QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Champions League: andata dei Playoffs 6 tra Belgorod e Trentino Diatec

martedì, 4 febbraio 2014

Trento – Scattano i Playoffs 6 della 2014 CEV DenizBank Volleyball Champions League. Dopo la League Round e i Playoffs 12, la massima competizione continentale per club prosegue con l’ultimo doppio atto prima della Final Four. La Trentino Diatec affronterà domani pomeriggio in Russia i padroni di casa del Belogorie Belgorod nel match d’andata che prenderà il via alle 16 italiane (le 19 locali). Diretta tv su FoxSport2 HD, in radio su Radio Dolomiti e streaming live audio e video sul sito www.laola1.tv.

 

QUI TRENTINO DIATEC A due anni dDiatec Trentino 2i distanza dall’ultima volta, la formazione gialloblù torna a giocare i Playoffs 6 del torneo che ha vinto per tre stagioni consecutive fra il 2009 e 2011 e lo fa sfidando una fra le compagini più accreditate per la vittoria finale. Per staccare la qualificazione alla Final Four di Ankara servirà quindi davvero un’impresa, che andrà iniziata nel match di domani pomeriggio in Russia e completata poi eventualmente nella partita di ritorno del PalaTrento totalizzando più punti degli avversari. Ognuno dei due confronti mette in palio tre punti infatti come si trattasse di una partita di campionato; chi ne conquista il maggior numero accede al turno successivo; golden set in caso di parità. A rendere le cose ancora più complicate, l’assenza per infortunio dell’opposto titolare Tsvetan Sokolov; il bulgaro non sarà del match a causa del risentimento al polpaccio della gamba sinistra accusato domenica sera nel terzo set della sfida di Serie A1 giocata a Macerata. Nel pomeriggio di oggi sosterrà esami strumentali che chiariranno in maniera più precisa l’entità del suo infortunio e i tempi di recupero.

 

“L’assenza di Sokolov per noi è una bruttissima notizia, perché Tsetso è un giocatore molto importante per la nostra squadra ed è sicuramente fra i più abituati a disputare partite di questo tipo – non si nasconde l’allenatore Roberto Serniotti – ; mi auguro che si tratti di un problema risolvibile in pochi giorni ma al momento attuale non possiamo saperlo. In attesa di avere notizie più precise, andremo in Russia per provare comunque a giocare la nostra partita, senza partire già sconfitti. Certo, ora diventa tutto più difficile: c’è bisogno che tutti gli altri giocatori facciano qualcosa in più del solito, ricordandosi che abbiamo saputo vincere a Perugia in campionato anche senza di lui. Szabò ha sempre fatto bene quando chiamato in causa, resto quindi fiducioso ma dobbiamo essere pronti ad una battaglia difficilissima che si articolerà su due partite”.

La Trentino Volley, partita questa mattina per la Russia con dodici giocatori, metterà a referto anche il secondo libero Sebastiano Thei e già nel tardo pomeriggio odierno – appena atterrata a Belgorod – svolgerà una seduta di un’ora e mezza con palla per prendere le prime misure allo Sports Palace Cosmos, impianto che ospiterà domani pomeriggio il match.

LA STORIA DELLA TRENTINO VOLLEY IN EUROPA 
Per la Società trentina quello di domani sarà il quarto quarto di finale di sempre in Champions League. Prima dell’avventura in corso, il sodalizio presieduto da Diego Mosna aveva infatti raggiunto lo stesso traguardo nelle prime due partecipazioni alla Champions League e nella quarta superando il turno con una doppia vittoria sul Domex Tytan Czestochowa nel 2009, e Asseco Resovia nel 2010 e con una sconfitta e una vittoria seguita dal successo nel golden set nel 2012 su Macerata. Nell’edizione 2011 invece, organizzando la Final Four a Bolzano, non vi fu necessità di prendere parte a questa fase del tabellone. Nella scorsa edizione l’eliminazione arrivò per la prima volta prima della Final Four e già ai Playoffs 12, al golden set, proprio per mano di una squadra russa, la Dinamo Mosca. Si tratta della sessantaquattresima gara in trasferta in ambito internazionale dalla Trentino Volley, la trentacinquesima in Coppa Campioni, dove sino ad ora Trento ha ottenuto ventisette vittorie e sette sconfitte; l’ultima quasi due mesi fa a Berlino (18 dicembre 2013 per 0-3). Complessivamente la Trentino Volley ha vinto cinquantuno delle sessanta partite giocate in questa manifestazione.

TERZA TRASFERTA DI SEMPRE IN RUSSIA DELLA STORIA DELLA TRENTINO VOLLEY
 Quella che ha preso il via questa mattina e si concluderà all’alba di giovedì (il rientro a Trento è infatti previsto subito dopo la gara) è la terza trasferta di sempre in Russia nella storia della Trentino Volley. In questa nazione il Club gialloblù non ha mai ottenuto la vittoria, avendo già giocato solo a Mosca e sempre contro la Dinamo: il 5 gennaio 2010 (sconfitta per 3-1 nella prima partita del girone di ritorno della Pool A) e il 15 gennaio 2013 nell’andata dei Playoffs 6 (sconfitta per 3-2).

GLI AVVERSARI 
Il Belogorie di Belgorod (città russa di oltre 350.000 abitanti situata nella parte occidentale europea del paese a 700 km ad ovest di Mosca) arriva all’appuntamento nelle migliori condizioni mentali, fisiche e tecniche possibili. La Società che in Russia ed in Europa ha dominato la scena fra il 1996 ed il 2005, anni in cui si è aggiudicata ben sette scudetti (1997, 1998, 2000, 2002, 2003, 2004 e 2005) e due Champions League (2002 e 2003, ma vanta anche due terzi posti ottenuti nel 2005 e nel 2006), ha infatti sollevato appena venerdì scorso la Coppa Nazionale dimostrando tutto il proprio valore prima nella semifinale con il Kazan e poi nella finale con la Dinamo Mosca (entrambe regolate per 3-0). Il successo ha permesso di bissare l’affermazione della precedente edizione, confermando tutte le ambizioni di una compagine che nella Superliga è al secondo posto con una sola sconfitta dopo otto giornate e tre punti in meno della capolista Kazan.

La rosa di Gennady Shipulin (presidente e allenatore) è ricchissima di nomi molto noti: il palleggiatore è l’azzurro Dragan Travica (prelevato da Macerata), l’opposto è il potentissimo tedesco Grozer, mentre nel parco schiacciatori figurano Panteleymonenko, Tetyukhin, Kosarev, Khtey, Ilinykh (quest’ultimi due nel giro della nazionale); i liberi sono Stepanyan e Bragin. Un capitolo a parte lo merita il gigantesco (218 cm!) centrale Dimitriy Muserskiy, considerato (a ragione) fra i migliori giocatori dell’intero panorama internazionale per indiscutibili doti in attacco, muro e battuta che la stessa Nazionale Russa ha sfruttato a piene mani per conquistare in sequenza Olimpiade 2013, World League e Europeo 2013.

In questa edizione della CEV Champions League il Belogorie Belgorod non ha ancora perso un solo incontro, avendo dominato la Pool B senza lasciare nemmeno un set agli avversari e poi superando i Playoffs 12 grazie ad un 3-2 e 3-0 sul Budva. La rosa del Belogorie Belgorod: 1. Hachatur Stepanyan (l), 2. Vadim Ozhiganov (p), 3. Alexander Kosarev (s), 4. Taras Khtey (s), 5. Alexandr Bogomolov (c), 7. Maxim Panteleymonenko (s), 8. Sergey Tetyukhin (s), 9. Gyorgy Grozer (o), 10. Roman Bragin (l), 11. Ruslan Khanipov (c), 12. Anton Fomenko (s), 13. Dmitriy Muserskiy (c), 14 . Dragan Travica (p), 15. Dmitriy Ilinykh (s), 16. Sergey Bagrey (p), 17. Maksim Zhigalov (o). Allenatore Gennady Shipulin.

LA FORMULA E GLI ALTRI INCONTRI La partita di domani è valida come match d’andata dei Playoffs 6 di 2014 CEV DenizBank Volleyball Champions League; nella terza fase del torneo, le migliori sei squadre d’Europa si sfidano infatti in un doppio confronto, da cui scaturiranno tre compagini che parteciperanno alla Final Four di Ankara (Turchia) il 22 e 23 marzo, alla presenza della Società organizzatrice, l’Halkbank. Passeranno il turno le squadre che vinceranno entrambe le partite; solo qualora le due squadre abbiano entrambe vinto una partita a testa al tie break o nel caso in cui abbiano entrambe vinto una partita a testa al massimo in quattro set si disputerà al termine della seconda gara il Golden set a 15.  Queste le altre due sfide in programma. Domani, ore 17.45: Jastrzebski Wegiel-Asseco Resovia Rzeszow. Giovedì, ore 20.30: Copra Elior Piacenza-Zenit Kazan.

I PRECEDENTI 
Belgorod e Trentino Volley non si sono mai incontrate prima di questo doppio turno di Champions League, manifestazione che entrambe hanno vinto più volte consecutivamente (due il Belogorie fra il 2003 e 2004, tre i gialloblù fra 2009 e 2011). Contro le squadre russe, la Società gialloblù vanta un totale di undici precedenti, tenendo conto anche della cinque partite disputate contro lo Zenit Kazan e delle sei giocate contro la Dinamo Mosca: il bilancio complessivo è di otto vittorie e tre sconfitte per i gialloblù.

I PROBABILI SESTETTI 
Senza Sokolov, Roberto Serniotti dovrebbe proporre Szabò in diagonale a Suxho, Lanza e Ferreira in posto 4, Birarelli e Solé al centro, Colaci libero.

Gennady Shipulin verosimilmente manderà in campo Travica al palleggio, Grozer opposto, Tetyukhin e Panteleymonenko schiacciatori, Muserskiy e Bogomolov centrali, Bragin libero.

GLI ARBITRI 
La gara sarà diretta da Eugen Kulhanek, primo arbitro austriaco di Vienna, e da Martin Hudik, secondo arbitro di Chotebor (Repubblica Ceca). Entrambi vantano un precedente rispetto alla Trentino Volley: Kulhanek fischiò in Trento-Roeselare 3-1 del 9 febbraio 2010 (andata dei Playoffs 6 di Champions League) mentre Hudik diresse Trento-Iraklis Thessaloniki 3-1 del 5 aprile a Praga, finale della prima edizione messa in bacheca dalla Società gialloblù.

TV, RADIO ED INTERNET 
Il match verrà trasmesso in diretta tv integrale a partire dalle 16 da FoxSport2 HD, visibile sulla piattaforma satellitare di Sky nel pacchetto Sky Sport con opzione HD al canale numero 213. Il commento sarà affidato a Stefano Locatelli e Fabio Vullo.

Belgorod-Trento sarà poi seguita anche da Radio Dolomiti, emittente partner della Trentino Volley, con primo collegamento alle ore 16 circa. Sul sitowww.radiodolomiti.com è possibile consultare tutte le frequenze del network regionale e, allo stesso tempo, ascoltare in streaming la cronaca della partita, accedendo alla sezione “on air”.

Sempre su internet, il sito www.laola1.tv trasmetterà il live streaming video ed audio della partita; per poter seguire le gare basterà accedere alla sezione riservata alla CEV Champions League (consultabile direttamente al link http://www.laola1.tv/en-int/cev-cl-men/59.html) e cliccare sull’icona rossa “live” che apparirà accanto in alto nella pagina.

Per seguire l’evolversi punto a punto della gara sarà possibile consultare il sito ufficiale della CEV all’indirizzo http://cevlive.cev.lu/DV_LiveScore.aspx?ID=25737, che fornirà il live score.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136