QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, 5° turno SuperLega: il big match è della Cucine Lube Civitanova, Trento ko 3-0

mercoledì, 1 novembre 2017

Civitanova Marche – L’Eurosuole Forum di Civitanova Marche si conferma campo stregato per la Diatec Trentino. Come già accaduto in cinque precedenti esibizioni ufficiali contro la Lube e nelle due recenti circostanze di Supercoppa Italiana contro Perugia e Modena, l’impianto marchigiano ha infatti respinto il tentativo di assalto dei gialloblù; il remake della Finale Scudetto 2017 ha visto i padroni di casa imporsi per 3-0, scavalcando la squadra di Angelo Lorenzetti in classifica.

Giannelli al palleggioMai come in questo caso la soluzione del match in appena tre set è apparsa però fin troppo severa nei confronti di una Trento che ha venduto cara la propria pelle, lottando costantemente punto a punto con gli avversari, che hanno però avuto il merito di essere più cinici e freddi nei momenti importanti del match. E’ andata così in particolar modo nel finale di secondo e terzo parziale, risolti solo ai vantaggi e dopo una lunga sequenza di palle set annullate dai gialloblù ai padroni di casa. Nelle fila della squadra di Lorenzetti positiva la presentazione del Capitano Filippo Lanza (20 punti col 62%, un ace ed un muro vincente), ben assistito da Hoag (11 realizzazioni col 42%) e da un Giannelli che in regia ha cercato di coinvolgere anche Zingel e la coppia di opposti Teppan/Vettori, alternatisi durante il corso della partita in campo. La Cucine Lube Civitanova si è appoggiata spesso su Sander (17 punti, mvp del match) e Sokolov (16), ma spesso ha faticato a scrollarsi di dosso la Diatec Trentino che, almeno sul piano del gioco, ha fatto registrare incoraggianti progressi in vista del derby dell’Adige di domenica prossima al PalaTrento contro Verona.
La cronaca del match. Per il terzo incontro stagionale all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, Angelo Lorenzetti propone nello starting six Giannelli in regia, Teppan opposto, Lanza e Hoag in posto 4, Eder e Zingel centrali, De Pandis libero. Kovacevic e Vettori partono dalla panchina. La Cucine Lube risponde con Christenson al palleggio, Sokolov opposto, Juantorena e Sander in banda, Cester e Candellaro al centro, Grebennikov libero. L’impatto migliore sul match ce l’hanno i padroni di casa che, dopo un iniziale equilibrio, scappano via dal 5-5 al 6-10 sfruttando la vena degli ex di turno Juantorena e Sokolov. Il time out gialloblù è provvidenziale perché al rientro in campo Trento cambia volto e ricuce in fretta lo strappo già sul 13-13, grazie agli attacchi di Hoag, al muro di Teppan su Sokolov e all’ace realizzato da Lanza. La fase centrale è quindi combattuta punto a punto (15-5, 17-17), poi l’opposto bulgaro sigla un nuovo strappo (17-19, 19-22) che, di fatto, decide il primo set perché poi i gialloblù non si riavvicinano più ai padroni di casa (22-25).
Nel secondo parziale la Diatec Trentino prova a reagire portandosi sul 5-2 grazie anche a qualche errore di troppo dei cucinieri, che però si riprendono subito siglando un parziale di 0-5 con Sokolov a muro e Juantorena al servizio. Trento non si abbatte e con Hoag trova la nuova parità (9-9). In seguito è ancora la Lube a fare la differenza con il muro (13-15, 18-20), ma i gialloblù pareggiano i conti con un ace di Zingel su Juantorena proprio sul 23-23. Allo sprint hanno la meglio i padroni di casa, che si procurano sei palle set consecutive prima di chiudere sul 28-30 con un errore a rete di Vettori che nel frattempo era positivamente entrato in campo al posto di Teppan.
Nel terzo set Lorenzetti conferma l’opposto azzurro fra i titolari, ma la Diatec Trentino perde in fretta contatto con gli avversari (2-5, 6-9, 8-11) perché Sander e Juantorena non lasciano intentata alcuna occasione di break point e poi anche perché la dea bendata aiuta sovente i cucinieri (ace fortunoso di Cester per il 12-16). Trento reagisce ancora e con Lanza si riporta sotto due volte (18-18 e poi anche 22-22 dopo essere stata nuovamente in svantaggio di 20-22); anche in questo caso si va ai vantaggi, con gli ospiti che non sfruttano due occasioni consecutive per chiudere il parziale (entrambe con battute out) e poi cedono alla terza palla match avversaria per mano di un errore in attacco di Vettori (27-29).

Il risultato è giusto anche se per lunghi tratti abbiamo fatto discretamente bene le cose complicate, come il cambiopalla in occasione di rotazioni contro il servizio in salto di potenza della Lube – ha spiegato l’allenatore della Diatec Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match - . Dall’altra parte però non siamo riusciti ad esprimerci al meglio nelle situazioni semplici. Questo tipo di difficoltà è sicuramente figlio del momento che stiamo vivendo, in cui non riusciamo a portare a fondo le occasioni che ci creiamo ma dobbiamo accettare che in questo periodo sia così e lavorare sodo. Alla vigilia ci eravamo chiesti di trovare delle risposte, che in buona parte siamo riusciti ad offrire a noi stessi”.

Domenica 5 novembre al PalaTrento il prossimo impegno della Diatec Trentino, che alle ore 18 affronterà la Calzedonia Verona nel tradizionale derby dell’Adige, valido per il sesto turno di SuperLega UnipolSai 2017/18. Prevendita biglietti già attiva, anche online al link diretto http://www.vivaticket.it/ita/event/diatec-trentino-verona/105482.

Di seguito il tabellino della gara della quinta giornata di regular season di SuperLega UnipolSai 2017/18 giocata questa sera all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche.

Cucine Lube Civitanova-Diatec Trentino 3-0
(25-22, 30-28, 29-27)
CUCINE LUBE: Sander 17, Candellaro 4, Christenson 4, Juantorena 9, Cester 6, Sokolov 16, Grebennikov (L); Stankovic, Kovar. N.e. Marchisio, Casadei, Milan e Zhukouski.  All. Giampaolo Medei.
DIATEC TRENTINO:
 Hoag 11, Eder 3, Giannelli 1, Lanza 20, Zingel 7, Teppan 4, De Pandis (L); Kozamernik 2, Vettori 4. N.e. Kovacevic, Cavuto, Chiappa, Partenio. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Rapisarda di Udine e Goitre di Torino
DURATA SET: 27’, 34’, 34’; tot. 1h e 35’.
NOTE: 3.586 spettatori, per un incasso di 45.609 euro. Cucine Lube Civitanova: 8 muri, 5 ace, 16 errori in battuta, 8 errori azione, 48% in attacco, 56% (29%) in ricezione. Diatec Trentino: 5 muri, 3 ace, 20 errori in battuta, 6 errori azione, 46% in attacco, 44% (14%) in ricezione. Mvp Sander.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136