QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Play Off: la stagione della Diatec Trentino si chiude in gara 4 di semifinale, PalaTrento espugnato 3-1 da Modena

lunedì, 25 aprile 2016

Trento – La difesa dello Scudetto che porta sulle maglie si conclude ad un passo da gara 5 di semifinale Play Off Scudetto UnipolSai 2016 per la Diatec Trentino. Perdendo stasera per 1-3 al PalaTrento gara 4 di semifinale con la DHL, i Campioni d’Italia hanno infatti dovuto cedere definitivamente il passo a Modena e chiudere anticipatamente la propria comunque splendida stagione – fatta di tre secondi posti (in Supercoppa Italiana, Coppa Italia e CEV Champions League) e di una costante competitività in tutte la manifestazioni disputate che consentirà a Trentino Volley nel corso della prossima annata agonistica di partecipare ancora una volta ad una Coppa Europea (la CEV Cup, grazie al terzo posto in regular season).

Urnaut fermato a muro da Modena trento volleyMalgrado l’eliminazione dal tabellone dei Play Off, anche stasera la squadra di Stoytchev ha lottato col coltello fra i denti ed offerto almeno nella prima parte del match agli oltre 4.000 spettatori l’idea di potersi guadagnare l’opportunità dello spareggio. Alla fine non è andata così perché la squadra di Stoytchev non è stata in grado di chiudere il primo set in proprio favore, dopo averlo dominato sino al 21-17, finendo in seguito le energie dopo aver vinto con autorità e rabbia il secondo parziale. Dal terzo periodo in poi, infatti, Modena è diventata assoluta padrona del campo tricolore, legittimando l’accesso alla sua seconda finale consecutiva con una prestazione strepitosa di Vettori (mvp con 25 ed il 54% a rete) e, più in generale, con un sistema di muro difesa che ha tolto sicurezze ai tricolori. Ai padroni di casa non sono bastati i 19 punti del solito generoso Kaziyski e gli spunti della coppia Giannelli-Solé. Le difficoltà palesate in posto 4 e la scarsa incisività in battuta hanno aumentato il divario con gli emiliani.

La cronaca di gara 4. Gli allenatori confermano le formazioni in campo nella parte finale di giovedì sera: Stoytchev rioffre quindi spazio nel ruolo di opposto a Kaziyski in diagonale a Giannelli, garantendo poi fiducia anche ad Antonov e Van de Voorde come compagni di reparto di Urnaut e Solé, con Colaci  libero. Lorenzetti invece schiera Modena con Petric in coppia con Ngapeth in posto 4, Bruno alzatore, Vettori opposto, Bossi e Saatkamp al centro e Rossini libero. L’avvio dei padroni di casa è bruciante: il muro di Kaziyski ferma Vettori e poi Van de Voorde lo imita stampando Saatkamp che aveva già sbagliato in precedenza il primo attacco. Sul 4-0 Lorenzetti interrompe già il gioco, ma alla ripresa è ancora la Diatec Trentino a fare la voce grossa a rete con Urnaut e Solé, che mettono il bavaglio rispettivamente a Petric e Vettori per il 10-4. Modena prova a risalire la china approfittando di un paio di sbavature trentine (12-9) ma è un attimo che dura pochissimo perché poi sbaglia anche Ngapeth (14-9). Nel momento più difficile del suo primo set però la DHL però riparte e si porta sino al meno due (15-13) per mano di un muro di Vettori su Antonov e di un attacco abbondante di Kaziyski. Un ace di Giannelli (19-16 sul neoentrato Thiago Sens) e un altro muro di Kaziyski su Ngapeth riallargano la forbice (22-18), Vettori non ci sta e firma il meno uno (22-21) e poi Bossi pareggia i conti sul 24. Proprio lo stesso centrale emiliano ferma Urnaut un’altra volta chiudendo sul 25-27 esterno il primo set.

La Diatec Trentino prova a reagire al rientro in campo, prendendo subito in mano le operazioni del gioco grazie ad un ace di Antonov (5-3), seguito da un’accelerazione (12-8) firmata dalla mano pesante di Kaziyski e dal muro di Van de Voorde su Vettori. Modena però non si disunisce e risale sino al 13-11 ancora una volta con Vettori. Proprio un ace dell’opposto parmigiano offre il meno uno (15-14); Matey però è davvero in palla e proietta i Campioni d’Italia sul +4 (21-18 e poi 23-19). Il punto del pareggio nel computo dei parziali arriva quindi in fretta sul 25-21.

Nel terzo set Lorenzetti ripropone Petric (sostituito nella parte finale del precedente periodo da Nikic) in sestetto e la sua squadra ne guadagna un po’ i tutti i fondamentali, diventando in fretta padrona del campo (3-7, 4-9). Stoytchev corre ai ripari inserendo Lanza per Urnaut in seconda linea ma la DHL non regala nulla e continua sicura la sua fuga (9-15). Ci prova allora Solé a scuotere la sua squadra (14-18, time out Modena), ma il doppio graffio dell’argentino in primo tempo (16-20) non basta ad invertire la tendenza: gli ospiti si portano sull’1-2 mettendo la parola fine sul set già in corrispondenza del 20-25.

Con le spalle al muro, la Diatec Trentino ritorna sul mondoflex tricolore carica per il quarto set, ma la DHL gli risponde colpo su colpo (5-5) e scappa via con Ngapeth già sul 5-8 e poi sul 7-11. Gli emiliani spingono forte col servizio anche grazie a Saatkamp (8-13) e non permettono ai tricolori di risalire la china (14-18), anche perché il cambiopalla funziona senza perde colpi. Stoytchev spende l’ultimo time out a disposizione sul 14-20, ma non c’è più nulla da fare. Modena si impone 3-1 sul 19-25 con un errore in attacco di Lanza.

“L’epilogo del primo set penso sia stato decisivo per il risultato finale; avanti 21-17 mostrando un buon muro non siamo riusciti a chiudere il parziale in nostro favore e da lì in poi la partita si è complicata decisamente perché abbiamo sicuramente perso la spinta adrenalinica e motivazionale che un successo di quel tipo ci avrebbe offerto – ha dichiarato l’allenatore della Diatec Trentino Radostin Stoytchev al termine di gara 4 -  . Abbiamo infatti avuto energie psico-fisiche per reggere il loro ritmo per un altro set ancora, poi Modena ha preso il sopravvento in tutti i fondamentali e non abbiamo più avuto possibilità di lottare alla pari. Ad ogni modo sono contento di come si siano impegnati i ragazzi durante tutta la stagione. Sono convinto che abbiamo sempre dato il 100%. È vero che abbiamo sofferto qualche infortunio di troppo ma ciò non deve essere una scusante: Modena ha passato il turno con merito”.

Di seguito il tabellino di gara 4 di semifinale dei Play Off Scudetto UnipolSai 2016 giocata stasera al PalaTrento.

TABELLINO
Diatec Trentino-DHL Modena 1-3 
(25-27, 25-21, 20-25, 19-25)
DIATEC TRENTINO: Urnaut 2, Solé 10, Kaziyski 19, Antonov 12, Van de Voorde 3, Giannelli 6, Colaci (L); Lanza 3. N.e. Mazzone T., Bratoev, De Angelis, Djuric, Mazzone D.. All. Radostin Stoytchev.
DHL: Bruno 1, Ngapeth 19, Saatkamp 11, Vettori 24, Petric 10, Bossi 5, Rossini (L); Sartoretti, Thiago Sens, Nikic 2. N.e. Donadio, Soli, Casadei, Sighinolfi. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: 
Cesare di Roma e Boris di Pavia.
DURATA SET: 34’, 26’, 26’, 24’; tot  1h e 50’.
NOTE: 4.000 spettatori per un incasso di 55.732 euro. Diatec Trentino: 11 muri, 3 ace, 16 errori in battuta, 8 errore azione, 45% in attacco, 66% (30%) in ricezione. DHL: 7 muri, 5 ace,  23 errori in battuta, 10 errore azione, 52% in attacco, 59% (38%) in ricezione. Mvp Vettori.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136