QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Diatec Trentino mai doma in gara 3 di semifinale Play Off Scudetto: successo su Perugia in quattro set e nuovo vantaggio nella serie

domenica, 9 aprile 2017

Trento – La Diatec Trentino torna in vantaggio nella serie di semifinale Play Off Scudetto UnipolSai 2017 e ora vede la possibile qualificazione alla Finale ad una sola vittoria di distanza. Sfruttando ancora una volta al massimo il fattore PalaTrento (splendido stasera non solo per la cornice di pubblico offerta ma anche per i colori e l’incitamento mostrato durante tutte le due ore di gioco), la formazione gialloblù ha costretto nuovamente allo stop esterno la Sir Safety Conad Perugia, guadagnando il 2-1 che le consentirà di giocare fra dieci giorni in Umbria il primo di due match ball.

volley trento diatecIl 3-1 con cui Lanza e compagni si sono aggiudicati gara 3 di questa sera per alcuni versi è stato simile a quello ottenuto nella prima sfida giocata al PalaTrento. Come accaduto il 19 marzo scorso, la squadra di Angelo Lorenzetti ha dimostrato di essere più fredda e cinica degli avversari nei momenti importanti del match, ma anche di non arrendersi mai. In questo modo si spiega la doppia rimonta coronata nei primi due parziali, decisi ai vantaggi in favore dei gialloblù dopo che i padroni di casa si erano trovati sotto anche 18-21 nel primo periodo e per 19-22 nel secondo set. Col cuore, ma anche con un ottimo lavoro in fase di break in cui Lanza (alla fine mvp con 15 punti, 1 muro e 2 ace) e Van de Voorde (89% in primo tempo, 4 block e una battuta punto) hanno fatto la voce grossa, la Diatec Trentino ha vinto quelle frazioni e poi è stata altrettanto brava a non perdere il filo del proprio gioco nel quarto set, dopo che nel terzo Perugia era riuscita a riaprire la partita. Per vincere la sfida è servita anche l’eccezionale lucidità regia di Giannelli e la consistente prova in seconda linea di Colaci e Urnaut, bravi a far perdere certezze fra battuta ed attacco ai martelli umbri.

La cronaca di gara 3. La Diatec Trentino si propone nuovamente in formazione tipo per la seconda sfida casalinga della serie: Lorenzetti sceglie Stokr come opposto in diagonale a Giannelli, Urnaut e Lanza in banda, Solé e Van de Voorde al centro e Colaci libero. Perugia risponde con De Cecco alzatore, Atanasijevic opposto, Zaytsev e Berger laterali, Buti e Podrascanin al centro, Bari e Tosi in alternanza nel ruolo libero. L’inizio di partita della Diatec Trentino è determinato ed efficace come l’allenatore marchigiano aveva chiesto alla vigilia: spinta dal proprio pubblico la squadra di casa scappa subito sul 4-1, ma Perugia risponde immediatamente con De Cecco al servizio e Podrascanin a rete, pareggiando in fretta i conti (5-5). Solé con un ace riaccende subito la fase di break point gialloblù, imitato subito dopo da Stokr (11-9), Bernardi spende un time out ma alla ripresa del gioco un muro di Giannelli su Zaytsev allarga ulteriormente la forbice (14-11). La Sir Safety Conad non demorde e grazie ad un errore di Solé e un contrattacco di Atanasijevic pareggia i conti a quota 17. Lorenzetti interrompe allora a sua volta il gioco ma alla ripresa un ace di Podrascanin e un muro dell’opposto serbo su Lanza invertono nettamente la tendenza (17-20). Trento però ha ancora benzina in corpo e con Lanza al servizio (ace) pareggia i conti a quota 22, portando la contesa di conseguenza ai vantaggi (24-24). I padroni di casa annullano due palle set agli ospiti e alla seconda occasione, procacciata da Stokr chiude il conto: 28-26, ace di Urnaut.

Sul filo dell’equilibrio anche l’avvio del secondo parziale, con le due squadre che si rincorrono sino al 7-7, momento in cui la Diatec Trentino piazza un parziale di 3-0 (10-7) con Giannelli e Lanza scatenati. La distanza fra le due formazioni resiste sino al 14-11, poi Buti mura Urnaut e Atanasijevic realizza il punto della parità (14-14). Lanza in attacco e Giannelli a muro offrono un nuovo importante spunto (19-16), a cui Perugia replica immediatamente sfruttando due errori a rete di Urnaut e Stokr (19-19). I gialloblù si disuniscono (19-21 e poi 19-23) rivelandosi ancora fallosi ma nel momento più difficile si ritrovano risalendo nuovamente la china sino al 23-23 (Perugia a sua volta sbaglia). Anche in questo caso la soluzione del parziale è ai vantaggi (24-24, 26-26, 27-27): Trento annulla tre palle set e chiude alla seconda opportunità (30-28), dopo un muro di Van de Voorde su Zaytsev e una invasione di Atanasijevic.

La sfida punto a punto riprende nel terzo periodo, in cui Perugia risale immediatamente dall’iniziale 4-2 interno, ribaltando la situazione sul 10-12 dopo una lunga serie di cambiopalla. Zaytsev picchia dalla linea dei nove metri (10-13), imitato subito dopo da Atanasijevic (13-16); Trento sbanda ma rimane comunque in carreggiata e continua a lottare (18-19 e 20-21 dopo ace di Antonov). Stavolta però Perugia non perde la calma, gestisce il vantaggio che Atanasjievic costruisce di nuovo fra battuta ed attacco (21-24) e riapre la gara sul 2-1 realizzando la seconda palla set sempre con il serbo.

Sull’onda dell’entusiasmo la Sir Safety Conad parte sparata anche nel quarto parziale, forzando il servizio ed affidandosi sovente al proprio opposto (6-10). Lorenzetti corre ai ripari e getta nella mischia Nelli per Stokr, ma sono gli errori ospiti più che le conclusioni vincenti dei gialloblù a riportare in linea di galleggiamento Trento, che impatta già sul 10-10. Si lotta col coltello fra i denti su ogni pallone (13-14, 16-14 e 17-17); Urnaut fulmina Bari in ricezione per il 20-18 e poi Perugia sbaglia due attacchi consecutivi (22-18). Il vantaggio è consistente e Trento se lo tiene stretto, chiudendo per 25-21 (errore di Zaytsev al servizio).

E’ stata probabilmente una gara meno bella dal punto di vista tecnico delle precedenti perché abbiamo commesso tanti errori, però volevamo avere la certezza di poter giocare nei Play Off Scudetto almeno un’altra gara al PalaTrento e ora la abbiamo – ha spiegato a fine gara dell’allenatore di Trentino Volley Angelo Lorenzetti . Ci siamo conquistati questo nuovo vantaggio lottando su tutti i palloni ed invertendo la tendenza che nel primo e nel quarto set sembrava favorire Perugia. Adesso iniziamo subito di nuovo a pensare alla Coppa CEV e al doppio confronto con il Tours, convinti che giocando così potremo sicuramente dire la nostra e lottare sino in fondo per portare a casa un trofeo in questa stagione”.

Fra dieci giorni, mercoledì 19 marzo (ore 20.30), il quarto atto della serie al PalaEvangelisti di Perugia. Il prossimo appuntamento casalingo per la Diatec Trentino è invece in programma già mercoledì 12 aprile alle ore 20.30: gara d’andata di Finale di 2017 CEV Cup contro il Tours Vb.

Di seguito il tabellino di gara 3 di semifinale dei Play Off Scudetto UnipolSai 2017 giocata stasera al PalaTrento.

TABELLINO
Diatec Trentino-Sir Safety Conad Perugia 3-1
(28-26, 30-28, 22-25, 25-21)
DIATEC TRENTINO: Lanza 15, Van de Voorde 13, Giannelli 3, Urnaut 12, Solé 11, Stokr 12, Colaci (L); Antonov 1, Mazzone T., Nelli, Mazzone D.. N.e. Burgsthaler, Blasi, Chiappa. All. Angelo Lorenzetti.
SIR SAFETY CONAD: Berger 7, Buti 6, De Cecco, Zaytsev 15, Podrascanin 10, Atanasijevic 22, Bari (L); Tosi (L), Mitic, Birarelli, Della Lunga. N.e. Paris, Chernokozhev, Franceschini.  All. Lorenzo Bernardi.
ARBITRI: Cesare di Roma e Simbari di Milano.
DURATA SET:  34’, 36’, 30’, 30’; tot  2h e 10’.
NOTE:  4.000 spettatori per un incasso di 81.265 euro. Diatec Trentino: 10 muri, 8 ace, 26 errori in battuta, 13 errori azione, 51% in attacco, 58% (27%) in ricezione. Sir Safety Conad: 9 muri, 6 ace, 24 errori in battuta, 13 errore azione, 48% in attacco, 55% (26%) in ricezione. Mvp Lanza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136