QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Serie A1: la Diatec Trentino batte Padova 3-1 e si piazza in testa alla classifica da sola

domenica, 1 novembre 2015

Trento - Esordio vincente della Diatec Trentino contro Padova. Il ritorno al PalaTrento in gara ufficiale dopo quasi sei mesi di assenza produce una preziosissima vittoria ed il primato solitario in classifica per la Diatec Trentino. I Campioni d’Italia hanno dato seguito alla bella prestazione offerta in emergenza di formazione mercoledì sera a Monza, superando anche Padova con lo stesso punteggio (3-1) al debutto di fronte al proprio pubblico, premiato nel pre-partita dalla Lega Pallavolo Serie A come il più corretto della prima edizione del campionato SuperLega.La Diatec Trentino festeggiail primato 10

E anche grazie alla spinta dei propri supporters, presenti in oltre tremila unità per la prima casalinga dei loro beniamini, Trento è riuscita a venire a capo delle difficoltà palesatesi dal terzo set in poi dopo un ottima partenza. Padova è cresciuta alla distanza grazie all’agonismo di Giannotti e Averill, ha messo all’angolo per un parziale e mezzo i tricolori che però con Lanza (best scorer dei suoi con 20 punti ed il 53%) e soprattutto Solé (mvp con 3 muri e un ace oltre all’81% a rete) hanno saputo risalire la china rimanendo a punteggio pieno. Un bottino che permetterà di arrivare così al primo big match della regular season (domenica prossima a Perugia) già a +3 sulla stessa Sir Safety e con un punto di vantaggio sulle prime inseguitrici Civitanova, Latina e Modena. Fra i gialloblù da sottolineare anche la crescita di Van de Voorde (100% in primo tempo, due muri e una battuta punto) e gli undici muri punto che hanno fatto alzare definitivamente bandiera bianca agli ospiti.
La cronaca della gara. Nello starting six della Diatec Trentino l’allenatore Radostin Stoytchev conferma Antonov nella diagonale di posto 4 con Lanza (Urnaut ancora fermo), mentre in linea a Giannelli nel ruolo di opposto rientra Djuric; al centro spazio per Solé e Van de Voorde, con Colaci libero. Valerio Baldovin, tecnico di Padova, propone Orduna alzatore, Giannotti opposto, Quiroga e Berger schiacciatori, Volpato e Averill al centro, Balaso libero. L’approccio al match dei padroni di casa è entusiasmante: Antonov picchia forte col servizio (3-0) e Solé va a segno in fase di break con uno slash comodo comodo (6-3). Baldovin spende un time out sull’8-4 ma alla ripresa è Djuric a scaldare il PalaTrento con un muro perentorio su Quiroga (9-5); Padova reagisce con Volpato, tornando a meno due (10-8) ma Antonov ancora con la battuta (due ace consecutivi dopo quello ottenuto nella precedente rotazione) la ricaccia a meno cinque (14-9). Due muri di Giannelli su Berger chiudono di fatto anticipatamente il set sul 18-10 nonostante la panchina veneta corra ai ripari inserendo Cook; si va al cambio di campo sul 25-15 con anche Lanza in bella evidenza (altro ace).
Decisamente più equilibrato l’avvio di secondo parziale; gli ospiti si tengono stretto il cambiopalla sino al 7-7 poi Solé e Van de Voorde capitalizzano gli errori dei veneti permettendo ai Campioni d’Italia di volare sul +3 (10-7 e poi 12-9). In questo caso però la Tonazzo non demorde e con un parziale di 0-4 con Cook al servizio (confermato in campo dopo l’ingresso del precedente set) pareggia i conti e mette la freccia sul 12-13. Stoytchev spende un time out, che schiarisce le idee ai suoi: il centrale argentino si fa sentire di nuovo a muro (17-14), ma Padova replica con Giannotti (20-19). A portare Trento sul 2-0 (25-21) ci pensa allora Djuric che stringe la diagonale sul 24-22. Chiude uno slash di Van de Voorde.

Padova si gioca il tutto per tutto nel terzo set e con Giannotti parte lanciata (2-7) approfittando di una pausa degli attaccanti tricolori. Stoytchev interrompe il gioco ma l’emorragia di punti prosegue con Volpato a segno e Lanza falloso in pipe (4-11) e allora getta nella mischia Nelli al posto di Djuric sul 7-13 ma la mossa non frutta i cambiamenti dirotta desiderati perché la Tonazzo concede pochissimo (10-15). Solé col servizio prova a suonare la carica, Van de Voorde lo segue a muro (15-19) e costringe poi all’errore Giannotti e Quiroga (18-19). Nel momento più difficile i veneti si ritrovano, tengono stretto il cambiopalla sino alla fine (19-21, 22-24) e chiudono con un muro dell’onnipresente Giannotti su Antonov che poteva portare ai vantaggi il periodo (23-25).

Nel quarto set in campo c’è ancora Nelli fra le fila della Diatec Trentino, ma sull’onda dell’entusiasmo sono i ragazzi di Baldovin a partire meglio (1-4, 6-8) trascinati dal proprio opposto. Lanza e compagni soffrono, non riescono ad esprimersi a grandi livelli di efficienza in attacco ma col muro trovano la chiave di volta per risalire la china (12-12) e poi mettere la freccia (15-14) guidati da Solé e Giannelli. Padova sente la pressione sbaglia con lo stesso Giannotti (19-17); un break prezioso che gli ospiti ricuciono subito (19-19) prima di cadere definitivamente sotto il colpo risolutore di Lanza che chiude sul 25-23 e 3-1.
“All’inizio della stagione bisogna mettere come obiettivo primario i punti e risultati ancora prima del gioco. Proprio per questo motivo il risultato di oggi mi soddisfa nonostante la squadra abbia sofferto molto nella seconda parte della gara – ha commentato a fine gara Radostin Stoytchev – . Nel terzo set non abbiamo sfruttato un paio di occasioni per chiudere il match già sul 3-0 ed era naturale che nel quarto dovessimo poi soffrire. Va anche detto che Padova ha difeso molto bene, togliendoci qualche sicurezza nel contrattacco. Questa partita ci servirà di sicuro perché, analizzandola, potremo sistemare diversi aspetti del nostro gioco. Sapevamo che ci attendeva una partenza difficile, dobbiamo lavorare sodo per migliorare”.
La Diatec Trentino tornerà in campo al PalaTrento già giovedì 5 novembre per la prima partita della 2016 CEV DenizBank che la vedrà affrontare a partire dalle ore 20.30 (gara compresa in abbonamento) i belgi del Noliko Maaseik nel big match della Pool C della 1^ fase. Fra sette giorni a Perugia il prossimo impegno di SuperLega UnipolSai.

IL TABELLINO
Diatec Trentino-Tonazzo Padova 3-1 

(25-15, 25-22, 23-25, 25-23)

DIATEC TRENTINO: Antonov 8, Van de Voorde 7, Giannelli 5, Lanza 20, Solé 17, Djuric 8, Colaci (L); De Angelis, Nelli 6, Mazzone D.. N.e. Mazzone T., Bratoev. All. Radostin Stoytchev.
TONAZZO: Quiroga 6, Volpato 12, Orduna 5, Berger 1, Averill 14, Giannotti 25, Balaso (L); Cook 6, Leoni, Milan 1, Diamantini. N.e. Bassanello e Lazzaretto. All. Valerio Baldovin.
ARBITRI: Zucca di Trieste e Gnani di Ferrara.
DURATA SET: 20’, 26’, 31’, 31’; tot 1h e 48’.
NOTE: 2.981 spettatori per un incasso di 19.357 euro. Diatec Trentino: 11 muri, 7 ace, 11 errori in battuta, 4 errore azione, 50% in attacco, 65% (40%) in ricezione. Tonazzo Padova: 11 muri, 3 ace, 14 errori in battuta, 8 errore azione, 48% in attacco, 53% (27%) in ricezione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136