QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Mondiale per Club: la Trentino Diatec decide il proprio futuro contro l’Upcn San Juan

martedì, 6 maggio 2014

Belo Horizonte - Dopo lo sfortunato esordio di lunedì sera con l’Al-Rayyan, il Mondiale per Club 2014 della Trentino Diatec prosegue nella giornata di domani, mercoledì 7 maggio, con la sfida valevole per il secondo turno della prima fase. I gialloblù affronteranno gli argentini dell’UPCN San Juan in una sfida della Pool B già decisiva per il futuro gialloblù nella manifestazione. Si gioca al Mineirinho di Belo Horizonte, con fischio d’inizio programmato per le ore 19 italiane (le 14 locali); diretta tv su FoxSport2 HD e sul sito internet www.laola1.tv.Emanuele BIRARELLI, attacco

QUI TRENTINO DIATEC Il secondo impegno del torneo diventa già una sorta di sfida da dentro o fuori per il Club che in passato è sempre andato sul podio nelle precedenti cinque partecipazioni al torneo iridato. Dopo il ko contro la compagine qatarina, la squadra gialloblù deve infatti necessariamente battere gli argentini per non vedere annullate le possibilità di qualificazioni alle semifinali, tenendo conto che stasera l’Al-Rayyan potrebbe provare la fuga in testa alla classifica del girone vincendo contro l’Esperance Tunis.

“Si tratta di un impegno fondamentale per continuare ad inseguire un posto fra le prime quattro – conferma Roberto Serniotti – . La sconfitta all’esordio in tre set è stata forse fin troppo severa perché per lunghi tratti abbiamo giocato una buona pallavolo; sono quindi convinto che abbiamo ancora buone possibilità di passare il turno, soprattutto se riusciremo ad essere meno contratti di lunedì. Conosciamo bene i nostri avversari: l’UPCN San Juan è sicuramente la formazione di quelle che affrontiamo nella Pool B su cui abbiamo il maggiori informazioni, tenendo conto che ha cambiato pochissimi effettivi rispetto alla squadra sfidata già due volte nella scorsa edizione del Mondiale per Club. Dovremo giocare una grande partita perché questa è una formazione che sa mettere molta pressione addosso: difende bene ed in attacco ha diverse alternative”.

La preparazione al match verrà completata nella giornata odierna, che prevede una allenamento con palla in una struttura d’appoggio preceduto da una sessione in sala pesi. Il tecnico piemontese sembra orientato a confermare i sette titolari visti nei primi due set del match con l’Al-Rayyan, con Sintini in regia preferito a Suxho. Quella di domani sera per la Trentino Volley sarà la 46^ partita stagionale (bilancio: 27 vittorie e 18 sconfitte), la 97^ internazionale nella storia del Club (79 successi, 17 ko) che nel Mondiale per Club ha sin qui vinto 23 delle 26 gare disputate.

GLI AVVERSARI L’UPCN di San Juan è una squadra che, al pari della Trentino Diatec, non ha cambiato volto rispetto all’edizione 2013 disputato sempre in Brasile nello scorso ottobre. La rosa affidata all’allenatore Fabian Armoa è infatti praticamente la stessa che ha ottenuto il quarto posto proprio dietro alla Trentino Diatec: il nome più altisonante è quello dell’opposto brasiliano Theo Lopes (best scorer nel facile 3-0 imposto ieri ai tunisini dell’Esperance) ma molto validi sono anche il palleggiatore Gonzalez, il centrale verdeoro Josè Junior, lo schiacciatore rumeno Olteanu (ex Gioia del Colle) e i due nazionali Filardi (schiacciatore) e Garroncq (libero), compagni di Seleccion di Sebastian Solé.

La Società, fra le più competitive dell’intero Sudamerica, vanta una storia piuttosto recente, considerato che il club è stato fondato solo nel 2007. In soli sette anni ha trovato immediatamente risultati di prestigio: il più roboante è la vittoria del Campionato Sudamericano 2013 (ottenuta superando per 3-0 i brasiliani del Vivo Minas in finale), a cui ha fatto seguito nell’edizione 2014 un secondo posto comunque di assoluto rispetto, perché arrivato dopo aver perso solo al tie break contro i Campioni del Mondo in carica del Sada Cruzeiro. Tale piazzamento ha consentito agli argentini di partecipare alla rassegna iridata per la seconda volta consecutiva. Nel palmares societario ci sono anche tre titoli nazionali e due coppe argentine, l’ultima delle quali conquistata a fine novembre. La doppietta campionato-coppa, già realizzata nella precedente stagione, è stata replicata anche in quella attuale: i gialloblù hanno superato 3-0 nella serie di finale scudetto il Lomas e ora vogliono provare a conquistare nuovamente l’accesso alla semifinale iridata.

La rosa dell’UPCN San Juan: 1. Sebastian Fernandez (p), 2. Lucas Tell (o), 3. Francisco Lloveras (c), 4. Sebastian Garrocq (l), 7. Theo Lopes (o), 8. Demian Gonzales (c), 9. Bogdan Olteanu (s), 10. Nicolas Lazo (s), 11. Rodrigo Peres Lopes (s), 14. Javier Filardi (s), 16. Jose Jorge Santos (c), 18. Martin Ramos (c). All. Fabian Armoa.

IL PROGRAMMA DELLA TERZA GIORNATA DI GARE Tre match del torneo maschile anche nella terza giornata di gare del Mondiale per Club 2014 (mercoledì 7 maggio): Trento-UPCN della Pool B precederà le sfide della Pool A Matin Varamin-Guaynabo Mets (ore 22.00) e l’attesissimo Sada Cruzeiro-Belogorie Belgorod (ore 1). Nella serata odierna si gioca anche la sfida Al-Rayyan-Esperance Tunis.

Classifiche – Pool A: Sada Cruzeiro 3, Belogorie Belgorod, Matin Varamin e Guaynabo Mets 0. Pool B: UPCN San Juan e Al-
Rayyan 3, Trentino Diatec e Esperance Tunis 0.

I PRECEDENTI Le due squadre si affronteranno per la terza volta nel giro di sette mesi, dopo i due incontri giocati nel Mondiale per Club 2013: il bilancio è in parità (1-1) grazie alla vittoria argentina per 3-2 (parziali di 25-22, 23-25, 22-25, 25-16, 13-15) dello scorso 17 ottobre a Betim (di fatto storica perché ha chiuso la striscia di 21 successi consecutivi nella manifestazione di Trento), a cui la squadra di Roberto Serniotti ha saputo però rispondere con gli interessi appena tre giorni dopo (20 ottobre 2014) col 3-1 (25-22, 22-25, 25-21, 25-19) che le ha consegnato la medaglia di bronzo nella manifestazione.

I PROBABILI SESTETTI Roberto Serniotti dovrebbe riproporre lo starting six della sfida con l’Al-Rayyan: Sintini al palleggio, Sokolov opposto, Lanza e Ferreira in banda, Birarelli e Solé al centro, Colaci libero.

Fabian Armoa risponderà invece mandando in campo i sette titolari che hanno imposto il 3-0 all’Esperance Tunis: Gonzalez al palleggio, Theo Lopes opposto, Olteanu e Filardi in banda, Molina e Santos Junior al centro, Garrocq libero.

GLI ARBITRI Come accaduto per la partita di lunedì sera, la FIVB renderà nota la composizione della coppia che arbitrerà il match
solo un paio d’ore prima dell’inizio. La rosa dei fischietti può contare su Annis Milad Ayman (Egitto), Nathanon Sowapark (Thailandia), Hernan Gonzalo Casamiquela (Argentina), Silvio Silveira (Brasile), Marvin José Mora Munoz (Costarica), Mario Bernaola Sanchez (Spagna) e Frans Loderus (Olanda).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136