QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, la Diatec Trentino vince l’andata dei Play Off Unipolsai per il quinto posto contro Latina

domenica, 6 aprile 2014

Latina - La Diatec Trentino ritrova la vittoria e compie il primo passo verso le semifinali dei Play Off 5° posto UnipolSai. I Campioni d’Italia in carica hanno dimostrato stasera al PalaBianchini di aver superato lo shock dell’eliminazione dei Play Off Scudetto patita una settimana fa a Modena, assicurandosi la gara d’andata dei quarti di finale del tabellone che assegna la qualificazione alla 2015 CEV Challenge Cup.

Niente da fare per l’Andreoli Latina, caduta in casa per 0-3 come successo nel match di regular season giocato tre mesi prima; il desiderio di riscatto dei gialloblù non ha mai permesso ai pontini di sperare nemmeno nel successo di un parziale. Nei primi due set i Campioni d’Italia si sono infatti espressi su livelli altissimi in attacco e al servizio, tenendo a debita distanza gli avversari che in seguito sono stati respinti anche nel tentativo di rimonta messo in atto nella terza frazione (da 18-14 a 20-20), quando sul più bello in cattedra è salito Lanza. Proprio lo schiacciatore veronese, alla fine premiato mvp grazie a percentuali altissime sia in attacco (72%) sia in ricezione (71%), è stato fra i principali trascinatori dei gialloblù, che sul piatto hanno poi messo pure i 18 punti di Sokolov (due ace e due muri) e la straordinaria efficacia in primo tempo di Solé (88%), ben imbeccato in regia da Sintini. Latina ha pagato a caro prezzo la brutta giornata di Starovic (38%) e si è aggrappata a Verhees (11 punti col 100% e 3 muri), che da solo ha potuto però poco.

Per staccare la qualificazione alle semifinali, alla Diatec Trentino nella gara di ritorno in programma fra sette giorni basterà vincere due set.

Emanuele BIRARELLI, attacco

La cronaca del match. Al PalaBianchini Roberto Serniotti conferma sei settimi della formazione che ha giocato gli ultimi due set una settimana prima a Modena: Sintini viene ancora preferito a Suxho in regia, Sokolov agisce nel ruolo di opposto, Lanza e Ferreira (Fedrizzi parte in panchina) sono gli schiacciatori, Birarelli e Solé al centro, Colaci veste la maglia del libero. Dario Simoni, tecnico di Latina, replica con Sottile al palleggio in diagonale a Starovic, Fragkos e Noda Blanco in banda, Candellaro e Verhees centrali, Rossini libero. L’avvio degli ospiti è bruciante con Ferreira (pipe e due ace) e Sokolov subito a segno in fase di break point per il 6-1; Latina usa subito un time out e fa bene perché Verhees con muro e primi tempi la riporta immediatamente a stretto contatto (9-6). La macchina da punti trentina riparte subito dopo la sosta tecnica ancora con il portoghese (13-9), poi ci pensano Lanza e Sokolov (ace) ad incrementare ulteriormente il vantaggio per il 18-13 che costringe Simoni ad interrompere nuovamente il gioco. Il rush finale della Diatec Trentino è però lanciato e la conclusione del set quindi arriva già sul 25-18 con la regia di Sintini (anche un punto diretto per lui) in bella evidenza.

Più equilibrato l’avvio di secondo periodo, in cui Trento ha il primo vero spunto solo quando Sokolov va al servizio firmando l’8-7, che si trasforma velocemente in 11-8, grazie al momento di appannamento di Starovic che viene murato da Birarelli e poi angola male il lungolinea. Latina ha un sussulto d’orgoglio e con Starovic si riporta a meno due (15-13) ma poi la Diatec Trentino dilaga di nuovo (18-13) con l’opposto bulgaro in grande evidenza. Simoni cambia la diagonale palleggiatore-opposto (dentro Paris e Michalovic) senza trovare risultati apprezzabili visto che Lanza e Ferreira si scatenano a rete conducendo velocemente i compagni verso il 2-0 (21-16, 25-17).

Il copione non cambia nel terzo set, con il servizio sempre incisivo dei tricolori che continua a far male alla ricezione pontina e con una Latina che fatica molto anche in attacco. La squadra di Serniotti scappa via sull’8-4 con Lanza e Sokolov, poi ci pensa Solé a difendere il vantaggio a suon di primi tempi (12-8). L’Andreoli cerca di riavvicinarsi con un ace di Noda Blanco (14-11, time out di Serniotti) e risale sino al 16-14 e poi sul 20-20 trascinata da Verhees. I gialloblù ripartono con Sokolov (22-20) e poi chiudono sul 25-21 con due punti consecutivi di Lanza.

Questo il tabellino:

Andreoli Latina-Diatec Trentino 0-3
(18-25, 17-25, 21-25)
ANDREOLI: Noda Blanco 6, Candellaro 4, Starovic 9, Skrimov, Verhees 11, Sottile 2, Rossini (L); Fragkos 8, Michalovic 1, Paris. N.e. Tailli. All. Dario Simoni.
DIATEC TRENTINO: Birarelli 5, Sintini 2, Ferreira 8, Solé 8, Sokolov 18, Lanza 15, Colaci (L); Burgsthaler. N.e. Suxho, Thei, De Paola, Fedrizzi, Van Dijk. All. Roberto Serniotti.
ARBITRI: Saltalippi di Perugia e Santi di Città di Castello (Perugia)
DURATA SET: 21’, 22’, 26’; tot 1h e 9’.
NOTE: 473 spettatori per un incasso di 3.065 euro. Andreoli Latina: 6 muri, 3 ace, 9 errori in battuta, 5 errori azione, 43% in attacco, 51% (30%) in ricezione. Diatec Trentino: 5 muri, 7 ace, 11 errori in battuta, 3 errori azione, 59% in attacco, 69% (54%) in ricezione. Mvp Lanza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136