QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Serie A1: la Diatec Trentino si rialza subito a Latina nella prima di ritorno

sabato, 11 gennaio 2014

Latina - Dopo il rovescio interno patito mercoledì sera contro Verona, la Diatec Trentino rialza subito la testa in Serie A1 cogliendo la prima vittoria del suo 2014. I Campioni d’Italia sono passati stasera al PalaBianchini superando per 3-1 a domicilio l’Andreoli Latina ultima della classe.Lanza in attacco contro il muro di Latina

Il successo permette alla squadra di Serniotti di tornare subito a correre in campionato e di presentarsi all’importante match di martedì prossimo in Belgio (andata dei Playoffs 12 di Champions a Maaseik) con tre punti per la sua graduatoria che le consentono, almeno per una sera, di riagganciare il secondo posto.

Pur senza Ferreira (risparmiato dal tecnico piemontese in vista della partita europea col Noliko), i gialloblù hanno dimostrato di aver imparato la lezione subita nel derby dell’Adige ritrovando il carattere dei giorni migliori ed un servizio incisivo anche lontano dal PalaTrento; merito di un approccio alla gara molto deciso e della capacità di risalire la china anche quando le cose sembravano non andare più per il verso giusto come nella parte centrale del quarto set. Con Latina avanti di sei (9-15) e sempre più convinta di giocare il tie break, i tricolori hanno stretto i denti tirando a tutto braccio la battuta e venendo premiati con uno sprint decisivo per portare a casa l’intera posta in palio.

Nell’incoraggiante prestazione generale, da sottolineare i 23 punti di Sokolov con il 54%, la bella prova di Lanza fra attacco (53%) e battuta (4 ace) e la continuità sfoderata da Fedrizzi, che ha risolto spesso e volentieri a rete i problemi di cambiopalla gialloblù chiudendo con 14 punti ed il 55% a rete. Bene poi anche Suxho in regia e Solé a muro (6 block personali), bravo a fermare nel momento decisivo la furia di Starovic (27 punti).

La cronaca della gara. Gli starting six risolvono i tanti dubbi di formazione sorti alla vigilia: Serniotti risparmia Ferreira, schierando al suo posto Fedrizzi in diagonale a Lanza in posto 4; invariato il resto del sestetto che vede Suxho in regia, Sokolov opposto, Birarelli e Solé al centro, Colaci libero. Santilli deve rinunciare a Candellaro e ripropone quindi Gitto in posto 3, Sottile e Starovic palleggiatore-opposto, Skrimov e Fragkos in banda, Rossini libero. Latina parte meglio con Fragkos (5-8) ma viene immediatamente ripresa da Sokolov (9-9) e poi superata da Lanza (muro su Starovic per 12-10). Dopo il time out tecnico i tricolori accelerano ancora con il proprio opposto e con un block di Solé (18-14); l’Andreoli prova a reagire con Skrimov risalendo sino al 23-21 (due punti del balcanico in battuta). Serniotti chiede time out e la Diatec Trentino chiude il conto nel primo set con un ace di Lanza per il 25-21.

Trento inizia bene anche la seconda frazione con Birarelli che diventa protagonista, realizzando praticamente da solo i tre punti di vantaggio sino all’8-5 (muro, attacco e ace); i padroni di casa rialzano la testa sino al 10-10 con Starovic ma poi subiscono un altro break a firma di Sokolov (ace per il 12-10). Un successivo passaggio a vuoto del bulgaro mette però nei guai i gialloblù che subiscono un parziale di 1-5 (13-15) costringendo Serniotti a chiedere time out. Un errore di Starovic riporta a stretto contatto le squadre (17-18); è solo un attimo perché Gitto in attacco e a muro fa sentire la sua voce (17-21). I gialloblù rispondono sino al 23-24 (da 21-24) ma poi devono cedere per mano di Starovic che ottiene il cambiopalla e fissa il punteggio sull’1-1 (25-25).

Il terzo set è nel segno dell’equilibrio sino all’8-8, poi la Diatec Trentino accelera con Lanza al servizio (due ace) e Sokolov in attacco per il 12-8. Santilli inserisce De Rocco per Skrimov e la sua squadra si rianima sfruttando un momento no di Birarelli sino ad arrivare sul 12-13. Fedrizzi sale in cattedra e permette alla sua squadra di andare di nuovo in fuga (21-17) dopo una fase combattuta punto a punto. Latina si aggrappa a Starovic ma non corona la rimonta: a chiudere sul 25-22 per i tricolori è un muro di Solé su Gitto.

Nel quarto parziale Latina profonde il massimo sforzo per riaprire la gara e scappa via subito (1-4, 6-9, 9-12) con Starovic sugli scudi; Trento riprova più volte a rifarsi sotto (6-7, 9-10) ma lascia ancora spazio ai padroni quando Fragkos si scatena dalla linea dei nove metri (9-15). I gialloblù vacillano e provano a rialzarsi con Sokolov (attacco e ace 14-17); altre due battute punto (di Lanza e Birarelli) costruiscono il meno uno (18-19); Fedrizzi trova un break che Sokolov difende sino in fondo per il finale 23-25 e 1-3.

Latina ci aveva messo in seria difficoltà nella partita d’andata ed è riuscito a farlo pure stasera – ha commentato Roberto Serniotti al termine della partita - : evidentemente ha delle caratteristiche tecnico-tattiche che si addicono poco al nostro gioco. Nonostante tutto però siamo riusciti a portare a casa tre punti d’oro, coronandoli con una rimonta nel quarto set particolarmente significativa. Nel momento più difficile abbiamo tirato fuori il carattere e sfoderato il nostro servizio migliore; già contro Verona, a dire il vero, la nostra fase break era stata migliore di quella di cambiopalla. Non avevamo un assetto di gioco particolarmente rodato a causa dell’assenza di Ferreira ma devo dire che abbiamo trovato in fretta gli automatismi necessari per venire a capo della situazione perché Fedrizzi ha disputato un’ottima partita e sapete quanto piacere mi faccia quando accade ad un elemento che solitamente è in panchina”.
Per la Trentino Volley alle porte subito un’altra trasferta, in questo caso di Champions League, prima di rientrare a Trento: martedì 14 gennaio a Maaseik disputerà l’andata dei Playoffs 12 di 2014 CEV DenizBank Volleyball Champions League (ore 20.30). In Serie A1 l’impegno più vicino è quello di domenica 19 (ore 18) al PalaTrento contro Ravenna.

Di seguito il tabellino della gara della dodicesima giornata di regular season di Serie A1 2013/14 giocata questa sera al PalaBianchini di Latina.

Andreoli Latina-Diatec Trentino 1-3
(21-25, 25-23, 22-25, 23-25)
ANDREOLI:  Fragkos 11, Gitto 12, Starovic 27, Skrimov 12, Verhees 6, Sottile 1, Rossini (L); Tailli, Michalovic, De Rocco. N.e. Candellaro, Noda Blanco, Paris. All. Roberto Santilli.
DIATEC TRENTINO: Suxho 1, Fedrizzi 14, Solé 12, Sokolov 23, Lanza 15, Birarelli 7, Colaci (L); Sintini, Szabò, De Paola. N.e. Ferreira, Thei, Burgsthaler.All. Roberto Serniotti.
ARBITRI: Simbari di Milano e Pasquali di Venarotta (Ascoli Piceno).
DURATA SET: 24’, 28’, 30’, 27’; tot  1h e 49’.
NOTE: 1.010 spettatori per un incasso di 5.170. Andreoli Latina:  8 muri, 6 ace, 19 errori in battuta, 6 errori azione, 49% in attacco, 61% (27%) in ricezione. Diatec Trentino: 12 muri, 10 ace, 13 errori in battuta, 8 errori azione, 52% in attacco, 55% (36%) in ricezione. Mvp Rossini.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136