QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Volley, 2015 CEV Cup: Trento agli ottavi di finale trova il Maccabi Tel Aviv. Date e programma

mercoledì, 19 novembre 2014

Trento - La qualificazione agli ottavi di finale di 2015 CEV Cup, staccata questa sera dalla Trentino Diatec grazie al successo per 3-0 nella gara di ritorno col Vojvodina Novi Sad, ha consentito alla Trentino Volley di entrare fra le migliori sedici squadre del torneo. Il prossimo scoglio da superare per fare un ulteriore passo avanti verso i quarti di finale non sarà però meno ricco di insidie.trento trentino volley Prima foto di squadra stagionale

Nel secondo atto del tabellone (che propone sino alla finale solo doppie sfide di andata e ritorno ad eliminazione diretta) l’ENERGY T.I. Diatec Trentino affronterà gli israeliani del Maccabi Tel Aviv, squadra che ha conquistato al pari dei gialloblù la qualificazione stasera estromettendo dalla competizione i bosniaci del Mladost Brcko (doppio 3-2). Il match d’andata andrà in scena al PalaTrento fra il 2 ed il 4 dicembre, quello di ritorno due settimane dopo in fra il 16 ed il 18 dicembre. Per la definizione della data e dell’orario precisi di gioco bisognerà attendere la conferma dalla singole Società, in accordo con le rispettive federazioni nazionali e la CEV.

Come accaduto nei sedicesimi, supererà il turno la squadra che nell’arco del doppio confronto avrà ottenuto il maggior numero di punti nella classifica stilata in base alle due gare giocate in cui vengono assegnati – come per il campionato di Serie A1 – 3 punti per la vittoria per 3-0 e 3-1, 2 per la vittoria per 3-2 e 1 per la sconfitta per 2-3. Il golden set (parziale di spareggio da disputare sino al 15 al termine della seconda gara) si giocherà solo in caso di parità di punti.

L’identikit dell’avversaria dell’ENERGY T.I. Diatec Trentino
Il Maccabi di Tel Aviv (seconda città più popolosa dell’Israele dopo Gerusalemme con oltre 414.000 abitanti) è fra le polisportive più importanti del paese, potendo vantare team di livello in tutti i principali sport di squadra. Calcio e basket sono i settori sicuramente più famosi del Club, ma anche la compagine di pallavolo ha alle spalle una lunga tradizione; nel proprio palmares può vantare infatti ben undici titoli nazionali e quattro coppe di Israele. Nel 2009 la squadra allenata da Zohar Bar Netzer (ex giocatore che ricopre il doppio ruolo essendo anche il commissario tecnico della Nazionale) ha centrato l’ultimo “double” della sua storia vincendo entrambi i trofei e chiudendo la stagione senza sconfitte. Negli ultimi anni ha però vinto meno del solito perché la Società ha deciso di puntare su giovani talenti che in prospettiva potranno garantire grandi soddisfazioni.

Nelle Coppe Europee vanta ben sei partecipazioni consecutive alla Challenge Cup fra il 2009 e 2014; in ben due circostanze (edizione 2009 e 2011) ha incontrato sulla propria strada squadre italiane (Treviso e Macerata) venendo estromessa proprio in tale occasione dalla competizione. Il risultato continentale di maggior spicco è l’accesso ai quarti di finale nelle edizioni 2012 e 2013, eliminata da Liberec e Constanta.

Nella rosa, che partecipa alla Coppa CEV per la prima volta nella storia del club in qualità di vice-campione d’Israele (finale persa con l’Apoel), non mancano gli stranieri: la coppia titolare di posto 4 è composta dallo spagnolo Abel (che ha già sfidato Trento nel 2012 quando giocava col Teruel) e dal lettone Kudrjašovs, mentre al centro c’è spazio anche per il russo naturalizzato israeliano Poylov. Fanno parte della Nazionale il libero Shwartz-Shmoel e l’opposto Kopech.
Sestetto tipo: Shachar (p), Kopech (o), Abel-Kudrjašovs (s), Poylov-Gessen (c), Shwartz-Shmoel (l).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136