QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Volley, Maccabi Tel Aviv battuto 3-0: Trento ai quarti di finale di 2015 Cev Cup

mercoledì, 17 dicembre 2014

Tel Aviv – L’ENERGY T.I. Diatec Trentino chiude la prima trasferta della sua storia ad Israele centrando pienamente l’obiettivo che si era posta alla partenza: senza dover faticare troppo i gialloblù hanno staccato la qualificazione ai quarti di finale di 2015 CEV Cup non trovando particolari problemi nel replicare il perentorio 3-0 dell’andata anche stasera in casa del Maccabi.trento trentino volley Prima foto di squadra stagionale

In campo senza Solé (a cui Stoytchev ha preferito un ottimo Burgsthaler), Kaziyski e compagni hanno dettato legge dal primo all’ultimo punto, chiudendo in fretta il discorso legato al passaggio del turno dopo appena due set. In vista dei prossimi importanti impegni di SuperLega (tre gare in una settimana fra il 21 e 28 dicembre), le indicazioni migliori sono arrivate ancora una volta dal muro, a segno quindici volte con lo stesso Burgsthaler assoluto padrone grazie a sei punti diretti, ma anche dallo stato di forma di alcuni singoli: Lanza, ad esempio, ha confermato di essere completamente recuperato dal precedente infortunio alla spalla chiudendo il match come best scorer (20 palloni vincenti), tre battute punto e percentuali vertiginose in attacco (70%). Nella metà campo trentina si sono mossi bene anche Birarelli (5 muri, due ace ed il 71% in primo tempo) e Nemec (15 punti col 72% a rete), così come convincenti sono stati gli innesti in corso d’opera di Giannelli e Fedrizzi (5).

La cronaca della gara. Negli starting six Stoytchev fa spazio in posto 3 a Burgsthaler (al posto di Solé) e conferma gli altri sei effettivi visti in campo a Sansepolcro: Zygadlo in regia, Nemec opposto, Birarelli al centro, Colaci libero e la coppia Lanza-Kaziyski in banda; Zohar Bar Netzer, allenatore del Maccabi Tel Aviv, propone come nel match d’andata Shachar al palleggio, Kudrjašovs schiacciatore, Poylov e Sokolov al centro, Shwartz-Shmoel libero, ma anche Abel nel ruolo di opposto e Cohen come secondo laterale. L’avvio degli ospiti è bruciante con Lanza e Birarelli che fanno sentire la loro voce (7-3); il Maccabi prova a reagire con Kudrjašovs (11-9) ma è solo un attimo perché la macchina da punti trentina riparte con Burgsthaler (muro su Abel e comod slash) e con lo stesso Pippo che firma il 16-11. Dopo il secondo time out tecnico gli israeliani smettono di giocare; Trento ne approfitta per allungare ulteriormente (21-13) e chiudere comodamente con un muro di Birarelli su Kudrjašovs (25-15).

Il copione si ripete tale e quale nel secondo parziale: il Maccabi prova a tenere il ritmo ospite sino al 4-3 (ace di Kudrjašovs), ma poi va presto sotto con Birarelli scatenato a muro (due consecutivi per il 4-8). Stoytchev allora ne approfitta per utilizzare prima Fedrizzi (per Kaziyski) e poi Giannelli (per Zygadlo) senza perdere il filo del gioco. Anzi, se possibile, le cose migliorano (17-10, 21-12, 25-13) con Lanza ancora una volta scatenato a rete e Nemec preziosissimo in attacco da seconda linea.

Nel terzo set Giannelli resta in campo in regia e Simone ripaga la scelta del proprio tecnico gestendo subito al meglio il fronte d’attacco: Trento non fatica a scappare via (6-3, 9-5) con Lanza sugli scudi. Si fa vedere anche Fedrizzi che fra attacco e battuta inizia a mettere a terra palloni pesanti (14-9) non lasciando di fatto scampo agli avversari. Sul 17-11 (slash di Nemec), il match è di fatto finito: Trento chiude in fretta sul 25-16 senza davvero faticare.

“Proseguire il cammino in una competizione europea non è mai banale o scontato – ha spiegato in mixed zone al termine della gara Radostin Stoytchev – ; per questo motivo sono quindi contento del passaggio del turno e della prestazione, che è stata priva di particolari sbavature. Abbiamo giocato una buona partita, tenendo sotto controllo costantemente il punteggio ma il tutto va ovviamente contestualizzato con il valore dell’avversario che stasera, come all’andata, non ci ha praticamente mai messo in difficoltà. Adesso abbiamo giusto un paio di giorni per preparare il prossimo appuntamento che inevitabilmente sarà di valore assolutamente differente da questo. Stiamo studiando Modena da giorni ma per vincere non basterà giocare bene, dovremo dare il 110%”.

Il cammino dell’ENERGY T.I. Diatec Trentino nel torneo proseguirà nei quarti di finale con i rumeni dell’SMC U Craiova; il primo match si giocherà a metà gennaio in trasferta (verosimilmente mercoledì 14 – data da confermare) mentre il ritorno andrà in scena al PalaTrento una settimana dopo. I gialloblù rientreranno in Italia nel pomeriggio di domani e venerdì inizieranno a preparare il big match dell’undicesimo turno di SuperLega UnipolSai 2014/15, che vedrà arrivare al PalaTrento la capolista Modena domenica 21 dicembre alle ore 17 (prevendite biglietti attive presso il Trentino Volley Point sino alle ore 12 di sabato).

Di seguito il tabellino della gara di ritorno degli ottavi di finale di 2015 CEV Cup, giocata questa sera all’Hadar Yosef National Sport Center di Tel Aviv.

TABELLINO
Maccabi Tel Aviv- ENERGY T.I. Diatec Trentino 0-3 (15-25, 13-25, 16-25)
MACCABI TEL AVIV: Shacar 1, Kudrjašovs 9, Poylov 3, Abel 9, Cohen 5, Sokolov 7, Shwartz-Shmoel (L); Ben Gal, Shemesh, Kopech. N.e. Gessen, Corenstein. All. Zohar Bar Netzer.
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Lanza 20, Burgsthaler 11, Nemec 15, Kaziyski 2, Birarelli 10, Zygadlo, Colaci (L); Fedrizzi 5, Giannelli 1, Mazzone. N.e. Nelli, Solé. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Pavlov di Mosca (Russia) e Georgiadis di Atene (Grecia).
DURATA SET: 21’, 21’, 23’; tot 1h e 5’.
NOTE: 700 spettatori. Maccabi Tel Aviv: 0 muri, 4 ace, 6 errori in battuta, 5 errore azione, 41% in attacco, 47% (23%) in ricezione. ENERGY T.I. Diatec Trentino: 15 muri, 7 ace, 9 errori in battuta, 1 errore azione, 64% in attacco, 52% (22%) in ricezione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136