QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Volley: impresa di Trento che batte Modena, espugna il PalaPanini in maniera epica e vola in testa alla classifica

sabato, 21 marzo 2015

Modena – Vittoria e primato! L’ENERGY T.I. Diatec Trentino capitalizza al massimo l’occasione offertale dal big match del ventiquattresimo turno di regular season SuperLega UnipolSai piegando per 3-1 la Parmareggio Modena al PalaPanini.FILIPPO LANZA DIATEC 1

L’impianto emiliano perde così la sua imbattibilità stagionale dopo undici vittorie consecutive e consegna alla squadra di Stoytchev di nuovo il primato della classifica a due giornate dal termine con due punti di margine sulla prima inseguitrice.

L’acuto gialloblù di fronte ad oltre 5.000 spettatori (fra cui hanno fatto bella figura i duecento tifosi trentini) consente alla Trentino Volley di tornare ad avere concrete possibilità di vincere la regular season (e con essa il pass per la prossima CEV Champions League); per riuscirci senza dover attendere i risultati delle dirette concorrenti (Modena appunto ma anche Treia) Birarelli e compagni dovranno però conquistare i sei punti ancora a disposizione nelle sfide con Monza (1 aprile al PalaTrento) e Piacenza (in trasferta il giorno di Pasqua).

L’ENERGY T.I. Diatec Trentino si è guadagnata questo prezioso ma significativo vantaggio confezionando un’altra prova epica, tutta cuore e grinta, a cui ha spesso abituato in questo campionato i suoi sostenitori. Con un approccio eccezionale alla gara, prima i gialloblù sono scappati sul 2-0 diventando sempre più protagonisti del campo grazie al muro (a segno 10 volte nei primi due set) e un super Kaziyski (alla fine mvp con 19 punti, di cui tre muri, un ace ed il 58% a rete), poi sono riusciti a risalire la china nel momento migliore di Modena. Dopo aver vinto il terzo set in maniera netta, la Parmareggio si era avvicinata al tie break volando sino al 17-20 ma non aveva ancora fatto i conti col carattere trentino che è passato per la battuta ancora di Kaziyski e per gli attacchi di Lanza (18 punti col 62%, un ace e due muri): spallate in grado di segnare un incredibile parziale di 4-9 e di far chiudere alla squadra di Stoytchev il match per 3-1 sul 26-24. Nella splendida prova generale, da sottolineare l’ottima prestazione in seconda linea di Colaci (75% in ricezione e tante difese), la sostanza di Birarelli in primo tempo e Solé a muro (5 block vincenti al rientro), la lucida regia di Zygadlo e i positivi ingressi dei giovani Giannelli e Nelli, a cui non sono tremate le gambe nel finale di partita.

La cronaca della gara. Gli starting six non riservano novità rispetto a quanto preventivato alla vigilia: Radostin Stoytchev recupera Solé al centro della rete e schiera quindi anche al PalaPanini la consueta ENERGY T.I. Diatec Trentino: Zygadlo in regia, Nemec opposto, Kaziyski e Lanza schiacciatori, Birarelli in diagonale al rientrante argentino, Colaci libero; Angelo Lorenzetti, tecnico della Parmareggio Modena, preferisce Petric a Kovacevic in posto 4 in diagonale a Ngapeth presentando poi Bruno al palleggio, Vettori opposto, Piano e Verhees centrali, Rossini libero. Fra le due squadre è quella ospite ad avere il migliore impatto sul match: con Birarelli che mura Vettori è subito 2-0 e poi 5-3 per Trento, che però in seguito si fa riprendere dagli emiliani già sull’8-8 (Petric). Un ace di Ngapeth inverte la tendenza (10-11), ma dopo il time out tecnico è Solé ad abbassare la saracinesca propiziando il nuovo sorpasso ENERGY T.I. Diatec Trentino (15-13). Proprio col muro Modena impatta sul 18-18 quando Petric ferma Nemec. Stoytchev interrompe il gioco due volte in pochissimo tempo nel finale di set giocato sempre punto a punto (21-21, 23-23); a decidere ai vantaggi è un ace di Kaziyski su Ngapeth che fissa il 26-24 alla seconda palla set.

Il buon momento trentino continua anche nel secondo set, in cui l’ENERGY T.I. Diatec prende in mano le operazioni del gioco già sul 6-4 (Birarelli ancora pronto in attacco) per poi aumentare sino al +4 (11-7) grazie ai muri di Solé. Lorenzetti ha già chiamato un time out ma poi deve ripetersi quasi subito sul 14-8 quando Lanza ha messo a terra una pipe spettacolare e Bruninho sbaglia un’alzata. Ngapeth prova a scuotere i suoi con un break point (17-13) ma è solo un piccolo sussulto perché Trento con Kaziyski non concede più nulla (22-15, 24-17) e chiude sul 25-18 con un muro di Zygadlo su Petric.

La Parmareggio Modena rientra in campo conscia di non poter più sbagliare e con Petric e Ngapeth (muro su Lanza) guadagna un paio di punti di vantaggio (4-6, 7-10) già nella metà del primo parziale. Kaziyski col servizio riporta sotto i suoi (13-14) ma è una situazione di equilibrio breve perché gli emiliani riaccelerano con qualche errore di troppo ospite (14-18). Stoytchev capisce che il parziale sta scappando e concede un po’ di riposo a Nemec, Kaziyski e Lanza (che prima di uscire riceve un cartellino giallo da Saltalippi) mentre i padroni di casa diventano assoluti protagonisti del campo chiudendo in fretta il discorso (15-22, 17-25).

Il punto a punto nel quarto set dura sino al 9-9 grazie a qualche spunto di Ngapeth da un parte e di Kaziyski dall’altra. Ci pensa poi Petric ad accelerare per Modena (9-12); il serbo picchia forte e consente ai canarini di allungare ancora dopo il time out tecnico (10-14). Stoytchev inserisce di nuovo Nelli al posto di Nemec e i suoi risalgono sino al meno due (15-17), ma poi Modena con Vettori prova di nuovo a prendere il largo (17-20), ma Kaziyski ricompone quasi da solo lo strappo col servizio (22-22). Una ricostruita di Lanza segna il sorpasso (23-22); Trento si procura due palle match e alla seconda chiude con lo stesso Pippo (26-24), facendo segnare un parziale di 9-4 incredibile.

“E’ stata una partita di altissimo livello ed è un merito ulteriore averla vinta in quattro set – è stata l’analisi a fine gara di Radostin Stoytchev – . Entrambe le squadre si sono espresse al meglio dando vita ad una pallavolo davvero piacevole e spettacolare. Sono contento di come siamo riusciti a trasferire sul campo quello che avevamo tatticamente preparato alla vigilia del match. I primi due set sono stati giocati in maniera quasi perfetta a muro mentre nel terzo set Modena ricevuto benissimo e ci ha messo in grande difficoltà. Non abbiamo però mai mollato nemmeno nel momento più difficile e siamo riusciti a vincere; un plauso a tutta la squadra perché ha fatto qualcosa di straordinario. Grazie anche ai tifosi che ci hanno supportato, adesso pensiamo già alla Coppa CEV”.
L’ENERGY T.I. Diatec Trentino non rientrerà a Trento in serata ma pernotterà in Emilia dove domani pomeriggio volerà direttamente da Bologna in Polonia per raggiungere già in serata Kedzierzyn-Kozle. Martedì sera alle ore 20.30 scoccherà infatti già l’ora dell’andata di semifinale di 2015 CEV Cup sul campo dello Zaksa. Fra una settimana (sabato 28 marzo, ore 20.30) il match di ritorno al PalaTrento.

Di seguito il tabellino della gara della ventiquattresima giornata di regular season di SuperLega UnipolSai giocata questa sera al PalaPanini di Modena.

Parmareggio Modena-ENERGY T.I. Diatec Trentino 1-3
(24-26, 18-25, 25-17 24-26)
PARMAREGGIO: Verhees 3, Bruno 3, Ngapeth 19, Piano 5, Vettori 17, Petric 21, Rossini (L); Casadei 1, Sala 1, Boninfante. N.e. Donadio, Ishikawa e Kovacevic. All. Angelo Lorenzetti.
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Solé 8, Nemec 9, Kaziyski 19, Birarelli 11, Zygadlo 1, Lanza 18, Colaci (L); Giannelli, Nelli 3, Mazzone, Fedrizzi. N.e. Thei e Burgsthaler. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Saltalippi di Perugia e Cipolla di Palermo.
DURATA SET: 28’, 26’, 28’, 34’; tot 1h e 56’.
NOTE: 4.820 spettatori per un incasso di 61.926 euro. Parmareggio: 8 muri, 2 ace, 17 errori in battuta, 6 errori azione, 57% in attacco, 62% (32%) in ricezione. ENERGY T.I. Diatec Trentino: 12 muri, 5 ace, 12 errori in battuta, 6 errori azione, 56% in attacco, 67% (36%) in ricezione. Cartellino rosso a Stoytchev sul 22-23 del quarto set. Mvp Kaziyski.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136