QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Volley, Champions League: Trentino Diatec in fuga nella Pool C, secco successo per 3-0 nello scontro diretto col Tours

mercoledì, 2 dicembre 2015

Trento – Alla Trentino Diatec bastano tre set e poco più di un’ora per assicurarsi il big match del terzo turno della Pool C di 2016 CEV DenizBank Volleyball Champions League. Nella sfida che metteva di fronte i Campioni d’Italia a quelli di Francia del Tours e allo stesso tempo le prime due forze del raggruppamento, questa sera i primi hanno avuto la meglio in maniera nettissima del Tours al PalaTrento; risultato che consente di attuare la prima fuga in testa al girone e avvicinare la qualificazione diretta alla seconda fase del torneo continentale a cui accede, con certezza assoluta, solo la prima classificata.solè trento trentino volley pallavolo

La nona affermazione complessiva della stagione 2012/13 assume quindi un significato particolare anche in vista del return match del 16 dicembre (da giocarsi in quel caso in Francia) dove i gialloblù, in caso di nuova vittoria, potrebbero blindare definitivamente la propria leadership. Per avere ragione di un Tours apparso in evidente difficoltà nel primo set ma poi ripresosi alla distanza sino a contendere sino ai vantaggi il terzo set, la squadra di Stoytchev ha messo in campo una prestazione molto attenta in tutti i fondamentali, precisa in attacco (appena 4 muri col 60%) ed aggressiva a muro. Protagonista assoluto del match il centrale belga Van de Voorde, che oltre a firmare cinque degli otto block di Trento ha realizzato anche dieci degli undici primi tempi servitigli da un lucido Giannelli. La palma di mvp è arrivata quindi in maniera quasi naturale; ai fini del successo, importanti però anche le prove di Lanza (13 punti col 60%), la perfezione di Solé al centro della rete (6 su 6) e il risolutore ingresso di Urnaut, che ha deciso il braccio di ferro messo in atto dalle due squadre nel terzo set con un muro su Konecny (unico giocatore ospite ad andare in doppia cifra).

La cronaca della gara. Per lo scontro al vertice della Pool C, Radostin Stoytchev recupera completamente Urnaut ma inizialmente si affida al consueto sestetto titolare con Giannelli in regia, Djuric opposto, Antonov e Lanza in banda, Van de Voorde e Solé al centro, Colaci libero; lo starting six del Tours prevede invece Jaumel al palleggio in diagonale a Konecny, White e Cupkovic in posto 4, Smith e Collin in posto 3, Henno libero. L’avvio sparato dei padroni di casa sorprende nettamente i francesi, che si rifugiano in un time out discrezionale già sul 6-1, punteggio propiziato dai muri di Van de Voorde e dagli attacchi di Lanza. L’emorragia di break point nella metà campo ospite però non si arresta in seguito (9-1, 14-5). Djuric entra in partita e porta i suoi sul 16-6 chiudendo di fatto anticipatamente un primo parziale senza storia, che poi per le statistiche si prolunga sino al 25-10 comodo comodo.

La musica non sembra cambiare nel secondo set, in cui Trento va subito sul 4-1 con un altro show a muro di Van de Voorde prima però di essere ripresa già sul 5-4 dai transalpini. Il punto a punto dura però poco perché dal 9-9 in avanti mettono la quinta e scappano via di nuovo (13-10), sfruttando anche l’apporto a rete offerto da Giannelli. Djuric è nuovamente in grande serata in attacco e produce un ulteriore strappo (16-11). Anche in questo caso il Tours ha le energie per risalire la china e con Konecny al servizio arriva sino al meno due (17-15); i gialloblù fiutano il pericolo e con Lanza e Van de Voorde ripartono in fase break (22-18) conquistando il 2-0 anche in questo caso in scioltezza sul 25-20 con l’opposto greco infermabile.

Decisamente più incerto il terzo periodo, in cui i francesi producono il massimo sforzo portandosi per la prima volta anche in vantaggio (1-3) per poi essere immediatamente ripresi da Trento (5-5). Le due squadre procedono a braccetto sino all’11-11 poi un muro di Smith su Lanza permette agli ospiti di trovare un mini vantaggio (11-13); la Trentino Diatec non ci sta e con un contro break firmato da Solé ribalta il punteggio (15-14). Un primo tempo su ricostruita di Van de Voorde allarga la forbice (19-17, time out di Motta Paes), Urnaut (in campo da metà set per Antonov) protegge il vantaggio che poi aumenta ancora grazie all’errore di Konecny (21-18). Il Tours anche stavolta arriva sino al 22-22; a incanalare definitivamente la partita sul 3-0 (26-24) ci pensa un muro di Urnaut su Konecny alla seconda palla match.
Il primo set obiettivamente non è stato molto veritiero in merito al rapporto di forza fra le due squadre: a noi in apertura è girato davvero tutto bene mentre il Tours ha faticato in ogni fondamentale. Dal secondo parziale in poi mi aspettavo quindi una partita più difficile e così effettivamente è stato – ha dichiarato Radostin Stoytchev in mixed zone al termine della sfida - . Anche successivamente siamo però sempre stati molto attenti, decisi e concentrati in tutti i fondamentali e abbiamo controllato bene la gara limitando molto i nostri avversari. Sono contento perché abbiamo raccolto un risultato importante, ma è presto per parlare di qualificazione alla seconda fase. Non abbiamo ancora la maturità per poterci permettere conti di questo tipo; dobbiamo crescere tanto”.

Fra due settimane, mercoledì 16 dicembre, i Campioni d’Italia renderanno visita ai francesi, giocando a Tours la prima gara del girone di ritorno della Pool C di 2016 CEV DenizBank Volleyball Champions League. Prima di quella sfida sono però programmati ben tre turni di SuperLega. Il primo già sabato 5 dicembre al PalaBorsani di Castellanza (Varese) per il match della nona giornata sul campo della Revivre Milano (ore 18 – diretta Radio Dolomiti e www.sportube.tv).

Di seguito il tabellino della gara della terza giornata della Pool C della 2016 CEV DenizBank Volleyball Champions League giocata questa sera al PalaTrento.

Trentino Diatec-Tours Vb 3-0
(25-10, 25-20, 26-24)
TRENTINO DIATEC: Solé 6, Djuric 12, Antonov 5, Van de Voorde 15, Giannelli, Lanza 13, Colaci (L); Bratoev, De Angelis, Urnaut 2. N.e. Nelli, Mazzone T., Mazzone D.. All. Radostin Stoytchev.
TOURS VB: Jaumel 6, Cupkovic 8, Collin 1, Konecny 10, White 8, Smith 5, Henno (L); Bartos 1, Gardien 2. N.e. Olsen, Strugar, Augas, Zuidberg.
ARBITRI:
 Twardowski di Varsavia (Polonia) e Goncalves di Porto (Portogallo).
DURATA SET:  21’, 24’, 27’; tot  1h e 12’.
NOTE:  2.397 spettatori. Trentino Diatec: 8 muri, 1 ace, 9 errori in battuta, 4 errori azione, 60% in attacco, 77% (43%) in ricezione. Tours Vb: 9 muri, 2 ace, 12 errori in battuta, 9 errori azione, 36% in attacco, 66% (22%) in ricezione. Mvp Van de Voorde.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136