby Giannelli guida i gialloblù alla conferma in vetta

domenica, 18 gennaio 2015

Trento – Dopo la parentesi legata alla Del Monte Coppa Italia 2015, l’ENERGY T.I. Diatec Trentino riparte in SuperLega UnipolSai da un’altra vittoria sulla Sir Safety Perugia. Ad otto giorni di distanza dalla semifinale di Bologna, la squadra di Radostin Stoytchev ha concesso il bis, superando questa sera gli umbri quarti della classe stavolta con un più netto 3-1.

Un risultato utile a rintuzzare il tentativo di fuga di Modena, vittoriosa ieri 3-0 su Padova nell’anticipo televisivo del quindicesimo turno di regular season, ma al tempo stesso anche a tenere a debita distanza Treia e la stessa Perugia dalle prime posizioni. Nonostante la stanchezza derivante da un tour de force senza precedenti (quella giocata stasera al PalaTrento era la sesta partita ufficiale degli ultimi quindici giorni), Birarelli e compagni sono stati bravi a serrare il ritmo stringere i denti e portare a casa l’ennesimo successo in campionato (tredici vittorie in quattordici gare) che mantiene intatta oltretutto anche l’inviolabilità interna. La squadra di Stoytchev è però dovuta andare ancora una volta sotto prima di iniziare a sciorinare nuovamente la propria miglior pallavolo e coronare la consueta rimonta. A scombinare i piani di una Perugia, che nel primo set più volte aveva dato l’idea di essere padrona del campo, ci ha pensato la mossa a sorpresa del tecnico bulgaro, che sul 7-5 del secondo parziale ha gettato nella mischia Giannelli al posto di Zygadlo in regia senza più toglierlo dal campo. Il giovanissimo palleggiatore bolzanino (18 anni e mezzo) ha dimostrato di avere talento e sangue freddo guidando con precisione la squadra alla riscossa attraverso una distribuzione equilibrata e priva di grosse sbavature che gli è valsa anche il meritatissimo titolo di mvp. In attacco hanno così ritrovato vigore e percentuali non solo Lanza (17 punti col 53%) e Nemec (18 col 57%, premiato UnipolSai Mvp di dicembre prima del match) ma anche Kaziyski e Solé, molto ispirato pure a muro. Perugia non è più riuscita a reggere il ritmo degli avversari, cresciuti anche a muro ed in difesa lasciando spazio ai padroni di casa anche a causa di troppi errori al servizio e ed evidenti difficoltà a rete.

La cronaca della gara. Radostin Stoytchev schiera l’ENERGY T.I. Diatec Trentino in formazione titolare: Zygadlo agisce in regia con Nemec opposto, Kaziyski e Lanza in posto 4, Birarelli e Solé al centro della rete, Colaci libero. Nikola Grbic risponde schierando Perugia con De Cecco alzatore, Atanasijevic opposto, Fromm e Vujevic laterali, Buti e Beretta al centro, Giovi libero. Le prime battute del match regalano equilibrio, poi sul 5-5 va in battuta De Cecco che firma un ace e propizia anche il muro che Buti rifila a Birarelli per il 5-8 costringendo Stoytchev ad interrompere il gioco. Alla ripresa i gialloblù risalgono piano piano la china, sfruttando un gran muro di Solé (8-9) e un errore di Beretta a rete, che consegna la nuova parità (11-11) ma subito dopo il time out tecnico un fallo a rete di Zygadlo ed un errore diretto di Nemec riportano avanti gli ospiti 11-14. Trento fatica in fase di ricostruita, ma con Lanza riesce a riprendersi riavvicinandosi ancora (17-18); Grbic sospende il gioco ma poi serve un buon servizio di Kaziyski chiuso da Lanza per il 22-22 per costringere l’ex di turno a farlo di nuovo. Allo sprint Perugia si costruisce una palla set con Atanasijevic e Vujevic con un ace corto su Colaci la mette subito a frutto per il 23-25.

L’ENERGY T.I. Diatec Trentino reagisce di rabbia e col gioco nel secondo parziale: Nemec guida in attacco i suoi al primo vero vantaggio della partita (7-5), poi ci pensa Kaziyski al servizio (due ace consecutivi per l’11-5) a premere ulteriormente l’acceleratore. Nel frattempo Stoytchev ha già inserito Giannelli in cabina di regia al posto di Zygadlo; il giovane regista bolzanino si conferma freddo e promettente guidando bene la squadra ad un altro allungo con Solé sugli scudi (17-8 con l’argentino a segno due volte in attacco e con un muro). Grbic prova allora ad alternare i propri posti 4 (dentro Sunder e Maruotti) salvo tornare in fretta sui suoi passi; Kaziyski passa bene anche in attacco (19-14) e lancia il rush finale per Trento che con un cambiopalla piuttosto efficace chiude i conti già sul 25-18, approfittando anche di qualche sbavatura in attacco di Atanasijevic.

Nel terzo set Stoytchev conferma Giannelli in campo e la sua squadra parte ancora a razzo (5-2) grazie all’ace di Lanza e alla classe di Kaziyski (5-2). I padroni di casa aumentano l’andatura 8-3 con Nemec, costringendo Grbic ad inserire Paolucci e Maruotti rispettivamente per De Cecco e Vujevic. Perugia riprende quota con Fromm (9-6, 11-9) ma ci pensa Giannelli (ace e ottimo primo tempo smarcante su ricostruita per Solé) a rimettere le cose in chiaro per il 15-9 che di fatto fa rifugiare la Sir Safety in un altro time out. Trento non ferma però più il proprio impeto: Lanza diventa travolgente in attacco (18-11), Perugia si rivela fallosa a rete (20-13) e Kaziyski diventa infermabile: il 25-18 che ne deriva è solo una naturale conseguenza.

Nel quarto periodo Grbic rigetta nella mischia De Cecco e Atanasijevic che aveva mandato in precedenza a riposare ma è ancora l’ENERGY T.I. Diatec Trentino a menare le danze: Lanza firma il 3-1, Nemec firma invece l’11-8 dopo che le due squadre hanno fatto girare bene la propria fase di cambiopalla senza lasciare break point agli avversari. Dopo il time out tecnico Trento aumenta la velocità: l’opposto slovacco realizza un ace, Kaziyski una ricostruita e Maruotti attacca out (15-9). Grbic interrompe il gioco e cambia l’intera diagonale di posto 4 (dentro Vujevic e Sunder) e trova la timida reazione dei suoi (16-12). I gialloblù fiutano il pericolo e ripartono con Lanza (19-13); Grbic protesta beccandosi un rosso (21-14): Trento ne approfitta per allungare e chiudere sul 25-19 con l’ace di Nemec.

“Sono tre punti davvero importanti e pesanti perché arrivati contro una fra le squadre più forti di questo campionato e al termine di un tour de force davvero molto stancante – ha commentato a fine gara l’allenatore della ENERGY T.I. Diatec Trentino Radostin Stoytchev – . A maggior ragione sono quindi soddisfatto del risultato ma anche della prestazione della squadra che, come avevo chiesto alla vigilia, ha saputo stringere i denti e soffrire per ottenere la vittoria. Dopo aver perso il primo set allo sprint non era facile ritrovarsi come siamo invece riusciti a fare: i ragazzi sono stati bravissimi a crescere in tutti i fondamentali ed in particolar modo quelli legati alla fase di break point, muro e difesa. L’ingresso di Giannelli ci ha dato una spinta in più: è un ragazzo molto bravo, preciso ed ordinato in regia, e l’esperimento è stato assolutamente positivo. Questa vittoria non fa solo classifica ma anche morale”.

L’ENERGY T.I. Diatec Trentino tornerà in campo per un match ufficiale al PalaTrento già giovedì 22 gennaio quando alle ore 20.30 ospiterà i rumeni dell’SCM U Craiova nella gara di ritorno dei quarti di finale di 2015 CEV Cup (gara non compresa in abbonamento, prevendite tutti i giorni presso il Trentino Volley Point). In SuperLega UnipolSai, l’appuntamento più vicino è invece quello di domenica 25 gennaio alle ore 17 sul campo dell’Exprivia Molfetta (sedicesima giornata, diretta RAI Sport 1 e Radio Dolomiti).

Di seguito il tabellino della gara della quindicesima giornata di regular season di SuperLega UnipolSai giocata questa sera al PalaTrento.

ENERGY T.I. Diatec Trentino-Sir Safety Perugia 3-1 (23-25, 25-18, 25-18, 25-19)
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Zygadlo 1, Lanza 17, Solé 11, Nemec 18, Kaziyski 16, Birarelli 2, Colaci (L); Fedrizzi, Giannelli 3, Nelli, Burgsthaler. N.e. Thei, Mazzone. All. Radostin Stoytchev.
SIR SAFETY: Vujevic 4, Buti 7, Atanasijevic 15, Fromm 14, Beretta 3, De Cecco 2, Giovi (L); Barone 4, Sunder 1, Maruotti 3, Paolucci, Tzioumakas 1. N.e. Fanuli. All. Nikola Grbic.
ARBITRI: Simbari di Milano e Boris di Vigevano (Pavia).
DURATA SET: 28’, 26’, 25’, 27’; tot 1h e 48’.
NOTE: 2.673 spettatori per un incasso di 24.700 euro. ENERGY T.I. Diatec Trentino: 10 muri, 7 ace, 18 errori in battuta, 8 errore azione, 48% in attacco, 56% (31%) in ricezione. Sir Safety: 7 muri, 4 ace, 17 errori in battuta, 11 errore azione, 46% in attacco, 46% (26%) in ricezione. Cartellino rosso a Grbic sul 20-14 del quarto set. Mvp Giannelli.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136