QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Volley, la corsa della Diatec Trentino in Superlega si ferma a Molfetta. I Campioni d’Italia sconfitti 3-0

mercoledì, 25 novembre 2015

Molfetta – La corsa della Diatec in Superlega si ferma a Molfetta. Il PalaPoli di Molfetta respinge i Campioni d’Italia, che cedono in tre set all’Exprivia Molfetta nel settimo turno di regular season SuperLega UnipolSai. Come accaduto già una volta nel 2015 (era il 25 gennaio), l’impianto dell’Exprivia si è rivelato particolarmente ostico per i gialloblù, inizialmente sorpresi da un grande avvio di match dei padroni di casa, trascinati da un infermabile Hernandez (alla fine mvp del match con 19 punti, il 54% in attacco e ben ace) che ha di fatto scavato da solo la differenza nel primo set. Anche in seguito però, pur lottando puntAntonov attaccoo a punto, Trento ha faticato a prendere in mano le redini del gioco manifestando difficoltà in tutti i reparti ed in particolar modo in ricezione e a rete, come testimoniano le percentuali piuttosto basse in entrambi i fondamentali. Best scorer trentino del match l’opposto Mitar Djuric con 12 punti, ma gli attaccanti che hanno girato meglio sono stati, percentuali alla mano, Antonov (62%) e i centrali Solé (55%) e Van de Voorde (57%).

Il rovescio in Puglia fa scivolare la Diatec Trentino dal terzo al quarto posto in classifica in favore di Perugia; già giovedì sera – in caso di vittoria di Verona nel posticipo casalingo del settimo turno contro Padova – i gialloblù potrebbero però essere raggiunti dagli scaligeri a quota 14.
La cronaca della gara -  Stoytchev conferma lo schieramento visto più spesso in questa prima parte di stagione, rioffrendo fiducia a Van de Voorde; gli altri sei titolari sono Giannelli al palleggio, Djuric opposto, Lanza e Antonov schiacciatori, Solé secondo centrale, Colaci libero. Flavio Gulinelli, allenatore dei locali, propone Hierrezuelo alzatore, Hernandez opposto, Randazzo e Joao Rafael schiacciatori, Candellaro e Barone al centro, De Pandis libero. La partenza dei pugliesi è lanciata: Hernandez (ace e due attacchi) offre il primo spunto sul 4-7 costringendo gli ospiti a rifugiarsi in un time out discrezionale. Alla ripresa le cose non migliorano, con Joao Rafael scatenato a rete e l’opposto cubano utile anche a muro (5-12) e anzi con Randazzo a rete peggiorano ulteriormente (9-18). Trento ha un piccolo sussulto con Djuric (13-19) ma dopo la pausa richiesta da Gulinelli l’Exprivia riprende sicura la propria marcia verso l’1-0 interno (15-21, 18-23), che arriva sul 21-25 dopo che Djuric col servizio aveva messo un po’ di pressione a Molfetta.
La reazione della Diatec Trentino in avvio di secondo parziale porta la firma di Van de Voorde, che abbassa la saracinesca portando il primo vero vantaggio dei tricolori al PalaPoli (7-5); Solé non vuole essere da meno e fermando Joao Rafael permette a Trento di allungare ulteriormente (12-8). Alla ripresa del gioco Molfetta cambia però marcia, pareggia i conti con Hernandez (14-14) e poi mette la freccia (15-17) con l’attacco di Hierrezuelo. Stoytchev spende due time out e alterna Nelli a Djuric nel giro di pochi minuti senza trovare risposte convincenti (18-21); Hernandez si erge nuovamente ad assoluto protagonista e quasi da solo conduce i suoi al nuovo 21-25 che porta i pugliesi sul 2-0 interno.
Equilibrato anche il primo segmento di terzo set, in cui Molfetta dà comunque l’impressione di poter tenere le redini dell’incontro in mano, tant’è vero che con Joao Rafael al servizio passa dal 7-8 al 7-10. Stoytchev allora getta nella mischia Bratoev al posto di Giannelli e per un attimo i gialloblù si rianimano (10-11) ma Molfetta non si fa intimorire e riparte con Hernandez (13-16 e poi 17-20), che chiude quasi da solo i conti sul 20-25 con due ace consecutivi.
“Abbiamo subito una sconfitta che purtroppo è stata una logica conseguenza del successo di domenica con Modena – ha commentato a fine gara Radostin Stoytchev – . Dopo quel 3-2 la squadra non ha trovato le risorse fisiche, tecniche e tattiche per giocare questo match. Abbiamo avuto elementi giovani che hanno faticato ad offrire una prestazione all’altezza e perciò il nostro cambiopalla ne ha risentito. Anche in ricezione abbiamo sofferto troppo ma più in generale siamo stati indecisi nelle situazioni più particolari della gara. Quando giochiamo così è giusto perdere, non possiamo scegliere quali partite affrontare con la giusta mentalità e quali no: le dobbiamo giocare tutte bene e non siamo ancora in grado di farlo”.
La Diatec Trentino tornerà a Trento nel primo pomeriggio di giovedì e da venerdì mattina comincerà a preparare il prossimo impegno di SuperLega UnipolSai, in programma domenica 29 novembre al PalaTrento contro Latina (ore 18).

IL TABELLINO

Exprivia Molfetta-Diatec Trentino 3-0 (25-21, 25-21, 25-20)

EXPRIVIA: Joao Rafael 7, Barone 3, Hernandez 19, Randazzo 7, Candellaro 9, Hierrezuelo 7, De Pandis (L); Del Vecchio, Porcelli. N.e. Kaczynski, Spadavecchia, Mariella e Fedrizzi. All. Flavio Gulinelli.
DIATEC TRENTINO: Lanza 3, Solé 7, Djuric 12, Antonov 9, Van de Voorde 6, Giannelli 1, Colaci (L); De Angelis, Nelli, Bratoev 1, Mazzone D. 2. N.e. Mazzone T.. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Florian e Lot di Treviso.
DURATA SET: 25’, 26’, 29’; tot 1h e 20’.
NOTE: 1.892 spettatori, incasso 5.451 euro. Exprivia: 6 muri, 9 ace, 11 errori in battuta, 7 errori azione, 51% in attacco, 38% (22%) in ricezione. Diatec Trentino: 7 muri, 3 ace, 14 errori in battuta, 7 errori azione, 44% in attacco, 48% (27%) in ricezione. Mvp Hernandez.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136