QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Mondiale per Club 2014: domani l’esordio della Trentino Diatec contro l’Al Rayan

domenica, 4 maggio 2014

Belo Horizonte – Prende il via domani la sesta avventura consecutiva della Trentino Diatec nel Mondiale per Club, che anche in questa edizione si svolgerà in Brasile, a Belo Horizonte. I gialloblù, già vincitori del titolo iridato in quattro occasioni fra il 2009 e 2012, saranno protagonisti del secondo match della prima giornata di gare sfidando i qatarini dell’Al-Rayan,  partita d’esordio della Pool B della prima fase. Alla Mineirinho Arena il fischio d’inizio è previsto per le 22 italiane (le 17 locali); diretta tv su FoxSport2 HD e sul sito internet www.laola1.tv.Finta di Birarelli su alzata di Donald Suxho

QUI TRENTINO DIATEC

La  wild card concessa dalla FIVB, ha permesso alla Trentino Volley di allungare la propria stagione e di poter puntare a raccogliere nuovamente un risultato internazionale di prestigio dopo quello già ottenuto nella seconda metà dello scorso ottobre sempre in Brasile.

La squadra di Roberto Serniotti, giunta a Belo Horizonte ieri mattina dopo un viaggio di oltre ventisei ore con tre diversi scali aerei, cercherà di vestire ancora una volta i panni della mina vagante del torneo. Il primo appuntamento è subito uno di quelli in grado di indirizzare il futuro gialloblù nella manifestazione: la sfida contro un Al-Rayyan, che nei giorni precedenti al fischio d’inizio ha operato un importante mercato di rafforzamento, si preannuncia infatti subito delicata e difficile. Per guardare al proseguo del proprio torneo con speranze di qualificazione alla semifinale, obiettivo posto nel mirino dall’allenatore piemontese, servirà quindi immediatamente un risultato positivo.

Sarà un esordio importante, particolare e complicato al tempo stesso – conferma Roberto Serniotti - . Giocheremo contro una squadra che ha individualità di altissimo spessore: alcune le conosciamo benissimo e sappiamo perfettamente che offriranno qualità assoluta in attacco e battuta, fondamentali che dovremo cercare di contenere con la forza di un gioco più rodato come il nostro. Abbiamo avuto a disposizione un paio di settimane per preparare questa manifestazione e vogliamo mostrare di aver lavorato bene. In ricezione e a muro mi aspetto una prestazione importante: solo in questa maniera potremo riuscire a prevalere su un avversario complicato, anche da studiare”.

Nella giornata odierna la squadra trentina svolgerà la prima seduta di allenamento al Minerinho, l’arena di gioco da 18.000 posti che ospiterà tutte le gare del torneo; la sessione servirà probabilmente a sciogliere gli ultimi dubbi di formazione, tenendo conto che nelle ultime settimane nel sestetto titolare si sono spessi alternati i due registi Suxho e Sintini. Nella lista dei dodici giocatori che la Trentino Volley consegnerà alla Fivb stasera, da segnalare l’assenza degli schiacciatori Fedrizzi e De Paola, sostituiti nell’elenco dal posto 4 della Nazionale Juniores e dell’Itas Assicurazioni Trentino di Serie B1 Tiziano Mazzone e dal secondo libero Sebastiano Thei. Sono proprio loro due gli unici gialloblù a non aver mai partecipato in precedenza ad un Mondiale per Club; tutti gli altri vi hanno preso parte almeno una volta. Il più esperto da questo punto di vista è capitan Birarelli: cinque partecipazioni per un totale di 20 presenze iridate in campo.

LA STORIA DELLA TRENTINO VOLLEY NELLE COMPETIZIONI INTERNAZIONALI

Quella che si apre lunedì in Brasile sarà la sesta avventura assoluta nel Mondiale per Club della Trentino Volley, che in questa competizione può vantare già quattro affermazioni (quella ottenuta l’8 novembre 2009, quella del 21 dicembre 2010, quella del 14 ottobre 2011 e l’ultima del 19 ottobre 2012 – tutte a Doha) e un terzo posto (Betim 2013) con un ruolino di marcia invidiabile, composto di ventitré vittorie in venticinque incontri complessivamente giocati. L’FIVB Club World Championship 2014 è la quattordicesima manifestazione internazionale a cui la Società di via Trener prende parte: nel totale vanno conteggiate anche le sei partecipazioni alla stessa Champions League (vinta tre volte fra il 2009 e 2011) e la doppia esperienza europea della stagione 2004/05, prima in Top Teams Cup (dove venne eliminata dagli olandesi dell’Ortec Nesselande Rotterdam nella fase preliminare giocata al PalaTrento) e in Coppa CEV, dove venne estromessa per mano dei turchi dell’Halbank Ankara, e che tornerà a disputare nella prossima stagione. In totale le partite giocate in manifestazioni internazionali dalla Trentino Volley sono 95, di cui 79 vinte e 16 perse.

Su 64 gare disputate fuori dai confini nazionali in soli undici casi è arrivata la sconfitta. La Trentino Volley è anche l’unica Società sempre presente da quando, nel 2009, il Mondiale per Club è tornato nel calendario internazionale dell’FIVB a distanza di diciassette anni dal precedente.

GLI AVVERSARI 
Come la Trentino Volley, anche l’Al-Rayyan parteciperà al Mondiale per Club 2014 grazie alla wild card concessa dalla FIVB. Per cercare di sfruttare al meglio questa chance offertagli dalla federazione internazionale, il club di Doha – fra le principali realtà dell’intero Qatar, non solo per quel che concerne il volley ma più in generale per tutto lo sport nazionale – non ha badato a spese, allestendo una rosa con tantissime individualità di spicco e molto note agli appassionati di volley trentino.

Su tutte spicca sicuramente la presenza di due indimenticati ex di turno: il bulgaro Matey Kaziyski (tutt’ora il miglior marcatore della storia gialloblù con 4.085 punti in 277 partite e per quattro stagioni capitano) ed il brasiliano Raphael Vieira de Oliveira (182 presenze), regista di tutti i successi iridati della Trentino Volley. Per loro si tratterà della prima partita da avversari dopo il passaggio nella scorsa estate all’Ankara, con cui hanno recente chiuso una stagione ricca di successi in Turchia. Assieme a loro ci saranno i cubani Simon (centrale, direttamente da Piacenza) e Sanchez Bozhulev (opposto), che offriranno sicuramente alternative validissime al gioco predisposto dal tecnico Igor Arbutina; non dovrebbe essere del match invece il posto 4 statunitense Cala (ex Verona), ragion per cui nel sestetto titolare troverà posto un paio un giocatore qatarino in più come lo schiacciatore Franca (o Bairami), oltre al libero Sulaiman ed al centrale Mubarak.

Nel palmares dell’Al-Rayan ci sono fra le più svariate coppe che vengono organizzate ogni stagione in Qatar, ma mai la qualificazione ad una semifinale del Mondiale per Club, a cui prenderà parte per la seconda volta nella propria storia dopo l’esperienza del 2012 conclusa già nella prima fase. Recentemente ha conquistato anche il secondo posto nell’AVC, la Champions League Asiatica, persa per 1-3 in finale contro il Matim Varanim di Daniele Bagnoli.

La rosa dell’Al-Rayyan: 
1. Matey Kaziyski (s), 2. Ali Hassan Asadi (p), 3. Robertlandy Alties Simon (c), 4. Mohamed Ali-Oui (c), 5. Mohamed Hachdadi (o), 6. Michael Sanchez Bozhulev (o), 7. Raphael Vieira de Oliveira (p), 8. Saad Sulaiman Sulaiman (l), 9. Ali Bairami (s), 10. Mohammed Abdulla (c), 12. Mubarak Dahi Waleed (c), 13. Ali Hamed Yaqub (o), 17. Yosleyder Cala Gerardo (s), 18. Andre Luiz Q Franca (s). All. Igor Arbutina.

LA FORMULA
La partite di domani inaugurano la prima fase che vede le otto squadre partecipanti e rappresentanti quattro dei cinque continenti del mondo divise in due gironi (Pool A e Pool B) da quattro team ciascuno, che si affronteranno fra loro in un girone all’italiana di sola andata (Round Robin) per un totale di 12 partite. Accederanno alle semifinali (in programma il 9 maggio, le finali si giocheranno il giorno dopo) le prime due classificate di ogni girone della prima fase. Le terze e quarte di ciascun raggruppamento verranno eliminate direttamente e saranno classificate, a seconda del piazzamento in classifica della Pool, quinte o settime. L’attribuzione dei punti nella graduatoria sarà identica a quella del campionato italiano: tre punti per la vittoria al massimo in quattro set, due punti per il successo al tie break ed un punto per la sconfitta al quinto set. In caso di stesso numero di punti di due squadre nella classifica finale del girone, si terranno in considerazione nell’ordine: numero di vittorie, quoziente set, quoziente punti, scontro diretto. La classifica avulsa invece verrà stilata solo in caso di tre o quattro compagini con lo stesso punteggio.

IL PROGRAMMA DELLA PRIMA GIORNATA DI GARE
 Tre match nella prima giornata di gare del Mondiale per Club 2014: Trentino Diatec-Al-Rayyan sarà infatti preceduta da UPCN-Esperance Tunis delle ore 19, che inaugurerà il torneo e riguarderà da vicino la formazione di Roberto Serniotti riguardando la stessa Pool. All’una di notte italiana si giocherà invece Sada Cruzeiro-Guaynabo Mets per la Pool A.

I PRECEDENTI
Quello di lunedì notte sarà il secondo incontro assoluto della storia fra Trentino Volley e Al-Rayyan, già sfidatesi nel turno inaugurale del Mondiale per Club 2012. Era il 13 ottobre e la Trentino Diatec la spuntò a Doha solo al tie break dopo cinque set combattutissimi come dimostrano i parziali di (22-25, 25-18, 23-25, 25-17, 15-9). Rispetto alle compagini del Qatar la Trentino Volley vanta però anche un altro precedente, sempre relativo ad una gara valevole per il Mondiale per Club. Nell’edizione 2011, il 9 ottobre, la formazione gialloblù regolò in tre set (25-22, 25-15, 25-17) l’Al Arabi staccando il pass per le semifinali con un turno d’anticipo.

I PROBABILI SESTETTI
L’unico dubbio di Roberto Serniotti è legato alla regia: il ballottaggio fra Suxho e Sintini sarà sciolto solo nell’immediata vigilia del match; invariato il resto del sestetto titolare, con Sokolov opposto, Lanza e Ferreira in banda, Birarelli e Solé al centro, Colaci libero.

Più difficile invece intuire alla vigilia le scelte che opererà Igor Arbutina, tecnico dell’Al-Rayyan, che si trova fra le mani una rosa con grandissime individuali che però sin qui sono si sono mai allenate assieme; un’ipotesi di starting six (assolutamente da verificare) potrebbe vedere Raphael al palleggio, Sanchez Bozhulev opposto, Kaziyski e Franca (o Bairami) in banda, Simon e Mubarak al centro, Sulaiman libero.

GLI ARBITRI
La FIVB ha designato i sette arbitri che dirigeranno i sedici incontri della manifestazione, senza però rendere ancora nota la composizione delle coppie che fischieranno nelle singole partite e che verosimilmente verranno svelate sempre solo poche ore prima delle gare. La rosa dei fischietti può contare su Annis Milad Ayman (Egitto), Nathanon Sowapark (Thailandia), Hernan Gonzalo Casamiquela (Argentina), Silvio Silveira (Brasile), Marvin José Mora Munoz (Costarica), Mario Bernaola Sanchez (Spagna) e Frans Loderus (Olanda). Quest’ultimi due hanno già arbitrato Trentino Volley in partite di CEV Champions League.

TV E INTERNET
Come anticipato, Trentino Diatec-Al-Rayyan sarà trasmessa in diretta tv da FoxSport2 HD, canale visibile sulla piattaforma Sky al numero 213 per coloro che hanno sottoscritto l’abbonamento Sport con opzione Hd. A partire dalle ore 22 il commento sarà affidato a Lorenzo Dallari ed Alberto Cisolla.

Il sito internet www.laola1.tv, già storico partner della CEV per quel che concerne la Volleyball Champions League, curerà la diretta streaming; per poter seguire la gara basterà accedere alla sezione riservata alla manifestazione (consultabile direttamente al link http://www.laola1.tv/de-at/fivb-club-world-championship-maenner/98.html) e cliccare sull’icona rossa “live” che apparirà accanto in alto  a destra nella pagina poco prima dell’inizio del match.

Su internet il servizio live punto a punto sarà inoltrecurato dal sito della FIVB che avrà una sezione esclusivamente riservata al torneo:http://www.fivb.org/EN/volleyball/competitions/ClubWorldChampionships/Men/2014/index.asp .


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136