QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Cev Cup: Trento batte in quattro set Craiova e passa al Challenge Round

giovedì, 22 gennaio 2015

Trento – L’ENERGY T.I. Diatec Trentino prosegue senza particolari intoppi la sua corsa europea in 2015 CEV Cup superando anche lo scoglio Craiova. Dopo il promettente 3-0 ottenuto nove giorni fa in Romania nel match d’andata, per superare il terzo turno del tabellone finale del torneo continentale ai gialloblù sarebbe bastato vincere appena due set nel match odierno, ma anche dopo aver centrato tale obiettivo la squadra di Stoytchev ha proseguito sicura, pur dopo aver concesso un set agli avversari, per la propria strada imponendo il ko per 3-1 ai rumeni nel ritorno dei quarti di finale.

La Trentino Volley accede così al Challenge Round della manifestazione dove a marzo sfiderà una compagine proveniente dalla Champions League in quello che sarà sicuramente l’impegno sin qui più difficile della sua stagione internazionale. Per sapere il nome dell’avversario bisognerà però attendere la conclusione, fra meno di una settimana, della fase a gironi della più importante competizione continentale per club.

Il match di stasera ha confermato la differente cifratura (tecnica, tattica e fisica) delle due squadre, emersa in maniera evidente già nella gara d’andata quando Birarelli e compagni riuscirono ad imporsi senza troppi patemi nonostante pochissime ore di riposo dopo la Final Four di Coppa Italia. Con Giannelli confermato nel sestetto titolare, la squadra di Stoytchev non ha incontrato particolari problemi ad imporre il proprio gioco nei primi due set, in cui Burgsthaler (alla fine mvp con 10 punti, di cui 4 a muro, e l’86% in primo tempo) e Kaziyski (300^ gara in gialloblù festeggiata con 14 punti e ben 4 ace) hanno recitato un ruolo importante. Dopo aver accusato un calo nel terzo set, i gialloblù si sono subito risvegliati nel quarto poggiandosi anche su Lanza (14 punti col 72%) e sul redivivo Nelli, in campo con qualche difficoltà al posto di Nemec nel parziale centrale ma molto più convincente nell’ultimo periodo.
La cronaca della gara. Radostin Stoytchev sceglie un’ENERGY T.I. Diatec Trentino sperimentale per questo appuntamento; lo starting six prevede infatti ancora Giannelli in regia, Nemec opposto, Birarelli di nuovo al centro assieme a Burgsthaler, Kaziyski e Lanza in posto 4, Colaci libero; Danut Pascu, allenatore del SCM U Craiova, risponde con Bicanin al palleggio, Lica opposto, Voinea e Milev schiacciatori, Turanjanin e Ghionea centrali, Maries libero. Il primo sussulto al match lo regala Kaziyski, che festeggia le 300 partite con la maglia della Trentino Volley realizzando subito due ace consecutivi che valgono il 6-3. Giannelli, sempre con la battuta, aumenta il gap (9-5), poi i gialloblù sfruttano anche un errore di Lica per andare al +5 (11-6). Il Craiova cede di schianto commettendo in serie errori e l’ENERGY T.I. Diatec Trentino non si fa pregare per allungare in fretta (16-7 con muro di Birarelli sullo stesso Lica); il tecnico rumeno interrompe anche il gioco sul 18-8 ma senza ottenere reazione dai suoi che lasciano il primo set ai padroni di casa già sul 25-15 (break point di Kaziyski).
Il secondo set è speculare al primo: Trento scappa via sull’8-5 con Lanza (al millesimo punto in gialloblù) sugli scudi in attacco. Si fa notare anche Burgsthaler con un paio di muri che mettono pressione al neoentrato Ene, che infatti successivamente incappa nell’errore diretto per il 12-7. Pascu chiama time out ma Matteo continua ad essere protagonista anche in attacco (15-9) conducendo la propria squadra verso un finale di secondo set assolutamente tranquillo. L’ultima accelerata la offre Kaziyski col servizio (21-10 con due ace), prima di lasciare posto a Fedrizzi. Un mani-out di Nemec chiude il discorso qualificazione sul 25-16.
Nel terzo set Stoytchev lascia in campo Fedrizzi ed inserisce anche Nelli al posto di Nemec e Solé per Birarelli sin dal via; l’approccio dei gialloblù al parziale è però timido in ricezione ed in attacco, tant’è vero che il Craiova segna il primo vero vantaggio della sua gara con Milev al servizio (due ace) sul 2-6 (time out). Lanza (muro e pipe) e lo stesso Fedrizzi in attacco riavvicinano i padroni di casa (8-9); sembra che Trento possa prendere in mano da un momento all’altra le redini dell’incontro ma invece i rumeni allungano con Vilcelean (dal secondo set in campo per Lica) scatenato a rete (10-15). Stoytchev spende l’ultimo tempo discrezionale ma alla ripresa gli avversari restano distanti (15-20). Uno spunto di Lanza riporta i gialloblù sino al meno due (19-21) ma è solo un attimo perché poi il muro del Craiova torna a funzionare ed offre lo spunto per il quarto set (20-25).
Nel quarto set l’ENERGY T.I. Diatec Trentino ritrova lo smalto dei primi due parziali, riducendo gli errori diretti in attacco ed aumentando le percentuali di ricezione. Stoytchev però sul 5-5 è già stato costretto a reinserire Kaziyski (per Fedrizzi) guadagnando subito dopo un paio di break (8-6). Proprio Matey con servizio, muro ed attacco guida i suoi ad un altro allungo (14-10); poi ci pensano Burgsthaler a muro e Nelli con la battuta (19-11). Il 3-1 finale arriva stavolta in fretta sul 25-15 con due attacchi del neoentrato Mazzone.
“Dopo aver centrato l’obiettivo vincendo i primi due set volevamo proseguire sulla nostra strada e chiudere il prima possibile il match, già nel terzo parziale – ha spiegato al termine della gara Radostin Stoytchev – . Non ci siamo riusciti perché siamo andati subito in difficoltà e ci siamo un po’ innervositi per qualche decisione arbitrale discutibile, ma non ho voluto tornare alla formazione iniziale perché sono convinto che alcuni giocatori giovani debbano superare da soli certe situazioni, aiutano a crescere. Nel quarto set siamo tornati ad esprimerci su buoni livelli e infatti abbiamo terminato la gara sul 3-1 che ci permette di pensare già da stasera alla sfida con Molfetta, un match che chiude un ciclo molto ricco di impegni in questo mese di gennaio”.
Fra una settimana in Lussemburgo il sorteggio del prossimo turno di 2015 CEV Cup, il primo in cui entreranno in scena anche quattro squadre eliminate dalla fase a gironi di CEV Champions League (la seconda peggior classificata e le migliori terze dei sette gironi); una di queste sarà l’avversaria dell’ENERGY T.I. Diatec Trentino nel doppio turno (andata e ritorno) che si giocherà fra il 3 ed il 12 marzo.

Di seguito il tabellino della gara di ritorno dei quarti di finale di 2015 CEV Cup, giocata questa sera al PalaTrento.

ENERGY T.I. Diatec Trentino-SCM U Craiova 3-1
(25-15, 25-16, 20-25, 25-15)
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Lanza 14, Burgsthaler 10, Nemec 8, Kaziyski 14, Birarelli 3, Giannelli 5, Colaci (L); Fedrizzi 5, Nelli 6, Solé 3, Mazzone 2. N.e. Zygadlo. All. Radostin Stoytchev.
SCM U CRAIOVA: Turanjanin 1, Bicanin, Voinea 5, Ghionea 11, Lica 4, Milev 13, Maries (L); Manda, Ene 2, Ion 2, Vilcelean 6, Marciu 1. All. Danut Pascu.
ARBITRI: Stanisic di Spiez (Svizzera) e Marques Ferreira di Porto.
DURATA SET: 19’, 22’, 27’, 20’; tot 1h e 28’.
NOTE: 600 spettatori. ENERGY T.I. Diatec Trentino: 12 muri, 10 ace, 13 errori in battuta, 10 errore azione, 56% in attacco, 61% (34%) in ricezione. SCM U Craiova: 3 muri, 4 ace, 13 errori in battuta, 8 errore azione, 42% in attacco, 59% (34%) in ricezione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136