QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Play Off: Diatec Trentino sconfitta al tie break al PalaTrento in gara 2 di semifinale. Modena avanti 2-0 nella serie

martedì, 12 aprile 2016

Trento – Il cammino nella serie di semifinale Play Off Scudetto UnipolSai si complica notevolmente per la Diatec Trentino. Dopo aver perso gara 1 sabato scorso, la formazione Campione d’Italia ha infatti ceduto stasera alla DHL Modena anche gara 2, consentendo agli emiliani di volare sul 2-0 e disporre già a partire dal prossimo confronto (gara 3 del 21 aprile al PalaPanini) della prima di tre opportunità per chiudere il discorso e guadagnare l’accesso alla finale.Urnaut fermato a muro da Modena trento volley

Agli ospiti è riuscito il colpo esterno che al PalaTrento in precedenza era sempre stato negato loro dai padroni di casa sotto la gestione Stoytchev; l’affermazione per 2-3 di fronte agli oltre 3.300 spettatori dell’impianto di via Fersina suona però come una punizione troppo severa per la Diatec Trentino che nella prima parte del match aveva generosamente tenuto in mano le fila del gioco andando avanti prima 1-0 e poi 2-1.

I Campioni d’Italia hanno però in seguito dovuto fare i conti con la rabbiosa reazione della DHL che è passata specialmente per le mani di Ngapeth. Con 30 punti, il 57% a rete e ben 13 break point il francese ha fatto la differenza sia nel quarto tiratissimo set sia nel tie break, in cui Kaziyski, quasi da solo, aveva rialimentato le speranze trentine (da 8-12 a 12-13) prima di vederle definitivamente dissolvere con gli attacchi del numero nove geminiano. Alla fine Matey è risultato il best scorer dei tricolori (20 punti con 3 muri e 2 ace), assistito per buona parte della gara da Djuric (19) e, specialmente in battuta, da Urnaut (12); alla lunga alla Diatec Trentino sono venuti meno i muri dopo un primo set stellare in questo fondamentale (7 solo nel primo set e 6 nei successivi quattro) e l’intensità in seconda linea.

La cronaca di gara 2. A tre giorni di distanza dalla prima sfida i due allenatori confermano gli starting six utilizzati per la maggior parte del tempo al PalaPanini: Stoytchev sceglie quindi Giannelli in regia, Djuric opposto, Urnaut e Kaziyski in posto 4, Solé e Daniele Mazzone al centro Colaci libero; Lorenzetti insiste su Bruno al palleggio, Vettori opposto, Ngapeth e Nikic schiacciatori, Bossi e Saatkamp centrali, Rossini libero. La prima emozione la regala Kaziyski che mura a uno Vettori per il 2-1, poi imitato nel giro di pochi minuti da Urnaut su Ngapeth (8-5) e Djuric su Nikic (10-6). Modena reagisce con lo stesso serbo al servizio (ace) e il francese (10-9) ma Trento riparte immediatamente, prima con Kaziyski (13-9) e poi con Djuric che mette il bavaglio a Ngapeth più volte (17-9). La DHL soffre in attacco, i padroni di casa ne approfittano ancora (20-11) ma nel momento più difficile gli emiliani rialzano la testa (21-16). Stoytchev chiama allora time out e i Campioni d’Italia ritrovano lucidità e freddezza per chiudere sul 25-21 con un altro attacco vincente di Djuric.

Modena prova a reagire in avvio di secondo parziale, affidandosi a Vettori (4-6) e poi in seguito a Ngapeth (9-12). I tricolori faticano in ricezione e perdono contatto anche perché gli ospiti difendono in maniera sempre più continua (12-16) e servono di potenza (15-21, ace di Saatkamp). Ngapeth passa con regolarità e conduce i suoi sull’1-1 che arriva addirittura sul 17-25.

La Diatec Trentino prova a reagire nel terzo set; i servizi di Urnaut la proiettano avanti di due (10-8) dopo un iniziale equilibrio. Djuric però è molto falloso a rete e con un errore in diagonale stretta offre subito la parità (11-11). Kaziyski prova a dare un nuovo scossone (14-12) e Trento si tiene stretto il vantaggio sino al 19-17, prima di aumentare ancora l’andatura (21-18, time out Lorenzetti e poi 23-19) con un break point di Urnaut e un ace di Mazzone. E’ lo spunto decisivo per il 2-1 nel computo dei set, che arriva con un errore al servizio di Nikic (25-21).

Nel quarto set la partenza sprint della DHL col servizio di Ngapeth (anche un ace diretto su Kaziyski) mette subito alle corde i padroni di casa (1-6); Stoytchev interrompe il gioco e modifica il proprio sestetto che piano piano, con Lanza in campo per Urnaut, prova a riavvicinarsi (6-9, 11-13), approfittando anche di qualche sbavatura ospite. Nella parte centrale del periodo torna a galla l’efficienza di Modena dalla linea dei nove metri e il muro (14-19). Stoytchev rigetta allora nella mischia lo sloveno e con un muro di Solé su Vettori Trento torna a meno due (19-21). Lorenzetti chiama time out e al rientro è Ngapeth a fare la differenza (19-23) e poi a fissare il 2-2 con l’attacco che vale il 22-25.

Nel tie break è ancora il francese a dettare il ritmo (1-3, 2-5); un suo errore a rete però rianima le speranze della Diatec Trentino (6-7). Saatkamp mura Solé e riallarga il margine (6-9), poi un ace del francese offre il massimo vantaggio agli emiliani (8-12). Kaziyski ricuce quasi da solo il disavanzo (12-13), ma poi ci pensa ancora il transalpino (12-15).

E’ vero che rimontare un vantaggio così importante a Modena non è mai semplice ma la serie non è finita – ha dichiarato l’allenatore della Diatec Trentino Radostin Stoytchev al termine di gara 2 - . In vista della prossima decisiva partita dovremo sicuramente preparare qualcosa di diverso ma ci proveremo sino alla fine. Serve però un cambio di atteggiamento perché anche nel momento in cui siamo stati avanti prima 1-0 e poi 2-1 non abbiamo mai dato l’impressione di poter gestire la partita. Complimenti a Modena, in ogni caso, perché ha meritato la vittoria”.

La serie ora lascerà spazio alla Final Four di 2016 CEV DenizBank Volleyball Champions League, che si disputerà nel weekend a Cracovia (Polonia) vedendo impegnata la Trentino Diatec nella seconda semifinale di sabato 16 aprile contro la Cucine Lube Civitanova (fischio d’inizio alle ore 19.30 – diretta Fox Sports Plus e Radio Dolomiti). Gara 3 di semifinale è invece in programma solo fra nove giorni al PalaPanini di Modena (21 aprile, ore 20.30).

Di seguito il tabellino di gara 2 di semifinale dei Play Off Scudetto UnipolSai 2016 giocata stasera al PalaTrento.

Diatec Trentino-DHL Modena 2-3
(25-21, 17-25, 25-21, 22-25, 12-15)
DIATEC TRENTINO: Urnaut 12, Solé 9, Djuric 19, Kaziyski 20, Mazzone D. 8, Giannelli 6, Colaci (L); Lanza 1, Bratoev, Van de Voorde. N.e. Antonov, Mazzone T., Bratoev, De Angelis,. All. Radostin Stoytchev.
DHL: Bossi 7, Bruno 3, Ngapeth 30, Saatkamp 16, Vettori 16, Nikic 8, Rossini (L); Sartoretti, Casadei, Thiago Sens, Petric. N.e. Donadio, Soli, Sighinolfi. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: 
Pasquali di Ascoli Piceno e Sampaolo di Treia (Macerata).
DURATA SET: 30’, 25’, 26’, 27’, 18’; tot  2h e 6’.
NOTE: 3.379 spettatori per un incasso di 41.353 euro. Diatec Trentino: 13 muri, 5 ace, 17 errori in battuta, 8 errore azione, 46% in attacco, 50% (32%) in ricezione. DHL: 8 muri, 6 ace, 21 errori in battuta, 5 errore azione, 51% in attacco, 51% (29%) in ricezione. Mvp Ngapeth.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136