QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Valle di Ledro, ritiro del rugby Viadana: allestito il campo base. Oggi caccia al tesoro e presentazione

mercoledì, 31 agosto 2016

Valle di ledro – Il Rugby Viadana 1970 è in Valle di Ledro, in Trentino, per svolgere un ritiro atletico di preparazione in vista della prossima stagione che scatterà il primo fine settimana di ottobre con la sfida con il Petrarca Padova.

La squadra mantovana che milita nel Torneo d’Eccellenza, massima serie del campionato nazionale, ha scelto per il terzo anno consecutivo la Valle di Ledro e si è presentata tende in spalla all’ingresso del Camping Azzurro di Pieve, a due passi dal lago di Ledro che con le sue acque color cobalto rappresenta il cuore della vallata trentina, fregiata da un duplice riconoscimento da parte dell’Unesco, uno per la zona archeologica-palafitticola di Molina, risalente all’Età del Bronzo, ed uno per l’ambiente incontaminato e meritevole di rientrare nel progetto “Riserva della Biosfera”.

Viadana1 - Val di ledro 1

Il primo atto di capitan Chris Du Plessis e compagni è stato quello di allestire il campo base che per i prossimi quattro giorni fungerà da quartier generale per l’intera squadra. Il raduno in Valle di Ledro non è infatti tratteggiato come mero periodo di allenamento, ma anche come fondamentale occasione per cementare ancor più il gruppo, aspetto di primaria importanza in uno sport di coesione com’è il rugby.

“Per noi la Valle di Ledro è ormai un punto fermo della preparazione estiva – spiega Alberto Bronzini, direttore sportivo del Rugby Viadana 1970 – Queste giornate di lavoro rappresentano un momento davvero importante per il team building: andare oltre la quotidianità degli allenamenti e della ripetitività di certi schemi permette di cementare ancor più il gruppo. Non è un caso se durante il raduno in Valle di Ledro la squadra farà attività diverse, talvolta anche divertenti come lo stesso montaggio del campo base o il trekking sulle splendide montagne che circondano la valle: sono momenti che nella loro unicità permettono di rafforzare l’unità e di aumentare la conoscenza reciproca”.

Ecco dunque che nel programma dei prossimi giorni, accanto al lavoro tecnico, troveranno spazio tutte quelle attività fisiche consentite dal territorio della Valle di Ledro, autentica palestra a cielo aperto: trekking sui sentieri delle Alpi Ledrensi e triathlon (nuoto nel lago – bici – corsa), ma anche una speciale caccia al tesoro studiata ad hoc in collaborazione con il Consorzio per il Turismo della Valle di Ledro per la giornata di oggi (mercoledì 31 agosto), un momento che oltre a rivelarsi allenante, porterà gli atleti a toccare con mano diverse realtà della Valle.

E la Valle di Ledro potrà abbracciare i protagonisti del Rugby Viadana questa sera: a partire dalle 21 il Nido Verde di Pieve ospiterà infatti una serata di presentazione ufficiale, durante la quale la rosa e lo staff del team mantovano potranno entrare ancor più in sintonia con la popolazione ledrense. Dopo la presentazione, i saluti ed i discorsi di rito, la serata proseguirà all’insegna dell’ottima musica live.

Il raduno del Rugby Viadana in Valle di Ledro proseguirà fino al 6 settembre coinvolgendo anche il settore giovanile mentre la prima squadra completerà il proprio percorso di lavoro sabato 3.

Dal giorno successivo, domenica 4, in Valle di Ledro arriverà invece la nazionale maschile di sci di fondo capitanata da Federico Pellegrino, nello scorso inverno vincitore della Coppa del Mondo dello sprint che si allenerà sui sentieri e le strade ledrensi fino a sabato 10, a testimonianza dell’ampio ventaglio di offerte e di possibilità concesse dal territorio della Valle di Ledro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136