QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Gara 1 di Semifinale Play Off Scudetto 2017 è di Trento: Perugia si arrende 3-1

domenica, 19 marzo 2017

Trento – La serie semifinale Play Off Scudetto UnipolSai 2017 inizia col piede giusto per la Diatec Trentino. In gara 1 con Perugia la formazione gialloblù si è infatti tenuta stretto il fattore campo, imponendosi sugli umbri per 3-1 al termine di una partita vibrante e combattutissima, che ha offerto sovente capovolgimenti di fronte ed emozioni sino all’ultimo.

palatrentoA maggior ragione quindi Lanza e compagni hanno avuto il grande merito di saper cogliere subito il punto dell’1-0, confermando l’inespugnabilità del PalaTrento (19^ vittoria consecutiva) e dimostrando di avere carattere da vendere. I gialloblù hanno fatto loro la sfida sfruttando alcune fiammate di grandissimo gioco nei momenti decisivi degli ultimi tre set. Dopo un primo parziale nel segno di Perugia e del suo servizio, la partita si è infatti incanalata sui binari dell’assoluta incertezza; la squadra di casa si è fatta trascinare dal suo splendido pubblico (quasi 4.000 spettatori) verso una prestazione sempre più convincente, fatta di grandi difese ma anche di qualche rischio che Lorenzetti aveva annunciato alla vigilia si sarebbe preso. L’ingresso di Antonov nel momento culmine del terzo set e quelli di Nelli in analoga fase del quarto periodo sono due esempi lampanti. A far pendere l’ago della bilancia verso la Diatec Trentino sono poi stati la riscossa di Lanza (partito male ma poi cresciuto a dismisura sino a diventare il best scorer dei locali), la regolarità di Urnaut (mvp del match con numeri ottimi in tutti i fondamentali) ed il costante apporto di Van de Voorde, autore di una partita impeccabile (80% in primo tempo, tre ace e due muri). Perugia si è poggiata sempre più su Zaytsev, il migliore dei suoi, e Podrascanin ma a gioco lungo ha pagato l’eccessiva discontinuità di Atanasijevic.

La cronaca di gara 1. Il sestetto della Diatec Trentino che Lorenzetti sceglie per gara 1 non presenta novità: nel ruolo di opposto da posizionare in diagonale a Giannelli torna Stokr; invariato anche il resto dello schieramento con Urnaut e Lanza in banda, Solé e Van de Voorde al centro e Colaci libero. Lorenzo Bernardi, alla sua prima partita in Semifinale Play Off della carriera di allenatore, presenta Perugia con De Cecco alzatore, Atanasijevic opposto, Zaytsev e Russell laterali, Birarelli e Podrascanin al centro, Bari libero.

L’avvio di match è nel segno dell’equilibrio, con le due formazioni che si alternano ripetutamente al comando (2-1, 4-5), poi Perugia inizia a spingere di più col servizio e guadagna il primo vero spunto con Russell al servizio, approfittando anche di due errori consecutivi gialloblù (Giannelli e Stokr, 5-9). Lorenzetti interrompe il gioco ma alla ripresa, la squadra subisce un altro ace (di Birarelli) e va sotto addirittura di sei (6-12). La Diatec Trentino prova a reagire, tenendo con maggiore fluidità la fase di cambiopalla, ma la Sir Safety Conad è altrettanto brava, non offrendo alcuna opportunità di avvicinarsi (9-15, 12-18). Nel finale, gli umbri capitalizzano due errori a rete di Lanza per dilagare (12-21) e portarsi sullo 0-1 già sul punteggio di 16-25 (attacco di Podrascanin).

Nel secondo parziale la formazione di casa prova a reagire, affidandosi alla battuta (decisamente più incisiva) ma anche a percentuali di attacco molto differenti da quelle viste sin lì: nel giro di pochi secondi il 3-1 iniziale si trasforma in 8-5, anche grazie alla crescita a rete di Urnaut. I servizi di Birarelli consentono agli ospiti di recuperare in fretta il terreno perduto (9-9) e poi di mettere la freccia in maniera importantissima (9-12), avvalendosi del muro di Podrascanin. Lorenzetti interrompe il gioco, ma prima di ottenere la risposta desiderata (18-18, muro a tre gialloblù su Atanasijevic) deve attendere la riscossa di Stokr. Allo sprint Trento va sotto di due (19-21, errore di Lanza), torna avanti sul 22-21 grazie ad un block a uno di Urnaut sull’opposto serbo. Lo sloveno firma anche i punti 24 e 25, prima fermando nuovamente Atanasijevic e poi contrattaccando per il 25-22.

Sull’onda dell’entusiasmo per aver ottenuto l’1-1 nel computo dei set, la Diatec Trentino parte sparata anche nel terzo periodo (4-2, 8-4), spinta avanti da Stokr e da un Solé sempre più in palla. Perugia non si disunisce e piano piano si riavvicina (12-10). Dopo il time out di Lorenzetti i gialloblù ripartono di slancio con un ace fortunoso di Lanza (14-10), ma poi subiscono il contro break ospite firmato in particolar modo da Atanasijevic (15-16). Il duello diventa bellissimo e vibrante (18-18, 21-20, 22-23), con le squadre che tirano a tutto braccio ogni pallone. Podrascanin mura Solé per il 22-24, Antonov (appena entrato per il servizio) pareggia i conti con un ace (24-24). Urnaut mette la freccia e Atanasijevic attacca out: 26-24 e 2-1 interno.

La battaglia sul filo dell’equilibrio prosegue anche nel quarto set, con Trento che scatta bene (4-2) e Perugia che si rimette subito in carreggiata (7-7). Si gioca punto a punto in maniera splendida, Trento passa di nuovo avanti sul 14-13, sfruttando due errori di Atanasijevic ma De Cecco e Zaytsev a muro ribaltano ancora la situazione (15-17). Lorenzetti getta nella mischia Nelli per Stokr e il toscano firma subito il pareggio a quota 18. Anche in questo caso la frazione si assegna allo sprint: l’attacco di Nelli vale il 21-20, poi lui stesso ferma Russell per il 23-21. Il 3-1 arriva già sul 25-22, co un errore al servizio di Berger: il PalaTrento può esplodere di gioia.

La squadra merita un grande abbraccio e un applauso per quello che ha saputo fare dopo un primo set difficilissimo   è stato il primo commento a fine gara dell’allenatore di Trentino Volley Angelo Lorenzetti . I ragazzi sono stati bravi a non disunirsi, a restare tranquilli e a giocare col cuore senza perdersi d’animo dopo un inizio problematico. Spero che questa sia una vittoria pesante per la serie ma sono convinto che per riuscire a superare Perugia dovremo migliorare sotto tanti aspetti, perché in allenamento riusciamo sicuramente ad esprimerci meglio e meritiamo di giocare meglio. Il servizio deve crescere, oggi è mancato in quasi tutta la partita, ma abbiamo saputo ugualmente restare incollati alla gara e alla lotta punto a punto”.

Fra sei giorni, sabato 25 marzo (ore 18 – diretta RAI Sport + HD e Radio Dolomiti), il secondo atto della serie al PalaEvangelisti di Perugia. Il prossimo appuntamento casalingo per la Diatec Trentino è invece in programma martedì 28 marzo alle ore 20.30: gara d’andata di semifinale di 2017 CEV Cup contro il Fenerbahce Istanbul.

Di seguito il tabellino di gara 1 di semifinale dei Play Off Scudetto UnipolSai 2017 giocata stasera al PalaTrento.

TABELLINO
Diatec Trentino-Sir Safety Conad Perugia 3-1
(16-25, 25-22, 26-24, 25-22)
DIATEC TRENTINO: Urnaut 11, Van de Voorde 13, Stokr 7, Lanza 15, Solé 9, Giannelli 1, Colaci (L); Antonov 1, Mazzone T., Mazzone D. 1, Nelli 3. N.e. Burgsthaler, Blasi, Chiappa. All. Angelo Lorenzetti.
SIR SAFETY CONAD:  Birarelli 7, De Cecco 4, Zaytsev 16, Podrascanin 11, Atanasijevic 13, Russell 9, Bari (L); Tosi (L), Della Lunga, Mitic, Berger 1. N.e. Buti, Paris, Chernokozhev.  All. Lorenzo Bernardi.
ARBITRI: Satanassi di Porto Fuori (Ravenna) e Gnani di Ferrara.
DURATA SET:   21’, 27’, 34’, 27’; tot  1h e 49’.
NOTE:  3.896 spettatori per un incasso di 68.743 euro. Diatec Trentino: 7 muri, 6 ace, 22 errori in battuta, 9 errore azione, 55% in attacco, 57% (29%) in ricezione. Sir Safety Conad: 8 muri, 7 ace, 22 errori in battuta, 6 errore azione, 55% in attacco, 45% (25%) in ricezione. Mvp Urnaut.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136