QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, domani il settimo turno di serie A1. La guida a Trento-Città di Castello

sabato, 30 novembre 2013

Trento - Si gioca fra oggi e domani la settima giornata di regular season 2013/14 di Serie A1. Dopo la splendida vittoria di mercoledì sera a Modena, la Diatec Trentino torna subito di scena al PalaTrento ospitando la neopromossa Altotevere Città di Castello. Fischio d’inizio programmato per le 18 di domani, con radiocronaca diretta su Radio Dolomiti e live streaming internet su www.sportube.tv.Spettacolare alzata di Donald Suxho

QUI DIATEC TRENTINO
I Campioni d’Italia, in striscia positiva da tre gare, cercano ulteriori conferme sul loro buon momento di forma nel primo di due match casalinghi che l’attenderanno nel giro di quattro giorni. Quello con Città di Castello sarà infatti l’impegno inaugurale di un mese di dicembre particolarmente fitto, almeno sino a domenica 22; mercoledì sera ripartirà anche la CEV DenizBank Volleyball Champions League (delicato match interno con Izmir) e fra una settimana esatta ci sarà da sostenere la trasferta di Vibo Valentia.

Roberto Serniotti non guarda troppo in là e analizza lucidamente le insidie che la gara di domani contro la sorprendente compagine umbra può riservare: “Ci troveremo di fronte ad un avversario che ha assorbito ottimamente il salto di categoria – spiega l’allenatore della Diatec Trentino - ; il segreto di questo buon inizio probabilmente sta nel non aver modificato troppo il suo sestetto titolare rispetto a quello che aveva vinto il campionato di Serie A2 nella passata stagione. In rosa ci sono alcuni fra i migliori giovani italiani del torneo, a cui sono stati affiancati elementi esperti o comunque interessanti come Corvetta, Van Walle e Fromm. Mi aspetto quindi una partita complicata, contro una compagine fra le più forti sin qui affrontate al PalaTrento. Abbiamo avuto poco tempo per preparare questo appuntamento ma sono comunque piuttosto fiducioso”.

Il tecnico gialloblù ha a sua disposizione l’intera rosa; tutti i tredici giocatori si sono regolarmente allenati sia nella mattinata sia nel pomeriggio di venerdì, giorno della ripresa degli allenamenti e lo stesso faranno anche nel pomeriggio odierno. In questa occasione la Trentino Volley scenderà in campo per la 532^ gara ufficiale della propria storia, la 245^ al PalaTrento e andrà alla ricerca 190^ vittoria casalinga in regular season di Serie A1. Per le statistiche individuali da segnalare l’ormai vicinissimo traguardo dei mille punti in maglia gialloblù per Tsvetan Sokolov: l’opposto bulgaro, sin qui best scorer stagionale dei tricolori con 294 punti in 15 gare, è a sole diciannove lunghezze dalla “quadrupla” cifra.

GLI AVVERSARI
L’Altotevere Città di Castello che si presenta domani al PalaTrento è senza ombra di dubbio la principale sorpresa della prima parte di campionato. La neopromossa squadra umbra ha dimostrato di aver assorbito in fretta il salto di categoria dopo aver dominato nella scorsa stagione la Serie A2: sette punti in altrettante giornate con tre vittorie su tre in casa sono stati infatti un bottino molto soddisfacente per la squadra affidata al confermatissimo Andrea Radici.

Il tecnico della promozione ha avuto a disposizione dalla Società un sestetto che ha cambiato appena tre effettivi rispetto alla squadra dello scorso anno: il palleggiatore Corvetta (prelevato da Piacenza dove faceva il secondo di De Cecco), il centrale Rossi (da Cuneo) e lo schiacciatore Dolfo (da Castellana Grotte, compagno di nazionale di Birarelli e Lanza alla recente Grand Champions Cup). In questa prima fase di regular season la differenza l’hanno però fatta i giocatori confermati: Fromm e Van Walle sono infatti gli elementi di riferimento in attacco (lo schiacciatore tedesco è il terzo bomber del campionato mentre il belga è sesto), il centrale azzurro Piano è il secondo muratore del torneo con 27 block mentre il libero Tosi sta facendo la sua parte al debutto nella massima serie.

Città di Castello sin qui ha raccolto punti solo contro squadre dell’Emilia Romagna, superando 3-1 Piacenza all’esordio e 3-2 sia Modena sia Ravenna proprio nell’ultimo turno; fra i punti di forza va sicuramente citato il muro (il terzo del campionato) in cui oltre a Piano (10 block vincenti contro la CMC!) spiccano altri due ottimi interpreti di questo fondamentali come Fromm e Van Walle.

I PRECEDENTI
Trentino Volley e Altotevere Città di Castello si sfideranno domani per la prima volta assoluta nella loro storia; non esistono infatti precedenti ufficiali fra le due Società tenendo conto che gli umbri giocano a San Giustino (già avversario di Trento nelle ultime tre stagioni) solo perché il loro impianto originario (il Pala Joan) non aveva i requisiti per ospitare le gare di Serie A1.

I PROBABILI SESTETTI
Roberto Serniotti dovrebbe confermare lo schieramento visto al PalaPanini: Suxho al palleggio, Sokolov opposto, Lanza e Ferreira in posto 4, Birarelli e Solé al centro, Colaci libero.

Andrea Radici, tecnico di Città di Castello, probabilmente risponderà con Corvetta alzatore, Van Walle opposto, Fromm e Dolfo schiacciatori, Rossi e Piano centrali, Tosi libero.

GLI ARBITRI
L’incontro di domenica sarà arbitrato da Antonino Genna (di Strambino – Torino, in massima categoria dal 2002) e Marco Braico (di Volvera – Torino, in Serie A1 dal 2003). La coppia è alla prima direzione congiunta in regular season 2013/14, la seconda per Genna (ultimo precedente con Trento il 22 gennaio 2012 – vittoria casalinga su Padova per 3-0) e la quarta per Braico, già impegnato al PalaTrento lo scorso 3 marzo per Trento-Verona 3-0.

RADIO, INTERNET E TV
Diatec Trentino-Altotevere Città di Castello sarà raccontata in cronaca diretta ed integrale da Radio Dolomiti, radio partner della Trentino Volley, a partire dalle ore 17.55. I collegamenti col PalaTrento saranno effettuati all’interno di “Campioni di Sport”, il contenitore sportivo domenicale dell’emittente di via Missioni Africane. Le frequenze per ascoltare il network regionale sono consultabili sull’home page www.trentinovolley.it, mentre sul sito www.radiodolomiti.com sarà inoltre possibile ascoltare la radiocronaca live in streaming. Continui aggiornamenti sull’evolversi del match in radio verranno forniti anche da “Set&Note”; la storica trasmissione del network LatteMiele prenderà il via alle 18.15 e si collegherà col PalaTrento grazie alla voce di Nicola Baldo.
Prevista anche la diretta in streaming video all’indirizzo internet www.sportube.tv; il servizio è gratuito, per vedere le immagini della gara basterà cliccare sul link “Sportube 1” presente nella home page del sito. Il commento sarà affidato a Walter Astori.

In tv la differita integrale andrà in onda in prima serata già lunedì 2 dicembre ad ore 21.15 su RTTR, tv partner della Società di via Trener, subito dopo il magazine “RTTR Volley” ed in replica a mezzanotte dello stesso giorno.

Su internet, infine, gli aggiornamenti punto a punto saranno curati dal sito della Lega Pallavolo serie A (www.legavolley.it) e dallo stessowww.trentinovolley.it.

BIGLIETTI, MERCHANDISING E STAND COMETA ASMME
Le prevendite per la sfida con Città di Castello si sono concluse sabato mattina alle ore 12 presso il Trentino Volley Point. Tutti i tagliandi rimasti invenduti saranno disponibili direttamente domenica presso le casse del PalaTrento, aperte a partire dalle ore 16 mentre alle ore 17 verranno aperti gli ingressi del palazzetto.

All’interno dell’impianto i tifosi troveranno nuovamente a propria disposizione il punto vendita merchandising della Trentino Volley (situato sul lato corto del palasport, fra i due ingressi), dove sarà possibile trovare una vasta gamma di articoli dedicati alla stagione 2013/14.

Al PalaTrento troverà posto anche uno stand riservato a “Cometa Asmme” (Associazione Studio Malattie Metaboliche Ereditarie), dislocato accanto al punto merchandising, dove verranno vendute al pubblico le tradizionali Stelle di cioccolato al prezzo di otto euro cadauno. I fondi raccolti saranno utilizzati per finanziare l’attività di ricerca sulle singole malattie di questo tipo (quelle metaboliche ereditarie diagnosticate sono oltre 400, coinvolgono più di 20.000 persone in Italia) e per aiutare i malati e le loro famiglie, che necessitano di un sostegno economico importante per affrontare terapie o nuovi tipi di esami.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136