QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Volley, SuperLega: Trento vince in rimonta a Padova. Grandissimo Djuric

domenica, 17 gennaio 2016

Padova – La Diatec Trentino vince a Padova grazie a uno strepitoso Djuric. La Diatec Trentino soffre per altri cinque set ma alla fine festeggia la prima vittoria del 2016 proprio sul campo di Padova, dove quindici anni prima raccolse il successo numero uno esterno della sua storia.

MitarDjuric Diatec - foto trabalza

A tre giorni dalla prova in chiaroscuro con Molfetta di Coppa Italia, i tricolori hanno avuto ancora difficoltà ad esprimersi in maniera continua superando in rimonta i padroni di casa della Tonazzo al tie break. Sotto 1-2, dopo tre set macchiati da troppi errori e problemi nel gestire i promettenti vantaggi precedentemente conseguiti (come nel primo parziale e poi nel secondo, comunque vinto), i Campioni d’Italia hanno sì perso un punto per strada ma hanno fatto segnare una grande reazione che ha permesso loro di vincere a mani basse i restanti due set. I due punti ottenuti sono preziosi per la classifica di SuperLega e consentiranno di arrivare allo scontro diretto con Perugia di sabato prossimo al PalaTrento con una lunghezza di vantaggio sugli umbri.

Per la squadra di Stoytchev decisivi i 30 punti di Djuric (mvp del match con pieno merito grazie anche al 57% in attacco, con tre muri e un ace), la continuità di Urnaut nell’arco della gara, la freddezza di Lanza sui palloni importanti del tie break e l’azzeccato ingresso di Bratoev, importante al servizio nel secondo periodo (un ace ai vantaggi) e poi in regia al posto di Giannelli da metà del terzo set in avanti.

Cronaca della gara La Diatec Trentino scelta per l’occasione da Radostin Stoytchev – che torna in panchina dopo la doppia sfida di Coppa Italia con Molfetta seguita dalla tribuna – presenta Giannelli in regia, Djuric opposto, Solé e Van de Voorde al centro, Lanza e Urnaut in banda e Colaci libero. Valerio Baldovin, tecnico della Tonazzo, sceglie Orduna al palleggio, Giannotti opposto, Cook e Berger in posto 4, Averill e Volpato centrali, Balaso libero. L’avvio è nel segno dell’equilibrio; il cambiopalla delle due formazioni funziona bene, così ad incidere sono due ace dei locali (prima con Cook e poi con Averill) per il +2 di Padova (9-11) che Trento però ricompone subito con Lanza (11-11). Dopo il time out tecnico gli ospiti accelerano con Giannelli e Urnaut (14-12), poi è lo stesso palleggiatore bolzanino con un ace a firmare un altro strappo (18-15); la Tonazzo non demorde e risale sino al meno uno (21-20). Si va allo sprint in cui la Diatec Trentino non sfrutta quattro palle set (due consecutive sul 24-22) e cede alla terza dei veneti che passano a condurre sul 26-27 con un errore di Djuric e chiudono sul 28-30 con Giannotti.

Lanza e compagni reagiscono con orgoglio e un buon gioco nella prima metà del secondo parziale: nel giro di pochi minuti si passa dal 3-1 all’8-5 e poi al 12-7 con Djuric sempre più efficace, ben spalleggiato da Lanza e da un sistema muro-difesa che mette pressione a Giannotti. I gialloblù anche in questo caso non riescono però a tenersi stretto il vantaggio: dopo un promettente 18-11, Averill e Berger guidano la Tonazzo ad un nuovo incredibile pareggio sul 24-24 dopo tre palle set sprecate dai tricolori. A decidere il periodo in favore degli ospiti ci pensa un ace del neoentrato Bratoev (26-24).

La battaglia punto a punto riprende nel terzo set, frazione in cui Baldovin conferma Milan al posto di Giannotti nel ruolo di opposto dopo l’ingresso nel finale del set precedente e in cui Stoytchev ricorre a Daniele Mazzone al posto di Van de Voorde dall’11-11 in poi. Nella seconda parte del parziale la Tonazzo accelera con Quiroga (15-18); Stoytchev getta allora nella mischia Braotev per Giannelli, Trento si rianima sino al 17-18 poi lascia spazio ai locali (17-21) per colpe proprie (due errori diretti). Padova ringrazia, conserva il vantaggio e chiude ancora con Milan sul 22-25.

Con le spalle al muro, la Diatec Trentino inizia bene un quarto set che non può perdere: trascinata da Djuric la squadra di Stoytchev vola sul 5-3 e poi sul 12-7 con l’opposto greco assolutamente infermabile. Padova in seguito cede di schianto (20-11), permettendo ad entrambi gli allenatori di sfruttare la propria panchina per far riposare gli effettivi titolari in vista del successivo periodo. Trento in questo caso non dilapida il margine e protrae la sfida al tie break imponendo il 25-19 con Urnaut. Nel quinto set ci pensa ancora Djuric (5-2, 9-6) che fa la differenza in attacco e a muro sino in fondo (15-9).

I COMMENTI
“Questa Diatec Trentino è una squadra diversa da quella degli anni passati ed evidentemente deve soffrire di più per riuscire a portare a casa il successo, come è avvenuto oggi, ricorrendo anche alle alternative che offre la panchina – ha commentato a fine gara Radostin Stoytchev – . Stiamo facendo i conti con tanti problemi di natura diversa ma riusciamo a non perdere mai di vista il nostro obiettivo; è stato importante vincere una partita del genere, non eravamo al top e abbiamo perso il primo set in maniera rocambolesca. Non ci siamo scoraggiati. Ci ha dato una grossa mano l’ingresso di Bratoev ma anche la costanza in attacco di Djuric, che ha avuto un’efficienza in attacco alta nonostante abbia attaccato spesso col muro schierato”.

Fra meno di 48 ore i campioni d’Italia torneranno in campo per inaugurare la propria avventura in CEV DenizBank Volleyball Champions League per l’anno 2016; martedì 19 gennaio alle ore 20.30 al PalaTrento sarà infatti già tempo della sfida con il Paok Salonicco – l’ultima casalinga della Pool C. In SuperLega invece l’impegno più vicino è quello di sabato 23 sempre fra le mura amiche contro la Sir Safety Conad Perugia dell’ex Birarelli. Per entrambi gli appuntamenti le prevendite sono già attive anche su internet su www.vivaticket.it.

IL TABELLINO

TONAZZO PADOVA – DIATEC TRENTINO 2-3
(30-28, 24-26, 25-22, 19-25, 9-15)
TONAZZO: Berger 20, Volpato 12, Orduna 3, Cook 4, Averill 12, Giannotti 4, Balaso (L); Quiroga 7, Milan 15, Bassanello, Leoni, Lazzaretto. All. Valerio Baldovin.
DIATEC TRENTINO: Urnaut 14, Van de Voorde 4, Giannelli 5, Lanza 13, Solé 8, Djuric 30, Colaci (L); Mazzone D. 4, De Angelis, Bratoev 4, Nelli, Antonov 1. N.e. Mazzone T.. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Satanassi di Porto Fuori (Ravenna) e Zanussi di Treviso.
DURATA SET: 35’, 26’, 26’, 26’, 15’; tot 2h e 8’.
NOTE: 2.905 spettatori per un incasso di 15.982 euro. Tonazzo: 9 muri, 7 ace, 15 errori in battuta, 10 errori azione, 48% in attacco, 52% (25%) in ricezione. Diatec Trentino: 9 muri, 6 ace, 18 errori in battuta, 9 errori azione, 52% in attacco, 41% (27%) in ricezione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136