QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Coppa Italia: Trento rimonta Perugia e al tie break conquista la finale

sabato, 10 gennaio 2015

Bologna – A poco più di due anni di distanza, l’ENERGY T.I. Diatec Trentino tornerà a giocare la finale di Del Monte Coppa Italia. I gialloblù si sono garantiti l’accesso alla partita che domani sera (ore 17) assegnerà il massimo trofeo nazionale – già vinto tre volte nelle ultime precedenti cinque edizioni – grazie al successo odierno nella prima semifinale del PalaDozza sulla Sir Safety Perugia degli ex Grbic e Vujevic.trento trentino volley Prima foto di squadra stagionale

Anche in questo caso sono serviti cinque set e una nuova rimonta, come accaduto martedì sera al PalaTrento con Piacenza, per rispettare la scala di valori precedentemente disegnata dalla classifica del girone d’andata. La squadra di Stoytchev ha dovuto attingere a tutte le proprie energie temperamentali e mentali in una serata in cui il suo gioco è apparso meno fluido del solito per i primi tre set, per poi diventare nuovamente efficace e poco falloso. La Sir Safety si è di nuovo illusa di poter staccare il pass per la gara decisiva affidandosi ad Atanasijevic e Fromm (i migliori fra gli umbri) ma poi ha ceduto di schianto di fronte ad una Trento che come sempre ha tenuto per il finale il meglio della sua partita. Kaziyski al servizio (4 ace ma anche un solo errore su 20 battute), Lanza e Nemec in attacco (rispettivamente mvp del match e best scoter gialloblù con 20 punti) e Colaci in difesa (ancora una volta strepitoso) hanno ribaltato diametralmente la situazione consentendo ai gialloblù di infilare la quindicesima vittoria consecutiva stagionale. Un ruolo importante l’ha avuto però anche l’ingresso di Burgsthaler al posto di Birarelli nel finale di terzo set: a suon di muri e tocchi a rete, Matteo ha tolto certezze agli attaccanti avversari dimostrandosi una pedina preziosissima, che Stoytchev può giocarsi nei momenti più difficili. Ora Zygadlo e compagni attendono la vincente della sfida fra Modena e Treia per sapere contro chi si giocheranno l’atto finale del massimo trofeo nazionale, a cui accedono per la quinta volta nelle ultime sei edizioni.

La cronaca della gara. Il sestetto che Radostin Stoytchev sceglie per la sua ENERGY T.I. Diatec Trentino ricalca in tutto e per tutto quello standard: Zygadlo agisce in regia con Nemec opposto, Kaziyski e Lanza in posto 4, Birarelli e Solé al centro della rete, Colaci libero. Nikola Grbic risponde schierando Perugia con De Cecco alzatore, Atanasijevic opposto, Fromm e Vujevic laterali, Buti e Beretta al centro, Giovi libero. L’inizio di match è vibrante: Trento approfitta di un paio di errori degli umbri (Fromm e Beretta) per portarsi avanti di tre lunghezze (5-2 e 8-5) prima di subire la reazione della Sir Safety, firmata da Atanasijevic che con attacco e servizio firma la parità a quota 11. Dopo il time out tecnico i gialloblù ritrovano uno spunto con Kaziyski (15-13) che però dura poco perché Grbic getta nella mischia Sunder al posto di Vujevic ed il neoentrato offre subito due punti per la parità prima (17-17) e per il primo vantaggio perugino poi (17-19). E’ lo spunto decisivo perché i trentini pur consigliati da Stoytchev in un time out discrezionale non riesce più a risalire la china (20-22, 22-24). Chiude Atanasijevic per il 22-25.

Nel secondo set il match torna a regalare equilibrio sin dalle prime battute; Perugia prova a scappare con Vujevic (3-5) ma Kaziyski col servizio (due ace per il 6-5) rimette subito le cose a posto. Gli umbri hanno qualcosa di più nella fase di break e ritornano avanti di due lunghezze poco prima del time out tecnico con Fromm che passa sopra il muro di Solé per il 9-11. La Sir Safety allunga sul +4 (10-14) e poi sul +3 (16-19) ma viene regolarmente ripresa dai gialloblù, che con Kaziyski fanno e disfano quasi da soli (19-19). Solé a muro su Fromm produce un nuovo strappo (23-20), Atanasijevic lo ricuce (23-23) e poi annulla un paio di palle set per Trento, che però chiude alla quarta con un muro dello stesso Kaziyski sull’opposto serbo (28-26).

Nel terzo periodo Perugia torna a fare la voce grossa in battuta con Fromm ed in attacco con Atanasijevic; nel giro di pochi minuti gli umbri passano dal 3-3 al 4-7, sino al 7-11 con Lanza sovente fermato a muro. Stoytchev spende un time out prima di quello tecnico e fa bene perché i gialloblù risalgono sino all’11-12 grazie ad un muro di Birarelli sull’opposto serbo e ad un break point di Nemec. Grbic imita il bulgaro fermando il gioco: Perugia riparte coi servizi di Fromm issandosi sino al +6 (11-17). L’allenatore di Trento inserisce Burgsthaler al posto di Birarelli e il centrale di Villazzano trova subito due block per il 14-19 (su Vujevic e Atanasijevic). Stoytchev prova ulteriormente a mischiare le carte in tavola inserendo anche Nelli, Mazzone, Fedrizzi (rispettivamente per Nemec, Kaziyski e Lanza) senza però trovare risposte convincenti. Si va al cambio di campo sul 19-25 con un cartellino rosso rifilato da Cipolla a Stoytchev per proteste.

Il quarto set l’allenatore bulgaro se lo gioca con Burgsthaler in campo al posto di Birarelli: Matteo firma subito un muro pesante su Fromm (7-5) e guida la squadra verso un poderoso allungo (12-6) propiziato anche da Nemec e dagli errori di Perugia. L’opposto slovacco ha il braccio caldo e trascina i suoi all’ulteriore strappo (16-10, 19-11) realizzando attacchi in serie. Il tie break arriva quindi in fretta, già sul 25-14, con gli umbri che non replicano più favorendo la facile vittoria dell’ENERGY T.I. Diatec Trentino.
Nel quinto set Kaziyski guida i suoi sul 5-2, poi ci pensa Solé a muro a fermare Atanasijevic (9-3); Trento è di nuovo quella che ha conquistato la vetta della classifica e chiude sul 15-10 la propria semifinale sfruttando un errore al sevizio di Atanasijevic.

“La chiave della partita è da ricercare ancora una volta nel carattere che siamo riusciti a mettere quando la partita sembrava indirizzata verso le mani di Perugia – ha spiegato a fine gara l’allenatore della ENERGY T.I. Diatec Trentino Radostin Stoytchev – . Non è stata una bella partita, ci sono stati tanti errori da una parte e dall’altra come è normale che sia in una gara che mette in palio così tanta posta. Siamo stati bravi a risalire la china sfruttando anche l’apporto della panchina; Burgsthaler ancora una volta è stato bravissimo ad entrare in una situazione non facile e a fare la sua parte a muro ma tutta la squadra ha dimostrato di non considerare persa la partita, come era già accaduto martedì sera contro Piacenza ed in altre tante occasioni in questa stagione. Siamo ovviamente contenti di essere di nuovo in finale, è importante per la Società e per questo gruppo poterne giocare un’altra e vogliamo godercela sino in fondo perché ce la siamo davvero meritata”.

L’ora x per la formazione trentina scatterà domani, domenica 11 gennaio, alle 17 quando si giocherà sempre a Bologna la finale della Del Monte® Coppa Italia 2015.

Di seguito il tabellino della prima semifinale di Del Monte® Coppa Italia 2015 giocato questa sera al PalaDozza di Bologna.

ENERGY T.I. Diatec Trentino-Sir Safety Perugia 3-2
(22-25, 28-26, 19-25, 25-14, 15-10)
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Birarelli 3, Zygadlo 2, Lanza 19, Solé 10, Nemec 20, Kaziyski 15, Colaci (L); Fedrizzi 2, Burgsthaler 3, Nelli 1, Mazzone, Giannelli. N.e. Thei. All. Radostin Stoytchev.
SIR SAFETY: De Cecco 1, Vujevic 14, Buti 6, Atanasijevic 24, Fromm 15, Beretta 6, Giovi (L); Sunder 2, Maruotti 2, Barone1, Paolucci. N.e. Fanuli. All. Nikola Grbic.
ARBITRI: Matteo Cipolla di Palermo e Luca Sobrero di Carcare (Savona).
DURATA SET: 28’, 35’, 27’, 21’, 17’; tot 2h e 8’.
NOTE: 4.500 spettatori per un incasso di 55.000 euro. ENERGY T.I. Diatec Trentino: 14 muri, 6 ace, 14 errori in battuta, 10 errore azione, 42% in attacco, 68% (29%) in ricezione. Sir Safety: 10 muri, 6 ace, 22 errori in battuta, 9 errore azione, 40% in attacco, 52% (22%) in ricezione. Cartellino rosso a Stoytchev sul 19-24 del terzo set e a Grbic nel quarto set sul 10-6. Mvp Filippo Lanza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136